domenica, Aprile 5, 2020

archivebagni

Una pratica ben nota?

COSTUME E SOCIETÀ - In attesa che Curiosity trovi batteri su Marte, un gruppo di biologi americani ha censito quelli di provenienza umana prevalenti nei bagni dell'università del Colorado, a Boulder. Ha anche trovato le tracce di un'usanza che alla redazione di Oggi Scienza era sconosciuta. Qualche lettore può dirci se è diffusa anche in Italia? Gilberto Flores e altri sei microbiologi pubblicano su PLoS One una ricerca la cui lettura è sconsigliata agli ipocondriaci. Per gli altri, pubblichiamo alcuni estratti che ci sembrano eloquenti. In un solo giorno del novembre 2010, gli autori hanno raccolto campioni da 10 superfici: maniglie della porta d’ingresso, interne ed esterne, maniglie della porta della toilette, interne ed esterne, rubinetti, specchio, distributore di sapone, lunetta del w.c., maniglia dello sciacquone, pavimento attorno al w.c, pavimento sotto il lavandino in 12 bagni dell’università del Colorado (6 femminili, 6 maschili). Paragonati ad altri ambienti interni, i bagni pubblici offrono infatti un ambito unico per esplorare la diversità microbica, date le attività che lì si svolgono e l’elevata frequenza di uso da parte di individui con abitudini igieniche diverse.