venerdì, Aprile 10, 2020

archiveAnthony Watts

Copritevi

Appreso prima dal dott. Vincenzo Zappalà che l'Europa va "verso un'era glaciale" e a fine luglio che "Il riscaldamento continua a diminuire", la custode raccomanda caldamente ai lettori di uscire con "sciarpe e cappelli" come consiglia da tempo il ten. col. Guido Guidi.

Sprint finali

Per poter essere inclusi nel V rapporto dell'IPCC, gli articoli di ricerca sul clima devono essere stati sottoposti a una rivista entro il 31 luglio 2012 e approvato entro marzo 2013. Ma la scorsa settimana due auto-pubblicazioni partecipavano a una gara diversa.

La retroguardia non s’arrende

IL PARCO DELLE BUFALE - L’illustre prof. Franco Battaglia torna a occuparsi di clima, reduce di tre mesi di vacanza che avevano fatto temere un'estromissione dal Giornale dopo i coraggiosi contributi televisivi dato alla vittoria del no alle centrali nucleari. Il 30 novembre interveniva a proposito dell’editoriale di Nature sui risultati di BEST, vedi bufala precedente, messi sul sito del gruppo prima ancora di uscire su una rivista. L’editoriale dell’ultimo numero invita gli scienziati a inviare articoli sul tema del clima: nulla di strano, direte voi. Peccato che esordiscano così: «sono benvenuti risultati di ricerca che confermino i cambiamenti climatici antropogenici». Peccato che “antropogenici” non c'è in tutto l'editoriale. La frase citata fra virgolette viene dal sottotitolo: Risultati che confermano i cambiamenti climatici sono benvenuti, anche se resi pubblici prima della peer review