martedì, 28 Gennaio, 2020

SALUTE

Diamo uno sguardo al mondo della salute: ospedali, prevenzione, medici, politiche sanitarie, trend sulla salute degli italiani ma anche le ultime scoperte in campo medico.

SALUTE

Il sole e il destino dei farmaci

SALUTE - Quando assumiamo un farmaco il suo destino è presto detto: viene assorbito, si distribuisce nell'organismo, viene metabolizzato, ovvero “digerito”, e poi eliminato. Secondo i ricercatori del Karolinska Institute, in Svezia, la capacità dell’organismo di “digerire” i farmaci può essere influenzata dall’esposizione alla luce solare. Può quindi variare con le stagioni. La ricerca, pubblicata sulla rivista “Drug metabolism & Disposition “ prende le mosse dall’analisi di ciò che è accaduto nell’organismo di 70000 soggetti coinvolti nello studio. Si tratta di pazienti che, dopo aver subito un trapianto, assumevano con regolarità farmaci immunosoppressori volti a inibire l'insorgere di reazioni di rigetto. Gli studiosi hanno monitorato i livelli plasmatici di questi farmaci durante un anno solare e hanno confrontato quelli raggiunti in seguito all'assunzione durante il periodo invernale con quelli ottenuti dopo un'assunzione nel periodo estivo
SALUTE

Virus mangia virus

Identificato in Antartide un virus che prolifera a spese di altri virus, e che per questo ha un importante ruolo nell'ecosistema NOTIZIE - Dopo il fuoco di paglia del batterio all'arsenico Made in NASA ecco quella che, al contrario, sembra essere una scoperta veramente rivoluzionaria nella microbiologia. Un team di ricercatori australiani analizzando i genomi estratti da campioni prelevati all'Organic Lake, un bacino ipersalino in Antartide, ha scoperto un virofago, cioè un virus che vive a spese di un altro virus. Per riprodursi un normale virus, ad esempio un batteriofago,...
SALUTE

Contro la fame, un’abbuffata di dati

La settimana scorsa l'International Food Policy Research Institute (IFPRI) ha organizzato a Delhi la conferenza sulla sicurezza alimentare nei paesi poveri. A Roma giovedì, si discute dello stesso tema CUCINA - L’industria alimentare, spiegava Michael Pollan nel Dilemma dell'onnivoro e In difesa del cibo (Adelphi), dissocia i nutrienti dei cibi di base, li riassocia e li “integra” nelle preparazioni per vendere la stessa merce a un prezzo maggiorato. Ma siamo mammiferi onnivori. Per assimilare le proteine dei cereali, dei legumi, di certi tuberi - i cibi di base nella definizione...
CRONACASALUTE

Nucleare: misure e contromisure

SALUTE - La centrale di Fukushima era stata costruita per resistere a onde alte 5,7 metri. Certamente nessuno si aspettava che uno tsunami avrebbe provocato l’arrivo di onde alte quasi 20 metri. In questi giorni il Giappone fa la conta delle vittime dello tsunami e del terremoto, ma quello che più preoccupa è la situazione dell’incidente nucleare che ha causato la fuoriuscita di materiale radioattivo. La priorità assoluta è di limitare i danni e fermare l’emergenza. Per capire quali sono i reali rischi (allo stato attuale dello conoscenze) per la salute e quali sono le misure di decontaminazione che vengono attuate per limitare i danni abbiamo contattato Adolfo Esposito, Direttore del Servizio di Protezione dalle Radiazioni dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN).
COSTUME E SOCIETÀSALUTE

Porci con le ali

COSTUME - In Inghilterra il 14 marzo è iniziata la National Butchers' Week (la settimana nazionale dei macellai), durante la quale sono state organizzate bancarelle di carne, incontri per il pubblico e piccoli corsi su come cucinare al meglio la carne. Durante la stessa settimana il Meat Trades Journal, un giornale di settore del commercio della carne, ha organizzato un sondaggio per capire quanto gli inglesi conoscono ciò che mangiano, considerando un target di carnivori ed escludendo vegetariani o vegani. Più di 1.000 i partecipanti al sondaggio. I risultati sono stati a dir poco sconvolgenti: un considerevole numero di persone non sa distinguere tra una zona ed un'altra dell'animale, se lo vede già tagliato. Questo non ci lascia a bocca aperta, però 3 adulti – sottolineo “adulti – su 10 credono che esistano le alette di maiale, il cosciotto di fegato e la braciola di pollo e si aspettano, perciò di trovarle sul banco del loro macellaio di fiducia. E ancora: il 20% dei partecipanti è fermamente convinto che il tofu sia un alimento a base di carne, mentre almeno uno su venti afferma con certezza che le polpette, gli “haggis” (un insaccato di interiora di pecora con cipolla, grasso di rognone, farina d'avena, tipico della tradizione scozzese, che viene bollito per alcune ore nello stomaco dell'animale) e l'”oxtail” (coda bovina) non contengono affatto carne. Dunque, il tofu ai carnivori e le interiora ai vegetariani, pare.
SALUTE

Sieropositivi, ma immuni all’AIDS

SALUTE - Sebbene l'infezione da HIV non trattata alla fine porti a una immunodeficienza acquisita (AIDS), un piccolo gruppo di persone sieropositive, chiamate élite soppressori (lo 0,5 per cento di tutti gli individui affetti da HIV), sono in grado di controllare naturalmente l’infezione in assenza di una terapia antiretrovirale, o HAART. Questa capacità potrebbe essere la chiave per la messa a punto di un vaccino efficace.
SALUTE

Curiosando nel colesterolo

SALUTE - Le malattie cardiovascolari sono una tra le principali cause di morte nel mondo, provocando ogni anno più di 17 milioni di vittime. Questi almeno sono i dati che riporta l'Organizzazione Mondiale della Sanità. Tra i vari fattori di rischio ci sono gli elevati livelli di colesterolo nel sangue e la formazione di placche di accumulo sulle pareti dei vasi sanguigni. Oggi, grazie ad una ricerca condotta da ricercatori dell'Università di Cincinnati, sappiamo qualcosa di più riguardo al cosiddetto "colestrolo buono", l'HDL o high-density lipoprotein [Continua...] .
SALUTE

Distratti dalle sigarette

CRONACA - MS Classic Soft, Bis, Camel Natural Flavor, Colombo K.S. Filter, Davidoff Magnum, Linda, 821 Full, Ms Bionde, Super Filtro, MS International 100's, MS Red Box, Nazionale Box, Nazionali Filtro, Rothmans International. Pare che queste siano le sigarette con il maggior quantitativo di nicotina (1 mg), seguite dalle varie tipologie di Marlboro, che vanno dai 0.8 ai 0.6 mg per sigaretta (www.fumo.it). Va detto che si tratta di stime standardizzate, realizzate con delle macchine “fumatrici” che, se è vero che garantiscono l'esattezza della proporzione fra le diverse marche (la macchina “fuma” tutte le marche allo stesso modo), non garantiscono che quella segnalata sui pacchetti di sigarette sia l'effettiva quantità di nicotina aspirata da ciascun fumatore. La “smoking machine”, realizzata per testare i contenuti delle sostanze nelle varie marche, aspira il contenuto di una sigaretta attraverso un tampone, che trattiene le particelle di fumo e lascia filtrare il gas. I gas vengono analizzati per misurarne il livello di monossido di carbonio, mentre attraverso varie operazioni di disidratazione del particolato totale (quello che resta intrappolato nel tampone) si estrae la nicotina e se ne determina il livello all'interno del campione analizzato. Ma noi non siamo delle “smoking machine”, quindi ognuno di noi fuma in una maniera differente, anche da situazione a situazione, aspirando di più o di meno il contenuto della sigaretta. I fumatori mi capiranno: ci sono volte in cui una sigaretta dura un certo “tot”, mentre altre – per esempio prima di un esame – in cui quel “tot” si riduce alla sola “t” e la sigaretta sembra dissolversi come se fosse lunga la metà!
SALUTE

Quando il doping si fa genetico

SALUTE - Alcuni atleti ricorrono all'aiuto di farmaci e altre sostanze per migliorare la resistenza del proprio organismo, altri utilizzano gli strumenti della terapia genica per modificare le caratteristiche del proprio organismo,  alcuni fortunati sono invece "naturalmente dopati" per la presenza di mutazioni spontanee nel DNA. Questo è quello che ci ha raccontato Serena Zacchigna, medico-ricercatore presso il laborario di medicina molecolare dell'ICGEB di Trieste. Recentemente su OggiScienza abbiamo parlato di doping e delle sostanze che vengono utilizzate dagli atleti e oggi vi parliamo di quella che forse rappresenta la...
SALUTE

Se abitate lungo il golfo del Messico

SALUTE - Il Gulf Long-Term Follow-Up Study, diretto dall'epidemiologa Dale Sandler, è iniziato il 28 febbraio con l'invio dei primi questionari a volontari e lavoratori che hanno partecipato alle operazioni successive all'incidente per limitarne i danni, e ad alcuni residenti sulle coste di Texas, Alabama, Louisiana, Mississippi e Florida, principalmente. Finanziato anche con 6 milioni di dollari da BP, che non ha partecipato alla progettazione e non potrà intervenire nell'analisi dei dati, recluterà 55 mila volontari che dopo una visita medica e vari esami, verranno seguiti per 5 anni con questionari biennali ed eventualmente altre visite.
1 62 63 64 65 66 71
Page 64 of 71