Al Gore è ricco = la CO2 rinfresca il clima

La notizia di un’iniziativa di Al Gore Jr. ha incoraggiato un lettore a clonare tre bovine di taglia, nell’ordine di apparizione, media, piccola ed extralarge  

Il PARCO DELLE BUFALE  – Da alcuni anni, il tenore di vita dell’ex vicepresidente degli Stati Uniti Al Gore Jr. dovrebbe dimostrare sia la sua ipocrisia che l’inesistenza del riscaldamento globale antropico. Per esempio, un lettore commenta:

Sul contenuto scientifico di “An inconvenient truth”, penso basti il parere della Camera dei Lord inglese, che ne ha vietato la proiezione in tutte le scuole inglesi, per l’assoluta mancanza di scientificità.

Basterebbe se la Camera dei Lord avesse mai espresso un parere, il film non fosse stato adottato in molte scuole inglesi e in tutte quelle scozzesi e gallesi, e persino nel processo intentato da “scettici” per impedirlo, il giudice non avesse sentenziato che – malgrado quelle che gli sembravano “nove inaccuratezze” – il film era “sostanzialmente basato su ricerche scientifiche e su fatti”. Il lettore confonde poi gli ambientalisti con gli eremiti:

(…) Al Gore, così ”pseudoambientalista” da vivere in una villa con due piscine, che consuma, da sola, energia elettrica come una piccola città.

Pingui plutocrati son stati ghigliottinati per molto meno, sennonché da quattro anni la casa di Al Gore è uno spot per la rivoluzione verde, un tale tripudio di pannelli solari, pozzi geotermici, collettori d’acqua piovana e congegni termoregolatori da ottenere la più alta classifica di sostenibilità mai raggiunta da un edificio storico. Quanto alla villa californiana acquistata l’anno scorso, la sua proprietà è incerta fino alla conclusione della procedura di divorzio. Proprio quando Oggi Scienza sta trasformandosi in Gossip Blog pur di fornire una corretta informazione, come il Parto la freccia il lettore scocca un ultimo consiglio:

     Per una analisi seria del problema, digitate NIPCC, con qualsiasi motore di ricerca.

Giusto. L’NIPCC è l’ideale per giocare a chi scopre più critiche infondate, ipotesi strampalate e contraddizioni interne nei testi di lobbysti dell’industria petrol-carbonifera e di scienziati noti unicamente per le ricerche assenti o smentite. Li accomunano il disprezzo per la scienza del clima, tra altre, e uno stile più da Experimental Demonstration of the Tomatotopic Organization in the Soprano Cantatrix Sopranica L. che da Global Climate Changes as Forecast by Goddard Institute for Space Studies Three-Dimensional Model, due classici che non hanno preso una ruga. Inoltre all’NIPCC partecipa pure il prof. Franco Battaglia, un nome, una garanzia.

*

 Per un’analisi seria

Climate Change Reconsidered, il rapporto NIPCC integrale del 2009, presentato da Frederick Seitz, curato da Fred Singer e pubblicato dallo Heartland Institute

Nature, Not Human Activity, Rules the Climate, una sintesi del precedente

Recensione fatta e tradotta da ricercatori veri (è il post n. 9 verso il fondo della pagina)

–  Il capitolo sugli interessi politici ed economici dietro alla controversia americana sul clima in Merchants of Doubt di Naomi Oreskes ed Erik Conway.

Exxon Mobil Report: Smoke, Mirrors & Hot Air, l’inchiesta della Union of Concerned Scientists sul passaggio di “esperti” dal libro paga di Big Tobacco a quello di Big Oil.

Per un’analisi veloce

–  Un confronto tra le solite bufale e la scienza del clima

3 Commenti su Al Gore è ricco = la CO2 rinfresca il clima

  1. Quello che mi chiedo è che razza di paradosso sociologico sta portando questo periodo ad essere il più anti-scientifico della storia moderna, nella cultura di massa…

  2. questo articolo dimostra quanto sono potenti le lobby anti Al Gore; ancora : se le piscine ed i palazzi di Al Gore sono alimentate da energia rinnovabile, come anche voi dite, dove stà l’inquinamento e lo spreco energetico? pur di contrastare gli appelli alla NON distruzione del pianeta non si bada a nulla comprese le contraddizioni………….
    Luxiavos

  3. Claudio Costa // 25 luglio 2011 alle 9:11 // Rispondi

    Dopo questa difesa d’ufficio di Al Gore da parte della Coyaud il blog andrebbe rinominato da Oggisceinza in Oggiballe!

    Al Gore ha fatto errori scientifici mostruosi nel suo film:
    – la prova glaciologica di Vostok esposta da Gore è una balla colossale prima cresce la T poi la CO2 e qundo la T inizia a scendere il CO2 continu a salire per 1000 anni a dimostrare che sopra i 200 ppm ha poca influenza sul clima
    – la Toyota prius non ha nulla di ecologico dal punto d vista climatico, a parità di prestazioni con un’altra macchina a benzina comporta molte più emissioni di CO2 sia durante la produzione sia durante l’utilizzo. Il successo della Toyota non dipende certo dalla prius che riguarda una frazione decimale delle vendite USA della Toyota che invece riguardano Suv, pick up, fuoristrada, macchine di lusso (Lexus) e supersportive (Acura) cioè nulla di ecologico. Inoltre le macchine Toyota fatte in USA costano meno rispetto alle auto americane perchè i giappponesi utilizzano operai americani non sindacalizzati che costano molto meno il che dovrebbe fare inorridire la Coyaud che viene dall’Unità
    – il mare non si alzerà di 6 mt entro il secolo ma sta seguendo il trend degli ultimi secoli cioè 30 cm a secolo max anzi nel 900 il rateo è stato più alto nella prima metà del 900 ( quella senza CO2) rispetto alla seconda metà
    – i ghiacciai del kilimangiaro si stanno sciogliendo per il GW come gli altri, ma soproattutto per la deforestazione alle pendici
    -il lago Tchad non si sta prosciugando per l’agw ma per i prelievi a monte per l’irrigazione e per la siccità in atto da 6000 anni nella zona
    – i solfati non possono essere la causa principale del raffreddamento dal 1940 al 1975 perchè crescono 10 anni dopo il calo delle T e continuano a crescere per 10 fino al 1985 in pieno riscaldamento globale
    – l’uragano Katrina non ha nulla a che fare con il GW o con L’aGW
    – non c’è nessun rischio di diffusione di malaria o di febbre emorragica questo è solo catastrofismo

    se qualcuno continua a far vedere il film di AL Gore nelle scuole è perchè al catastrofismo non c’è mai fine. Del resto questo fa comodo a De Benedetti che fa i soldi con La sorgenia e che è l’editore principale della Coyaud e prima tessera dal PD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: