AMBIENTECRONACAULISSE

Oggi è il primo GG day italiano


CRONACA – Badili Badola, Tantu Verde, Terra di Nettuno, Rastrelli Ribelli, questi sono solo alcuni dei gruppi che praticano (illegalmente!) il “giardinaggio libero d’assalto” nel nostro Paese. Questa notte state attenti, potrete incontrali armati di vanga e zappa mentre sistemano l’aiuola sotto casa (sì, è un’aiuola, anche se di solito assomiglia di più a una discarica)

.

Oggi si celebra infatti la prima Giornata del Guerrilla Gardening italiano e tutti i gruppi italiani si sono coordinati in una serie di azioni locali sincronizzate. Quindi che siate a Milano, Roma, Palermo, Torino, o in tante altre città più o meno grandi, potrete incontrarli (e magari anche dar loro una mano). Se siete interessati, trovate tutte li informazioni sul sito ufficiale Guerrilla Gardening.

Il GG è un movimento nato negli anni ’70 negli Stati Uniti e si è diffuso in Italia solo di recente (il movimento nasce ufficialmente nel 2004). I guerriglieri giardinieri si prendono cura di tutte quelle aree incolte e abbandonate nel territorio urbano che dovrebbero essere tenute a posto dalle amministrazioni pubbliche ma il più delle volte versano in stati di degrado pietoso. Il guerrigliero cosa fa? Semplicemente pianta e coltiva questi fazzoletti (più o meno grandi) seminando e piantando, restituendo alla cittadinanza un’area verde. Quasi sempre queste azioni vengono fatte nell’illegalità, perché si tratta pur sempre di occupazione di suolo pubblico, ma sfido le forze dell’ordine a prendersela con questi Robin Hood ecologisti.

In occasione della celebrazione i GG italiani offrono anche una mostra fotografica che documenta questi anni di guerriglia urbana. La potete trovare al liceo artistico “Caravaggio” di Milano.

Partecipate anche voi questa notte! (O almeno date una mano a innaffiare da domani)

Federica Sgorbissa
Federica Sgorbissa è laureata in Psicologia con un dottorato in percezione visiva ottenuto all'Università di Trieste. Dopo l'università, ha ottenuto il Master in comunicazione della scienza della SISSA di Trieste. Da qui varie esperienze lavorative, fra le quali addetta all'ufficio comunicazione del science centre Immaginario Scientifico di Trieste e oggi nell'area comunicazione di SISSA Medialab. Come giornalista free lance collabora con alcune testate come Le Scienze e Mente & Cervello.

5 Commenti

  1. Grazie per l’articolo!
    Vi prego però di inserire un credito alle 4 foto che vi ho inviato. Come vi ho indicato via mail, sono di proprietà della fotografa Alessia Giangrande (sono le ultime 4 nell’album!) 😉

    Eleonora
    GuerrillaGardening.it

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: