RICERCA

SCOPERTE

Quantum dots, nanoparticelle contro il cancro dalle foglie del tè

L'immagine mostra il confronto di grandezze tra un pallone da calcio, un capello umano e i quantum dots dell'esperimento della Swansea University. Credi immagine: S. Pitchaimuthu/Swansea University SCOPERTE – Utilizzare gli estratti dalle foglie del té per realizzare nanoparticelle non tossiche in grado di distruggere le cellule tumorali. Un risultato che il team di ricercatori della Swansea University non si aspettavano di raggiungere quando hanno iniziato a studiare un modo alternativo di produrre i quantum dots, o punti quantici, cioè strutture dalle dimensioni nanometriche che possono avere molteplici applicazioni pratiche, dall’informatica all’elettronica, fino alla medicina. Eppure queste particelle hanno dimostrato di essere in grado di inibire la crescita delle cellule tumorali del polmone, rivelando una potenziale applicazione medica del tutto...

Rubriche