Adriatico a rischio

È stata lanciata in questi giorni l’ultima campagna di Ocean Care, una ngo dedicata alla protezione di mari e oceani e della loro fauna. Questa volta, l’attenzione dei riflettori è puntata sulla compagnia norvegese Spectrum, che recentemente ha ottenuto l’autorizzazione per una campagna sismica su vasta scala nelle acque croate dell’Adriatico Meridionale.

OGGISCIENZA TV – È stata lanciata in questi giorni l’ultima campagna di Ocean Care, una ngo dedicata alla protezione di mari e oceani e della loro fauna. Questa volta, l’attenzione dei riflettori è puntata sulla compagnia norvegese Spectrum, che recentemente ha ottenuto l’autorizzazione per una campagna sismica su vasta scala nelle acque croate dell’Adriatico Meridionale. Si tratta di un’azione che desta preoccupazione per la fauna marina perché esistono comprovate evidenze scientifiche degli effetti negativi dei suoni utilizzati per sondare il fondale marino non solo sui mammiferi marini, ma anche su pesci, tartarughe e invertebrati marini per non parlare delle loro larve. Per questo dovrebbero essere messe in atto misure di mitigazione degli impatti ambientali, di cui però al momento non si hanno informazioni alcune. Ne parliamo con Drasko Holcer, curatore del Museo Croato di Storia Naturale e presidente del Blue World Institute of Marine Research and Conservation.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: