AMBIENTE

Altre primavere silenziose

cardellinoAMBIENTE – Scotts Miracle-Gro è il primo distributore mondiale di prodotti per l’orticoltura e il giardinaggio, e negli Stati Uniti di mangimi per uccelli liberi e da voliera. Il mese scorso ha ammesso in tribunale di aver aggiunto ai mangimi un insetticida molto tossico per uccelli e pesci, violando le norme dell’Agenzia americana per la protezione dell’ambiente (EPA).

Il pirimifos-metile, della famiglia degli organofosfati, viene usato nei magazzini per proteggere da insetti e acari i semi di mais, colza, sorgo e cereali vari. Chi lo maneggia deve indossare maschera, guanti, tuta protettiva. Sono vietate le applicazioni all’esterno e “residenziali”, salvo eccezioni previste dall’Organizzazione Mondiale della Sanità: in America Latina, per esempio, fa parte degli insetticidi spruzzati sulle pareti interne delle case o aggiunte nelle vernici, contro le cimici che trasmettono il morbo di Chagas.

Nell’Unione Europea i livelli tollerati nei semi destinati a mangimi, olio, farine, sono molto bassi, fin troppo secondo alcune associazioni di produttori e dal novembre scorso le norme sono al riesame dell’Agenzia europea per la sicurezza alimentare di Parma.

Questo per dire che la tossicità del pirimifos metile ingerito dagli animali è ben nota. Nel 2007 infatti, un chimico e un ornitologo che lavoravano per la Scotts l’avevano segnalata ai dirigenti. La multinazionale ha continuato a vendere i mangimi  fino al marzo 2008, quando una denuncia anonima ha suscitato l’indagine dell’EPA e l’ingiuzione di ritirare dal mercato tutte le confezioni. In due anni e mezzo, ne erano state distribuite 73 milioni di cui soltanto 2 milioni sono state recuperate. La Scotts sembra aver fatto il minimo per informare la clientela, al punto che nel novembre 2009 confezioni letali sono state comprate da Wal-Mart, la più grande catena di ipermercati degli Stati Uniti.

Durante l’indagine, la Scotts aveva anche falsificato richieste di autorizzazione all’uso dell’insetticida nei mangimi per uccelli e tentato di accusare l’EPA di averli persi. Per chiudere la causa intentata dall’EPA per conto del governo federale, ha proposto un patteggiamento: è disposta a pagare 4 milioni di dollari di multa e 500 mila dollari a un’ONG per la protezione degli uccelli.

Su un fatturato di 2,8 miliardi e un utile netto di 121 milioni all’anno, 4,5 milioni fanno ridere i cardellini. Se vi sembrano troppi, ecco alcuni dei prodotti della Scotts – e della Monsanto per i quali ha la rappresentanza esclusiva – che potete comprare in Italia.

Immagine: Stieglitz, Wikipedia, CC

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: