SALUTE

Invece del tonno rosso

Sui PNAS, esce una ricerca sull’effetto delle invasioni di meduse in aumento nelle acque costiere di tutto il mondo, Mediterraneo compreso. Non avendo predatori, interrompono la catena alimentare

CUCINA –  Robert Condon e altri biologi americani, canadesi e francesi hanno studiato per anni le comparse di due specie, rappresentative dell’intera famiglia, nell’estuario della York River, baia di Chesapeake. Ne hanno messe in vasca e analizzato il flusso energetico, cioè il tasso di carbonio, assorbito e riemesso sia da loro che dai batteri ai quali s’accompagnano di solito, dei gamma-proteobatteri, antichi anch’essi e finora piuttosto rari.

La Mnemiopsis leidyi e la Chrysaora quinquecirrha, già note per aver depauperato la biodiversità in altri estuari, trasformano l’energia del plancton di cui si nutrono in una biomassa gelatinosa che toglie l’appetito a qualunque predatore. Il carbonio contenuto nel plancton, sottratto ai pesci e ai frutti di mare, quindi alla dieta umana, viene riemesso dalle meduse nel proprio muco a beneficio esclusivo dei batteri di compagnia che, in loro presenza, lo metabolizzano sei volte più in fretta. Ma lo usano per respirare, invece che per crescere e moltiplicarsi, quindi rigurgitano sotto forma di CO2. La produzione del gas serra è notevole. Negli esperimenti in vasca, le meduse rilasciavano da 25 a 30 volte più carbonio che azoto, mentre nella materia organica marina il rapporto normale è di sei a uno.

Con i cambiamenti climatici, la pesca insostenibile di molte specie, l’aumento di liquami, fertilizzanti e pesticidi nei fiumi, gli habitat costieri diventano sempre più piacevoli per le meduse. Meglio abituarsi a far il bagno con la muta e a collezionare ricette… Oltre al jelly-burger che i lettori più assidui avranno già incollato nella loro copia del Cucchiaio d’argento, proponiamo oggi una deliziosa insalata vietnamita. Le porzioni sono per quattro:

400 g. di  medusa affettata sotto sale

2 cucchiai di olio d’oliva

1 cucchiaino di peperoncino tritato

1 cucchiaio di sesamo tostato

1 cucchiaino di sale marino

1 cucchiaio di zucchero

il succo di un limone verde

2 mele verdi pelate e frullate all’ultimo momento

1 cipolla rossa affettata sottile

100 g. di piselli da mangiare interi tagliati a strisce

1 cucchiaio di prezzemolo riccio tritato non troppo fine

Lavare le meduse, nutrienti, sane e comprate al supermercato cinese, lasciarle a bagno in acqua fresca per mezz’ora, sciacquarle e scolarle o asciugarle nella carta assorbente. In un’insalatiera, mescolarle prima con l’olio e il sesamo, assaggiare e se serve metterci il sale, aggiungere lo zucchero e il succo di limone verde, coprire con il frullato di mele e spolverare con il prezzemolo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: