martedì, Settembre 28, 2021
PODCAST

Terza puntata di In transito: il tribunale

Il podcast che racconta, puntata dopo puntata, il viaggio delle persone che affrontano il cambio di genere

Il podcast In transito racconta il percorso che affronta chi, in Italia, non si riconosce nel genere o nel sesso assegnato alla nascita. Si tratta di un percorso lungo, complesso, a tratti sofferto, ma che al tempo stesso è ben codificato sia dalla legge che dai protocolli medici.
Attraverso le voci di professionisti che lavorano nell’ambito, e le storie delle persone che hanno vissuto una transizione in prima persona, abbiamo ripercorso le tappe di questo viaggio. Siamo partite da un consultorio specializzato, siamo passate per ambulatori di psicologi e medici, ci siamo sedute nella sala d’attesa di un reparto di chirurgia, nello studio di un’avvocata e nell’aula di un tribunale.

—-

Un punto che accomuna praticamente tutti i percorsi di transizione, è il tempo. Da quando le persone prendono coscienza della propria condizione a quando iniziano a vivere un’esistenza che sentono propria, fino ad arrivare a stringere tra le mani una nuova carta di identità, passano anni.
Il percorso legale, che si svolge in parallelo a quello di transizione fisica, è regolato da una legge che in Italia risale al 1982 e che prevedeva l’obbligo dell’operazione chirurgica.
Dal 2015, però, la situazione è cambiata: una serie di sentenze emanate dai tribunali nazionali e dalla Corte costituzionale e di cassazione hanno specificato che l’intervento è una scelta della persona e non una tappa obbligata nel percorso di transizione legale.
Cliccate sul player per ascoltare il podcast!

di Michela Perrone e Viola Bachini

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Michela Perrone
Appassionata di montagna e di tecnologia, scrivo soprattutto di medicina e salute. Curiosa dalla nascita, giornalista dal 2010, amo raccontare la realtà che mi circonda con articoli, video e foto. Freelance dentro e fuori, ho una laurea in Comunicazione e un master in Comunicazione della Scienza.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: