Revisione con scippo V: la pista napoletana

I plagi commessi da Giovanni Tarantino e Camine Finelli partono dall'Università Federico II e si moltiplicano sulle riviste di editori predoni.

Risultati immagini per peer review

IL PARCO DELLE BUFALE – Durante le festività, il solerte Peer 1 ha proseguito gli scavi tra i contributi scientifici, in discipline che spaziano dall’epatologia alla genetica e alla cardiologia, di Giovanni Tarantino dell’Università Federico II di Napoli e di Carmine Finelli a volte della stessa università e più spesso della Fondazione Stella Maris Mediterraneo.

Con l’aiuto di decine di coautori, i due specialisti della violazione del copyright e del furto dell’altrui proprietà intellettuale si avviano a battere un record mondiale.

Se si considerano le pubblicazioni indicizzate da PubMed, Tarantino batte con 18 plagi su 95 il suo giovane e brillante ex studente, arrivato per ora a 16 su 37. I collaboratori più assidui comprendono un ex studente di Tarantino ancor più giovane e brillante: Matteo Nicola Dario Di Minno che, scrive su ResearchGate, dalla laurea nel 2006 ha totalizzato ben 209 pubblicazioni, anche se nel 2015 ne elencava 20, ed è membro del comitato editoriale del World Journal of Gastroenterology, la rivista preferita da Tarantino & Finelli per collocarci la refurtiva.

Colpisce la quantità di collage riciclati da riviste a manuali e vice versa. Nel 2015 per esempio, Tarantino G., Di Minno M.N. e Finelli C. si sono comprati su Oncotarget – di dubbia reputazione – un montaggio affrettato di testi altrui che l’editore ha ritirato il 21 dicembre scorso senza fornire spiegazioni. Da alcuni mesi era un capitolo del volume Handbook of Lipids in Human Function a firma Tarantino e Finelli, per l’editore Elsevier.

Allo stesso modo il plagio “Nesfatin-1: role as possible new anti-obesity treatment“,  uscito nel 2014 a firma Carmine Finelli, Giuseppe MartelliRocco RossanoMaria Carmela Padula (tutti e tre dell’università della Basilicata), Nicolina La Sala, Luigi Sommella, Giovanni Tarantino, ricompare, senza l’ultimo autore, su una rivista diretta da Luigi Schiavo della Seconda Università di Napoli.

Quella rivista appartiene all’editore OMICS – denunciato per truffa ai danni dei clienti dalla Fair Trade Commission degli Stati Uniti – come quella fieramente diretta da Dario Siniscalco della stessa università, il cui rettore ritiene normale nel favorire le truffe OMICS e pazienza se un suo ricercatore ha usato 300 bambini autistici per testare gli intrugli di Marco Ruggiero.

Alle conferenze OMICS, basta pagare per partecipare e arricchire così l’azienda e il proprio curriculum. Il “servizio”, proposto anche da centinaia di docenti di altre università italiane, è stato usato da Finelli a San Francisco nel 2011, per fare un intervento di cui aveva scippato l’abstract a sei ricercatori del National Institute of Ageing di Baltimora.

Durante gli scavi, prosegue il silenzio delle autorità accademiche e sanitarie.

Leggi anche: Revisione con scippo; II III e IV

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

 

5 Commenti su Revisione con scippo V: la pista napoletana

  1. The OMICS grifters know the contempt that their name inspires, and they spin off subsidiary companies to try and hide it. So the OMICS subsidiary “E-science Central” sent out a press release, claiming that Prof. Tarantino belonged to the prestigious Editorial Board of a new journal-shaped rubbish bin called “Clinical Microbiology”:
    https://www.esciencecentral.org/journals/admin/flyer-pdfs/Clinical-Microbiology-Open-Access-flyer.pdf

    In Tarantino’s defense, he is not on the Editorial Board of “Clinical Microbiology” now. I can easily believe that they tricked him into accepting an invitation, and that he left the board as soon as he realised that it was a branch of the OMICS scam.

  2. Smut Clyde,
    Thanks for your help.
    Tarantino might be picky, but hundreds of Italian academics aren’t.

    tutti,
    punteggio aggiornato al 15 gennaio: Tarantino 21 plagi, Finelli 16.

  3. punteggio aggiornato al 15 gennaio: Tarantino 21 plagi, Finelli 16.

    Professor Finelli’s latest — “Dealing with the visceral fat reduction to slow the progression of NAFLD” — is in press but not yet officially published, and currently behind a paywall.
    http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1550728916308851

    Perhaps someone has institutional access to the journal “Surgery for Obesity and Related Diseases”, and can confirm its originality.

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. Revisione con scippo V: la pista napoletana – ReportNews
  2. Vince l'Università Federico II - Ocasapiens - Blog - Repubblica.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: