lunedì, Settembre 28, 2020

AMBIENTE

Uno spazio per parlare di inquinamento, biodiversità, politiche ambientali e molto altro.

AMBIENTE

Mediterraneo alla deriva

AMBIENTE - L’ultimo sequestro risale ai primi giorni di luglio quando la guardia costiera di Otranto ha fermato un peschereccio che aveva a bordo 10 km di “reti da posta derivanti” utilizzate per la cattura del pesce spada, da cui prendono il nome spadare. Secondo Legambiente nell’ultimo anno sono state sequestrate 133 km di spadare, ma per avere un’idea della gravità del fenomeno nel Mediterraneo basta dare uno sguardo a questi dati: 800 km di reti sequestrate dalla guardia costiera nel 2005, 400 nel 2006, 700 nel 2007 e 600 nel 2008. L’anno scorso tre sequestri furono particolarmente significativi: alle isole Eolie vennero confiscati 45 km di reti e 2 tonnellate di tonno rosso, 57 km di rete nel golfo di Taranto e nel canale di Sicilia fu intercettata l’imbarcazione Federica II che nascondeva nella stiva 16 pesci spada e otto esemplari di tonno rosso al di sotto della taglia minima consentita. Tutti pescati con i 10 km di rete che erano a bordo del peschereccio.
AMBIENTE

Il Prozac che fa impazzire il mare

CRONACA - Un piccolo crostaceo marino cambia comportamento in presenza dell'antidepressivo fluoxetina; il rischio è che tutto l'ecosistema marino venga destabilizzato. Uno studio britannico suggerisce che la flouxetina, il principio attivo del popolarissimo Prozac, giunta in mare attraverso gli scarichi fognari, potrebbe modificare l'ecosistema marino costiero, perché l'antidepressivo va a colpire proprio gli strati più bassi della piramide alimentare, modificando il comportamento di piccoli animali. La ricerca, condotta da Alex T. Ford (University of Portsmouth's Institute of Marine Sciences) e pubblicata su Acquatic Toxicology riguarda in particolare il comportamento del...
AMBIENTE

Marea nera in Mar Rosso

AMBIENTE - Un mese fa l'incidente di una piattaforma petrolifera ha riversato una chiazza di petrolio su 50 chilometri di costa egiziana, vicinoHurghada. Ma la vicenda è stata insabbiata. Inchiesta di Oggi Scienza
AMBIENTE

Polpi indovini, o solo cervelloni…

AMBIENTE -I mondiali di calcio sono finiti e la Spagna è campione del mondo. Cosa rimarrà nella nostra memoria? Certamente non le magie di Lionel Messi o i dribbling di Cristiano Ronaldo perché la scena mediatica è stata tutta per un polpo che vive nell’acquario di Oberhausen in Germania. Il cefalopode ha indovinato i pronostici delle gare della Germania (ma anche la finale Spagna-Olanda) mangiando sempre il mollusco rinchiuso nella vasca di plexiglas con la bandiera della squadra che poi avrebbe vinto la partita.
AMBIENTE

La più indecente delle virtù si accorcia di 1 cm: inquinamento sotto accusa

AMBIENTE - Il peggior incubo di qualsiasi uomo pare si stia avverando: è stata osservata una riduzione di quasi un centimetro rispetto al passato di quella che Fabrizio De Andrè definì “la virtù meno apparente, fra tutte le virtù la più indecente”. Da una ricerca condotta dall'Università di Padova in città e nelle province venete risulta infatti che, rispetto a sessant'anni fa, l'organo sessuale maschile abbia subito modificazioni importanti. “La ricerca è nata da una campagna di prevenzione andrologica che stiamo seguendo da tempo – spiega il prof Carlo Foresta, noto patologo e coordinatore della ricerca – Abbiamo preso in esame circa 2000 ragazzi dell'ultimo anno delle scuole superiori e, dopo una prima fase di comunicazione delle possibili malattie del sistema riproduttivo dell'uomo e delle malattie sessualmente trasmesse, abbiamo svolto delle visite mediche nel corso delle quali abbiamo analizzato il liquido seminale dei volontari e considerato alcune misure antropometriche”. In quel momento i medici hanno scoperto che queste erano decisamente diverse da quelle di un passato non troppo lontano. Prima differenza saltata all'occhio dei ricercatori il mutato equilibrio tra tronco e gambe: “I giovani – precisa il professore – hanno in media gambe più lunghe rispetto a quelle dei giovani di un tempo in proporzione al tronco ed è noto che negli ipogonadici (cioè gli individui che hanno uno scarso funzionamento dei testicoli e quindi poca produzione di testosterone) gli arti crescono più del tronco. Questo accade principalmente durante l'adolescenza, quando è la presenza del testosterone a dare l'ultima 'spinta' di crescita”.
AMBIENTE

Mi tuffo o non mi tuffo? Questo è il problema

CRONACA - Allarme rosso o tutto bene ? L’estate si tinge di giallo per i bagnanti del Friuli Venezia Giulia, che per sfuggire alla canicola vogliono godere del refrigerio di un bagno senza paura per la propria salute. Il dubbio che forse una doccia sarebbe più salutare proveniva dai dati presentati da Goletta Verde, la storica campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio e all'informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane.
AMBIENTE

Il mare che soffoca

AMBIENTE - Per molti il nome Exxon Valdez è un ricordo sfocato. È il nome di una nave petroliera che nel 1989 si incaglia su una scogliera lungo la costa dell’Alaska, spargendo in mare 41 milioni di litri di petrolio. Solo per il contatto diretto con gli idrocarburi dispersi muoiono 250 mila uccelli marini, una popolazione di 3 mila lontre, 300 foche e miliardi di uova di salmone e aringa. Invece ciò che è successo il 20 aprile nelle acque del golfo del Messico lo abbiamo visto tutti. Durante le fasi di realizzazione di un pozzo in acque profonde si verifica un’esplosione sulla piattaforma petrolifera DeepWater Horizon, che affonda due giorni dopo
1 64 65 66 67 68 71
Page 66 of 71