giovedì, Novembre 26, 2020

archivepanda

ricerca

Del pandasutra e della longevità dei pappagalli

WHAAAT? Il venerdì casual della scienza - Che la riproduzione dei panda giganti in cattività sia una delle sfide più grandi nell’ambito della conservazione, non è una novità. Eppure è probabile che, salvo appassionati degli ursidi bicolore, non siano in molti a sapere cosa davvero comporti cercare di farli accoppiare. A illuminarci arriva il racconto di chi, proprio ora, se ne sta occupando allo zoo di Edimburgo, dove la coppia di panda Tian Tian e Yang Guang è caricata di molte aspettative in attesa della finestra di 36 ore durante la quale dovrebbe avvenire l’accoppiamento. Lo scorso anno Tian Tian era rimasta incinta, ma dopo l’impianto dell’ovulo, avvenuto con successo, purtroppo la gravidanza si è interrotta per motivi sconosciuti. A volte, spiegano gli esperti, questo succede a causa dello stress. Le femmine di panda, come molte altre specie animali tra le quali linci, ermellini e tassi, hanno un unico ciclo mestruale all’anno. Questo, insieme al fatto che si tratta di animali piuttosto solitari e in natura ne restano meno di 1.600, rende le cose un po’ più complicate.

Pudore di panda

La verità è che la vita del panda gigante perseguitato, decimato, sotto sorveglianza speciale, con sulle spalle la responsabilità di rappresentare la conservazione della Natura tutta, non è davvero facile, e a peggiorare le cose ci si mette l’ansia da prestazione.

Carnivori pentiti

NOTIZIE - Una questione di gusto: come fa l’evoluzione a costringere un animale carnivoro a nutrirsi di foglie di bambù? Gli toglie il gusto per la carne. Il panda è un animale per certi versi incredibile: si tratta infatti di un ex-carnivoro che per questioni di necessità è passato a una dieta strettamente vegetariana. Con tutti gli svantaggi del caso, visto che per potersi mantenere su questa dieta il panda non può far altro che sgranocchiare foglie di bambù tutto il santo giorno.

Il carnivoro vegetariano

Sequenziato il genoma del panda, con una sorpresa: dal punto di vista genetico, l'animale sarebbe perfettamente in grado di nutrirsi...