L’aloe dei miracoli

IL PARCO DELLE BUFALE – Nel marzo 2009, Marco Masoni et al. scrivevano sul British Medical Journal che i “link sponsorizzati” accanto al risultato di una ricerca con google.it contraddicevano il motto aziendale Don’t be evil. Il primo sponsor per la parola “aloe” vendeva – tra molto’altro – un adiuvante delle chemioterapie, un’alternativa a queste e una prevenzione del cancro a base di Aloe arborescens, come da ricetta di Padre Romano Zago. Gli autori concludevano che Google doveva controllare meglio  le inserzioni. Oggi al bar una signora raccomandava l’aloe vera contro le scottature e alla custode è venuto in mente di rifare l’esperimento.

Il primo link è sponsorizzato dal sunnominato Padre che vende rimedi per afflizioni minori, e lascia che ne reclamizzi le proprietà antitumorali, e altre, il dott. Giuseppe Nacci, “un medico da curriculum davvero notevole”, già sospeso in passato dall’Ordine dei medici di Trieste (ipse dixit).

Visto che c’era, la custode ha dato un’occhiata anche al secondo sponsor. Per 47 euro, vende 370 ml di un “preparato” a base di A. arborescens, il quale

da solo o in associazione con farmaci specifici, questo preparato facilita il recupero di stati deficitari associati a malattie acute e croniche incluso invecchiamento (anche invecchiamento cerebrale senile e demenza degenerativa tipo Alzheimer), malattie dismetaboliche e forme tumorali, epatopatie ed epatiti virali. Grassetto nell’originale ecc.

.

E gli addetti alla repressione delle frodi non hanno niente da controllare?

2 Commenti

  1. Ho usato l’aloe arborescens e posso testimoniare e provare con le mie analisi del sangue, che avevo le transaminasi a 80 e il colesterolo a 270, e con l’assunzione di questo benefico prodotto le transaminasi sono scemate a valore 22 e il colesterolo a 170. Inoltre avevo problemi di scarsa regolarità intestinale, adesso ogni mattina vado in bagno regolarmente e non soffro più di indigestione e bruciore alla bocca dello stomaco. A differenza ho assumevo farmaci prescritti dal medico che mi avevano provocato disturbi allo stomaco. Io stesso ho raccolto alcune foglie di aloe arborescens le ho frullate con tutta la buccia previa asportazione della parte laterale, ho aggiunto del miele biologico e un bicchierino di grappa, ho continuato a frullare il tutto e l’ho consercato in frigo. La posologia un cucchiaio mattino, mezzogiorno e sera, a dimenticavo consumo i kg di prodotto un mese si e un mese no, mi da un benessere generale e ha generato in me un aumento di vitalità e il numero dei rapporti sessuali. Il prodotto lo utilizzo esclusivamente per me e consiglio ad ognuno di voi di sperimentare questa terapia che ha me ha cambiato la vita.

  2. Io utilizzo aloe arborescens superiore della ditta Ghignone di Pecetto torinese, ho superato grazie a questo prodigioso prodotto naturale una seria patologia. Ritengo sia utile ricordarvi che in caso di chemio questo prodotto di questa azienda è unico. Ho utilizzato altri preparati di aloe precedentemente ma con esiti minori. Grazie dello spazio

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: