domenica, Settembre 22, 2019

ricerca

Una finestra sul futuro. Diamo uno sguardo alle nuove frontiere della ricerca e ai protagonisti che rendono possibile il progresso della scienza.

ricerca

Uova oggi e galline domani

L'International Energy Agency (IEA) pubblica Redrawing the energy-climate map, per chi fosse interessato a non superare i 2° C di aumento della temperatura, come pattuito da conferenze internazionali, "senza costi economici". Recensione.
ricerca

Pianta più piccola evolve prima

Nell’ambito dell’evoluzione, le dimensioni contano. La regola non è universalmente valida, ma sembra avere un peso importante all’interno del regno delle piante. Le specie di dimensioni minori evolvono più rapidamente di quelle più grandi, a un tasso fino a cinque volte maggiore. È la sorprendente scoperta di un team internazionale di biologi guidato da Robert Lanfear dell’Australian National University.
ricerca

Il mantello di invisibilità temporale che fa scomparire gli eventi

Dalla settimana scorsa, le prime pagine dei giornali di tutto il mondo si sono trasformate in un grande romanzo di spionaggio. Secondo due scoop del Guardian e del Washington Post, la National Security Agency (NSA, agenzia per la sicurezza nazionale statunitense) avrebbe infatti diretto accesso ai tabulati telefonici di milioni di cittadini americani e alle conversazioni online di milioni di cittadini stranieri grazie alla complicità di compagnie telefoniche e società informatiche.
CRONACASALUTE

Luce che cura

C’è chi passa due ore ogni giorno sotto la doccia per la costante sensazione di essere sporco, c’è chi non riesce ad allontanarsi da casa per il bisogno di chiudere ripetutamente la porta, c’è chi ha bisogno di scusarsi in continuazione, di sistemare le penne in maniera simmetrica o di dover rifare centinaia di volte il caffè alla macchinetta per il terrore che sia avvelenato.
ricerca

“Io ho visto tutto”. In forse l’attendibilità dei testimoni oculari

Essere stati testimoni oculari sulla scena di un crimine non è sufficiente a garantire la veridicità del proprio racconto, anche quando si è in buona fede. Una serie di studi condotti da un gruppo di ricercatori dell'Iowa State University, Stati Uniti, mostra infatti che è possibile manipolare un ricordo semplicemente suggerendo informazioni nuove o diverse. Il punto chiave è la tempistica.
SALUTE

Quando l’anestesia fa male

La prima volta che se ne sentì parlare era il 16 ottobre del 1946. Un dentista americano, William Thomas Green Morton, per la prima volta aveva usato un anestetico, l’etere, per operare un paziente e rimuovergli un tumore al collo. Da allora l’anestesia ha continuato a essere utilizzata e migliorata nel tempo. Sono stati scoperti anestetici sempre più sicuri ed efficaci, ma i lati oscuri sono ancora tanti. Ad iniziare dal suo meccanismo d’azione ancora sconosciuto, per finire con gli effetti tossici neuronali.
ricerca

L’identikit del primate più antico

Continua lo straordinario momento per la paleontologia nell'ambito dell'evoluzione dei primati: dopo la descrizione su Nature dei fossili della più antica scimmia antropomorfa finora nota (Rukwapithecus fleaglei) e della più antica scimmia del Vecchio Mondo finora nota (Nsungwepithecus gunnelli), originatesi subito dopo la separazione delle due linee evolutive intorno a 25 milioni di anni or sono, la medesima prestigiosa rivista inglese pubblica in questi giorni la scoperta del primate aplorrino (Subordine Haplorhini) più antico mai conosciuto. Tutti i primati attuali, ad eccezione di lemuri, galagoni e lori, che appartengono al Subordine Strepsirrhini, sono considerati primati aplorrini.
ricerca

8 Giugno, per una corretta informazione scientifica

EVENTI - L'iniziativa si chiama "Italia unita per una corretta informazione scientifica" e si terrà domani 8 giugno in vari luoghi nel nostro Paese. È promossa dall'organizzazione Pro-test a seguito di numerosi episodi controversi successi nel nostro Paese: dall'assalto ai laboratori di ricerca dell'Università di Milano da parti di gruppi animalisti, al "caso Stamina". L'intento è (il titolo dell'iniziativa non lascia dubbi) fornire al pubblico una corretta informazione su temi scientifici, specie quelli che colpiscono la cittadinanza da vicino. L'associazione Pro-test vede partecipare medici, biologi, veterinari e farmacologi. Soprattutto per quanto riguarda gli eventi legati all'informazione sulla sperimentazione animale si sono avuto già i primi incidenti, con iniziative di boicottaggio (che in certi casi hanno sfiorato la minaccia) da parte dei gruppi animalisti. Per esempio l'incontro su questo tema previsto alla libreria Ubik di Trieste è stato annullato per timore dei titolari che ci potessero essere gravi rischi per la sicurezza pubblica (sono stati bombardatai di email e post minacciosi). Grazie all'intervento dell'Università di Trieste - che l'ha annunciato tempestivamente oggi - l'incontro si terrà invece alle ore 11.30, presso la Sala conferenze della Biblioteca Statale di Trieste in Largo Papa Giovanni XXIII 6.
ricerca

La perfida Albione prende api per bombi

Il Dipartimento britannico per l’ambiente, l’alimentazione e gli affari rurali (FERA) si era opposto alla moratoria sull’uso dei neonicotinoidi in attesa dei risultati di uno studio sul campo che aveva commissionato. L’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) ne ha appena pubblicato la peer-review.
AMBIENTEOGGISCIENZA TV

Seguendo Nina

Si chiamano Nina, Viola, Macchia le balenottere equipaggiate con uno speciale trasmettitore satellitare che permette di conoscerne gli spostamenti. Infatti, nonostante la balenottera comune sia il secondo animale più grande del pianeta, questo tipo di informazioni oggi sono ancora relativamente poche.
1 275 276 277 278 279 366
Page 277 of 366