ATTUALITÀ

Nobel per la Chimica 2017 agli inventori della microscopia crioelettronica

Il prestigioso riconoscimento è andato al trio composto da Jacques Dubochet, Joachim Frank e Richard Henderson

ATTUALITÀ – Il Premio Nobel per la Chimica 2017 è andato al trio composto da Jacques Dubochet, Joachim Frank e Richard Henderson, “per aver sviluppato la microscopia crioelettronica per determinare in alta definizione le strutture delle biomolecole”.

Jacques Dubochet è un biofisico svizzero, oggi in pensione; ha conseguito il suo dottorato di ricerca all’Università di Ginevra e all’Università di Basilea. Joachim Frank, anche lui biofisico, è originario di Siegen in Germania e oggi insegna alla Columbia University di New York. Richard Henderson, biologo molecolare e biofisico, è originario di Edimburgo e oggi è il responsabile del laboratorio di Biologia Molecolare all’Università di Cambridge.

Il lavoro dei tre premi Nobel è stato fondamentale per portare questa tecnologia al livello moderno, superando i limiti imposti dalle tecniche usate in precedenza, come spettroscopia con tecnica di risonanza magnetica e cristallografia a raggi X.

“Un’immagine è uno strumento di comprensione. E molte rivoluzioni scientifiche sono state rese possibili proprio dalla visualizzazione di oggetti che prima erano invisibili all’occhio umano” ha scritto l’Accademia svedese nella motivazione che hanno portato al conferimento del premio.

Il microscopio crioelettronico ha reso possibile visualizzare le molecole biologiche ( anche il DNA e RNA) con un livello di dettaglio straordinario. Un processo di vitrificazione le congela molto rapidamente e le “immobilizza” preservandole, consentendoci di arrivare a osservare la struttura atomica delle molecole.

Gli altri premi Nobel del 2017:

Premio Nobel per la Medicina alla cronobiologia

Premio Nobel per la Fisica alle onde gravitazionali

Premio Nobel per la Letteratura a Kazuo Ishiguro

Premio Nobel per la Pace all’abolizione delle armi nucleari

Premio Nobel per l’Economia all’economia comportamentale

 

Eleonora Degano
Biologa di formazione, oggi giornalista e traduttrice freelance specializzata in zoologia, etologia e cognizione animale; collaboro soprattutto con l’edizione italiana di National Geographic e faccio parte della redazione di OggiScienza. Nel 2017 è uscito il mio primo libro «Animali. Abilità uniche e condivise tra le specie» pubblicato da Mondadori Università. Lo trovate qui ➡ http://amzn.to/2i2diPu

6 Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: