CRONACA

Darwin all'(elettro)opera

Musica elettronica e opera lirica si fondono in uno spettacolo ispirato alla vita di Charles Darwin e alla teoria dell’evoluzione

NOTIZIE – “Tomorrow, In a Year” è stata definita l’”elettro-opera su Darwin”. Da settembre dell’anno scorso sta girando l’Europa (in questi giorni è possibile vederla a Londra) accolta con favore sia dal pubblico che dalla critica.
Lo spettacolo nasce dal libretto del gruppo danese di performer Hotel Pro Forma che ha chiesto al duo musicale danese The Knife di scrivere la musica per l’opera. The Knife (e cioè  Karin Dreijer Andersson e Olof Dreijer, fratelli) sono noti per la loro musica elettro-pop dalle ambientazioni spesso cupe e nordiche e hanno partecipato a numerose collaborazioni (ricordate la canzone di Royksopp di qualche anno fa “What else is there?”? la voce era quella di Karin). Olof e Karin per l’opera su Darwin hanno collaborato anche con Mount Sims (DJ, performer e tanto altro, di origini americane, ma domiciliato a Berlino) e Planningtorock (alias Janine Rostron, musicista inglese, ma anche lei “rinata” a Berlino).

“Il tema era Darwin e la teoria dell’evoluzione,” spiega Olof, “con particolare attenzione alla biologia e alla geologia, da un approccio scientifico.” In effetti “Tomorrow, in a Year” è un opera a suo modo unica. Gli “alberi genetici” pensati da Richard Dawkins sono stati la base sui cui costruire alcune delle composizioni musicali. Olof e Karin hanno letto una gran quantità di scritti e articoli scientifici dello stesso Darwin. Suoni artificiali e registrazioni ambientali (Olof è stato in Amazzonia per trovare l’ispirazione) sono stati mescolati e la musica è stata ispirata da un gran numero di fonti, dai vari stadi di apprendimento del canto degli uccelli alle lettere colme d’affetto di Darwin per la figlia Anne (scomparsa prematuramente).
Sul palco la cantate lirica mezzosoprano Kristina Wahlin, due attori, e sei ballerini. La versione in studio dell’opera si può scaricare gratuitamente (per chi si iscrive alla newsletter) dal sito di The Knife.

Federica Sgorbissa
Federica Sgorbissa è laureata in Psicologia con un dottorato in percezione visiva ottenuto all'Università di Trieste. Dopo l'università, ha ottenuto il Master in comunicazione della scienza della SISSA di Trieste. Da qui varie esperienze lavorative, fra le quali addetta all'ufficio comunicazione del science centre Immaginario Scientifico di Trieste e oggi nell'area comunicazione di SISSA Medialab. Come giornalista free lance collabora con alcune testate come Le Scienze e Mente & Cervello.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: