venerdì, Luglio 10, 2020
LIBRI

“Fatti assodati sulle uova” di Lena Sjöberg

Un libro edito da Camelozampa ci racconta curiosità sulle uova e sugli animali che le depongono. Come fa a respirare il pulcino? Esistono uova quadrate?

“Quando ci trasferimmo in campagna dalla città, cominciammo a desiderare delle galline. La sesta estate il sogno divenne realtà: quattro galline e un gallo traslocarono nel nostro piccolo pollaio. Già il primo giorno la gallina Sylvia fece un uovo! Lo trovammo nel nido, appena deposto e ancora caldo.” Da quel momento le domande si susseguirono nella testa dell’autrice e dei lettori di Fatti assodati sulle uova pubblicato in Italia da Camelozampa.

Come fa il pulcino a respirare dentro l’uovo? Per quanto tempo una gallina produce uova? La vipera depone le uova? Cos’è un bombo parassita? C’è un animale che depone uova quadrate? Le risposte le troviamo in questo picture book che assomiglia a un atlante, intrigante e ricco di curiosità, adatto a piccoli e grandi lettori e lettrici dai 6 anni in su.

È Scritto e illustrato da Lena Sjöberg, illustratrice e graphic designer svedese, conosciuta soprattutto per i suoi libri non-fiction e di divulgazione per bambini. Con Fatti assodati sulle uova ha raggiunto molti riconoscimenti, tra cui la Medaglia d’oro Kolla! premio dell’Associazione Illustratori svedese, e ha inaugurato la collana di divulgazione illustrata LE SINAPSI della casa editrice italiana.

Il titolo non lascia spazio a fraintendimenti, in queste pagine si parla di uova, ma galline e uccelli non sono gli unici protagonisti. Piccoli lettori e lettrici, pagina dopo pagina, scoprono che chi depone le uova non è necessariamente pennuto: insetti e aracnidi, serpenti e lucertole, rane e tartarughe, coccodrilli e pesci, persino i dinosauri ed eccezionalmente anche due mammiferi. Il primo è l’ornitorinco che depone due uova l’anno con il guscio morbido, covate per 12 giorni, mentre l’altro mammifero oviparo è l’echidna che depone un uovo che si schiude nel suo marsupio. I mammiferi ovipari appartengono all’ordine dei monotremi e vivono in Australia e Nuova Guinea.

L’albo non è solo una panoramica tra le diverse forme di uova, tra bianche, gialle, rosse, verdi e azzurre, pesanti 1 chilo e più (struzzo) o mezzo grammo (Colibrì di Elena), ma è anche un viaggio dentro al guscio per andare a esplorare come funziona la vita al suo interno. Come fa il pulcino a respirare e nutrirsi là dentro? Come fa l’albume a proteggere il piccolo Pio Pio dall’azione di eventuali batteri? Come ha inizio la schiusa?

Il libro è un tuffo, non solo in tuorlo e albume, ma anche negli abissi marini dove poter osservare le uova dal guscio morbido di pesci, ricci di mare, gamberetti e alcune conchiglie; dove scoprire fatti bizzarri (e non solo assodati) sulle uova.

Dopo due anni da maschio, il gamberetto boreale cambia sesso e diventa femmina. Le uova si formano nella testa  prima di essere fecondate, poi restano nella pancia fino alla schiusa. Le uova di medusa crescono attaccate ai tentacoli della madre fino a diventare larve. Poi si fissano sul fondale, dove cambiano forma e ognuna di loro si divide in tante piccole meduse. Nel cavalluccio marino è il maschio a restare incinto. La femmina depone circa 2000 uova dentro una tasca incubatrice sulla pancia del maschio. Lì le uova vengono fecondate e prendono il nutrimento da una sorta di placenta prima di schiudersi. Poi i piccoli nuotano fuori come minuscole copie dei genitori.

Scoprire le uova è anche l’occasione per comprendere il significato di termini complessi quale oviparo, viviparo, ovoviviparo, ermafrodita, partenogenesi e metamorfosi.

E se la narrazione è pressoché assente, a favore del potenziale informativo dell’opera divulgativa, il coinvolgimento di lettori e lettrici è mantenuto alto da un ritmo visivo vivace e un disegno sobrio, tinto con colori pastello che variano di tavola in tavola. L’occhio attento noterà la texture del guscio d’uovo nello sfondo di ciascuna pagina, che sembra uniforme ma non lo è, come anche nei risguardi.

Se vastità e varietà delle uova suscitano immaginazione e creatività, Lena Sjöberg soddisfa lettori e lettrici, accompagnandoli avanti e indietro nel tempo e nello spazio tra uova vichinghe e cosmiche, concludendo il libro con ricette e passatempi, attività da fare con colori e pennello o cucchiaio e fornello!


Leggi anche: Ninna, il piccolo riccio con un grande cuore

Articolo pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

Veronica Ruberti
Laurea in Scienze Cognitive e master in Comunicazione della Scienza alla SISSA di Trieste. Adora gli albi illustrati, la radio e la loro evoluzione digitale. Lavora in Fondazione per la Scuola, si occupa di comunicazione e formazione docenti per una scuola innovativa, creativa e inclusiva. Ha raccontato curiosità scientifiche ai microfoni di Radio Capodistria nella rubrica Spicchio di Scienza, scrive di divulgazione scientifica per l’infanzia.

1 Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: