venerdì, Dicembre 3, 2021

archivenanoscienze

Sul principio del tornasole

ANNO INTERNAZIONALE DELLA CHIMICA - L'acqua infetta è la prima causa di mortalità, infantile soprattutto, nei paesi poveri e per ora i test per determinare la presenza o meno di patogeni sono costosi, ci mettono giorni a fornire una risposta e richiedono laboratori e personale specializzato che nel terzo mondo sono rari. Da oltre un secolo si cercano metodi veloci e facili da usare sul campo, insomma l'equivalente della cartina al tornasole inventata da Louis J. Gay-Lussac quasi due secoli fa (s'impara nelle scuole francesi, ma potrebbe essere un caso di sciovinismo...).

Giochi di luce

FUTURO - Qualcuno ricorderà Giulio Casati, dell'università dell'Insubria: nel gennaio 2008 era stato il primo a mandare soldi da Como a Chiasso con un esperimento di crittografia quantistica perfettamente riuscito, nessuno gli ha portato via i 10 euro virtuali mentre li trafugava in Svizzera. Il 22 aprile scorso, insieme al "giovane collaboratore" Stefano Lepri dell'Istituto per i sistemi complessi del CNR, a Firenze, ha smentito sulle Physical Review Letters il teorema secolare della reciprocità, secondo il quale un'onda di luce attraversa un materiale trasparente nello stesso modo da destra o sinistra, da su o giù. Se accendete una lampada fuori o dentro dalla finestra la vedete comunque. I fisici cercano di costringere la luce a seguire la strada che dicono loro in cristalli fotonici con i quali costruire dei diodi, come quelli che fanno passare la corrente elettrica in un senso e la bloccano nell'altro, ma con fotoni al posto degli elettroni. E' possibile, ma solo se il cristallo genera un'onda la cui frequenza è doppia di quella originale. Nel cristallo-diodo si blocca, quella originale però non ne vuole sapere