CRONACA

Ombrelli ancora per un po’

ascolta l’intervista di OggiScienza a Fulvio Stel

Fulvio Stel meteorologo dell’Unione meteorologica del Friuli Venezia Giulia spiega i motivi del ritardo della primavera di quest’anno

NOTIZIE – Il meteo oggi come oggi non ci riserva molte sorprese: oggi pioggia, domani pioggia, dopodomani idem. E sarà così ancora per qualche tempo, ci assicura Fulvio Stel, fisico dell’Unione meteorologica del Friuli Venezia Giulia, raggiunto al telefono da OggiScienza. Ma niente paura arriverà anche il tempo dei sandali e delle creme solari, assicura Stel e finiremo certo per lamentarci dell’afa. In ogni caso le temperature di quest’anno non sono poi così eccezionali: è vero che l’inverno scorso ha ragiunto punte di freddo insolito, ma è anche vero che in media non si è trattato di un inverno così rigido. E anche la primavera, anche se anomala rispetto agli ultimi dieci anni, non è poi molto diversa da quelle che da bambini osservavamo negli anni ’70. Tutto a posto dunque e, per inciso, le ceneri del vulcano Eyjafjallajökull hanno un bassissimo rischio di rovinare la nostra estate.

Federica Sgorbissa
Federica Sgorbissa è laureata in Psicologia con un dottorato in percezione visiva ottenuto all'Università di Trieste. Dopo l'università, ha ottenuto il Master in comunicazione della scienza della SISSA di Trieste. Da qui varie esperienze lavorative, fra le quali addetta all'ufficio comunicazione del science centre Immaginario Scientifico di Trieste e oggi nell'area comunicazione di SISSA Medialab. Come giornalista free lance collabora con alcune testate come Le Scienze e Mente & Cervello.

3 Commenti

  1. ricordo il maggio del 1946, perchè era il mio primo anno di lavoro,non fece che piovere, tutti giorni pioggia e temporali.
    un pensionato, che coltivava un orticello di guerra davanti alla finestra del mio ufficio era disperato perchè l’orticello
    era la sua risorsa per integrare la tessera annonaria. già, la guerra era finita da un anno, ma il razionamento durava ancora. oggi, meno male, quel problema non c’è più.

  2. Che influenza hanno le macchie solari (in questo caso assenti) con queste perturbazioni metereologiche? Il metereologo Fulvio Stel non ne fa cenno. Penso che non vivevamo una primavera cosi intensa di pioggia da qualche anno. Gli anni scorsi si passava dall’ inverno all’ estate con una totale assenza della primavera, oggi , tale stagione è ritornata (grazie al cielo) anche se con prepotenza.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: