CRONACA

Il gregge è egoista

CRONACA – È l’uovo di colombo, ma i risultati sono interessanti. I biologi evoluzionisti ipotizzavano da tempo che il movimento complessivo  di certi gruppi di animali, per esempio le le greggi di erbivori sia guidato dalla tendenza degli individui a portarsi verso il centro del gruppo e non invece di correre in linea retta lontano da un predatore o, ancora, di disperdersi in maniera caotica. Questa tendenza verso il centro minimizzerebbe la probabilità di restare al margine del gregge e quindi di essere catturato. Finora però nessuno era riuscito a studiare il fenomeno in maniera quantitativa.

Strano che nessuno ci abbia pensato prima, ma Theodore Stankowich e colleghi dell’Università del Massacchussets, a Amherst, hanno messo un rilevatore di posizione GPS addosso a 46 pecore e ne hanno monitorato i movimenti con precisione in risposta alla presenza di un cane pastore. Hanno poi analizzato i movimenti con un calcolatore.

Conclusione: è vero che le pecore tendono a spostarsi verso il centro.

Oltre a confermare la tendenza egoista nello spostamento emergente del gregge lo studio offre sostegno alle ipotesi evoluzioniste secondo cui molte specie hanno iniziato a vivere in gruppi più o meno estesi per la tendenza degli individui a proteggersi dai predatori (anche a scapito dei compagni di branco).

Un’applicazione interessante può derivare dall’osservazione di come il movimento complessivo varia se gli animali sono colpiti da malattie infettive: un cambiamento in questo comportamento collettivo infatti potrebbe peremettre di scoprire tempestivamente le infezioni.

La ricerca è stata pubblicata su Current Biology.

Crediti immagine: maessive

Federica Sgorbissa
Federica Sgorbissa è laureata in Psicologia con un dottorato in percezione visiva ottenuto all'Università di Trieste. Dopo l'università, ha ottenuto il Master in comunicazione della scienza della SISSA di Trieste. Da qui varie esperienze lavorative, fra le quali addetta all'ufficio comunicazione del science centre Immaginario Scientifico di Trieste e oggi nell'area comunicazione di SISSA Medialab. Come giornalista free lance collabora con alcune testate come Le Scienze e Mente & Cervello.

1 Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: