venerdì, 21 Febbraio, 2020

AMBIENTE

Uno spazio per parlare di inquinamento, biodiversità, politiche ambientali e molto altro.

AMBIENTE

La più indecente delle virtù si accorcia di 1 cm: inquinamento sotto accusa

AMBIENTE - Il peggior incubo di qualsiasi uomo pare si stia avverando: è stata osservata una riduzione di quasi un centimetro rispetto al passato di quella che Fabrizio De Andrè definì “la virtù meno apparente, fra tutte le virtù la più indecente”. Da una ricerca condotta dall'Università di Padova in città e nelle province venete risulta infatti che, rispetto a sessant'anni fa, l'organo sessuale maschile abbia subito modificazioni importanti. “La ricerca è nata da una campagna di prevenzione andrologica che stiamo seguendo da tempo – spiega il prof Carlo Foresta, noto patologo e coordinatore della ricerca – Abbiamo preso in esame circa 2000 ragazzi dell'ultimo anno delle scuole superiori e, dopo una prima fase di comunicazione delle possibili malattie del sistema riproduttivo dell'uomo e delle malattie sessualmente trasmesse, abbiamo svolto delle visite mediche nel corso delle quali abbiamo analizzato il liquido seminale dei volontari e considerato alcune misure antropometriche”. In quel momento i medici hanno scoperto che queste erano decisamente diverse da quelle di un passato non troppo lontano. Prima differenza saltata all'occhio dei ricercatori il mutato equilibrio tra tronco e gambe: “I giovani – precisa il professore – hanno in media gambe più lunghe rispetto a quelle dei giovani di un tempo in proporzione al tronco ed è noto che negli ipogonadici (cioè gli individui che hanno uno scarso funzionamento dei testicoli e quindi poca produzione di testosterone) gli arti crescono più del tronco. Questo accade principalmente durante l'adolescenza, quando è la presenza del testosterone a dare l'ultima 'spinta' di crescita”.
AMBIENTE

Mi tuffo o non mi tuffo? Questo è il problema

CRONACA - Allarme rosso o tutto bene ? L’estate si tinge di giallo per i bagnanti del Friuli Venezia Giulia, che per sfuggire alla canicola vogliono godere del refrigerio di un bagno senza paura per la propria salute. Il dubbio che forse una doccia sarebbe più salutare proveniva dai dati presentati da Goletta Verde, la storica campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio e all'informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane.
AMBIENTE

Il mare che soffoca

AMBIENTE - Per molti il nome Exxon Valdez è un ricordo sfocato. È il nome di una nave petroliera che nel 1989 si incaglia su una scogliera lungo la costa dell’Alaska, spargendo in mare 41 milioni di litri di petrolio. Solo per il contatto diretto con gli idrocarburi dispersi muoiono 250 mila uccelli marini, una popolazione di 3 mila lontre, 300 foche e miliardi di uova di salmone e aringa. Invece ciò che è successo il 20 aprile nelle acque del golfo del Messico lo abbiamo visto tutti. Durante le fasi di realizzazione di un pozzo in acque profonde si verifica un’esplosione sulla piattaforma petrolifera DeepWater Horizon, che affonda due giorni dopo
AMBIENTELA VOCE DEL MASTER

Biodiversità a Bologna

LA VOCE DEL MASTER - Il 2010 è l'anno internazionale della biodiversità. Prima di capire perché è importante e va protetta, è necessario farsi la più semplice delle domande: che cos'è? Domande e risposte sono state al centro del convegno ''2010: Odissea nella biodiversità'' che si è svolto l'8 maggio scorso a Bologna. Un confronto tra pubblico e addetti ai lavori organizzato dal WWF Emilia Romagna. Al centro, il rapporto tra uomo e ambiente nella regione. A sostegno delle parole e per raccontare in modo più efficace le meraviglie, spesso...
AMBIENTEIN EVIDENZA

Primavera silenziosa

La biodiversità è necessaria alla nostra sopravvivenza, tuttavia nutriamo forti pregiudizi nei confronti di alcuni insetti, definiti a priori molesti, e sospetti altrettanto forti sulla loro utilità. Non è giusto. . Sul Journal of Applied Biology, Brigitte Poulin e Gaetan Lefebvre del centro di ricerca  Tour de Valat nella borgata del Sambuc vicino ad Arles, e Leire Paz dello University College di Londra, spiegano come mai stanno declinando parecchie specie di uccelli provenzali. Per tre anni, hanno studiato l'effetto dell'insetticida Bacillus thurigiensis israelensis (Bti) - molto spruzzato in Camargue, anche...
AMBIENTE

È nata la Piattaforma, adesso le serve un nome

Venerdì scorso, a Busan in Corea del Sud, un vertice internazionale convocato dal Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNEP) e in collegamento con il vertice di Nairobi,  ha creato la Piattaforma intergovernativa politico-scientifica per la biodiversità e i servizi degli ecosistemi (Ipbes) con il compito di fornire  ai governi "una valutazione scientifica completa e utili a prendere le misure appropriate per il benessere umano sul pianeta." In pratica, un gruppo di scienziati riassumerà le ricerche in corso, informerà il mondo a scadenza regolare sulla situazione degli ecosistemi, e...
AMBIENTE

Il suolo minacciato

CRONACA - Italia: terra di abuso (e condono) edilizio. Mentre sulle pagine dei giornali ciclicamente rimbalza lo scandalo immobiliare del momento c'è chi si pone delle domande sull'impatto ambientale della cementificazione selvaggia (anche quella legale). Nicola Dall'Olio è autore e regista del film “Il suolo minacciato” (recentemente presentato al festival Cinemambiente di Torino dove ha ricevuto una menzione speciale fra i documentari italiani). Dal'olio e i suoi collaboratori (il documentario è stato prodotto da Legambiente Parma e Wwf Parma) hanno voluto dare la massima visibilità alla trasformazione (avvenuta letteralmente sotto ai loro occhi) della cosiddetta Food Valley, l'area di pianura padana intorno a Parma, una delle zone più importanti dal punto di vista agroalimentare della nostra penisola, trasformazione avvenuta nell'ultimo decennio o poco più. Nonostante questa zona continui a essere leader nel settore agricolo è sempre più territorio di conquista dei costruttori edili, e assomiglia sempre di più a una periferia suburbana.
1 62 63 64 65 66 68
Page 64 of 68