CRONACA

L’informatica fa il fotografo provetto

Un nuovo software che analizza e modifica le immagini promette miracoli anche per i principianti in fotografia

NOTIZIE – Matematica, geometria e informatica vengono in aiuto dei fotografi principianti. Un nuovo software promette il miracolo: trasformare i nostri scatti incerti in capolavori da professionista. Come? Basandosi su colore e forma  il software individua i punti salienti di un’immagine, spiegano Daniel Cohen-Or e Lior Wolf dell’Università di Tel-Aviv, in Israele, – che hanno lavorato con i colleghi cinesi dell’Università Zhejiang di Hangzhou – e li “riposiziona” secondo alcune note regole di composizione dell’immagine (in questo video potete vedere alcuni dettagli).

Una regola per esempio è quella dei terzi, dove l’immagine, usando due linee verticali e due orizzontali, viene divisa in nove settori uguali: i punti di interesenzione delle linee sono quelli dove gli oggetti importanti dell’immagine andrebbero posizionati. Il software inoltre individua se ci sono disposizioni diagonali di oggetti nell’immagine e le modifica in modo che siano più vicine possibile alle diagonali che uniscono gli angoli opposti della fotografia.  Una terza regola applicata dal programma è quella di distribuire in maniera più uniforme gli oggetti attorno al centro dell’immagine.

Il software è progettato in modo da minimizzare la distorsione indotta dagli spostamenti nell’immagine (nei punti salienti l’oggetto viene scalato in maniera uniforme, mentre in quelli non salienti, visto che la distorsione è meno visibile, si agisce con maggiore libertà). Nei test gli scienziati hanno “rimescolato” alcune fotografie eseguite da professionisti e le hanno poi fatte esaminare dal software: le immagini finali sono risultate molto simili alle originali.

Il software sarà presentato in maggio alla conferenza Eurographics 2010 a Norrköping in Svezia, e secondo qualcuno sarà facile vederlo incorporato in futuro in programmi di fotoritocco come Photoshop.

Federica Sgorbissa
Federica Sgorbissa è laureata in Psicologia con un dottorato in percezione visiva ottenuto all'Università di Trieste. Dopo l'università, ha ottenuto il Master in comunicazione della scienza della SISSA di Trieste. Da qui varie esperienze lavorative, fra le quali addetta all'ufficio comunicazione del science centre Immaginario Scientifico di Trieste e oggi nell'area comunicazione di SISSA Medialab. Come giornalista free lance collabora con alcune testate come Le Scienze e Mente & Cervello.

1 Commento

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: