MULTIMEDIA

Accadde oggi a… Diesel

23 febbraio 1893: Rudolf Diesel ottiene il brevetto per il motore che porta il suo nome

Crediti immagine: Wikimedia Commons

MULTIMEDIA – Fa parte della rosa dei personaggi che hanno fatto la storia dell’automobile, cioè dell’Automotive Hall of Fame, per aver sfidato la macchina a vapore. L’ingegnere tedesco Rudolf Diesel, sin dai tempi della scuola, si immagina un futuro industriale trainato da macchine diverse da quelle a vapore. Il basso rendimento energetico dell’invenzione di Watt spinge l’ingegnere tedesco a cercare la soluzione in una macchina termica con motore a combustione interna.

L’ambizione di Diesel è grande, ma il signor Heinrich von Buz, direttore generale dell’allora Maschinenfabrik di Augsburg, non dubita delle potenzialità di una nuova tecnologia e mette a disposizione laboratori e capitale per realizzare il progetto di Diesel.

Sfruttando il principio per cui l’aria compressa si riscalda, Diesel pensa di iniettare del combustibile liquido nell’aria riscaldata dalla compressione, in modo da sfruttare l’aumento della temperatura e della pressione per innescare una combustione. In sostanza, Diesel progetta un motore a combustione interna, alimentato a gasolio, che sfrutta la compressione dell’aria per ottenere l’accensione.

Tra i vari combustibili possibili, Diesel elimina la benzina perché troppo volatile e sceglie dei combustibili che inneschino più facilmente la combustione nel suo motore, come i distillati più pesanti del petrolio, gli oli vegetali e la polvere di carbone. Il motore viene brevettato nel 1893, ma fino al 1897 non viene costruito nessun esemplare che soddisfi il progetto dell’ingegnere tedesco.

Rudolf Diesel passa il resto della vita a mettere a punto il suo motore e a trovare sempre nuove soluzioni per aumentarne le performance e l’efficienza.

@giulirocko

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

Giulia Rocco
Pensa e produce oggetti multimediali per il giornalismo e l’editoria. L’hanno definita “sperimentatrice seriale”.

4 Commenti

  1. una piccola correzione… solo per dovere di cronaca:
    il primo combustibile usato da Diesel non era il gasolio ma la polvere di carbone che però, ovviamente, dava grossi problemi con gli iniettori.
    una seconda, piccola, correzione: la vera ragione per la quale Rudolf non poteva assolutamente usare la benzina è dovuta al fatto che con i rapporti di compressione propri dei diesel si avrebbe detonazione e rapida distruzione dei pistoni

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: