IL PARCO DELLE BUFALE

Raggi X in diluizione 30C

Dal collega Stefano Dalla Casa di recente diplomato in omeopatia on line, ma che continua a studiare, la custode ha saputo della pubblicazione di “Malattia e avvelenamento da radiazioni: linee-guida per la prevenzione e la cura omeopatica”.

IL PARCO DELLE BUFALE – Homeopathy Plus è una rivista-negozio-studio medico-scuola di formazione-consulenze ecc. diretta “dall’omeopata e donna d’affari” australiana Fran Sheffield. Il 12 marzo i suoi abbonati ricevevano questo mail (estratti):

Sulla scia del grave terremoto e dello tsunami che hanno colpito il  Giappone venerdì, è avvenuta un’esplosione nella centrale nucleare di Fukushima. È stato riferito che la radiazione era fuoriuscita dalla centrale già prima dell’esplosione e le autorità giapponesi temono ora che abbia avuto luogo un meltdown con un’ulteriore contaminazione. La gente viene evacuata dall’area, mentre gli ingegneri si dibattono per contenere il danno. Se la situazione si aggravasse, il materiale radioattivo trasportato dal vento e dalle correnti d’aria potrebbe diffondere materiali contaminati in isole e paesi circostanti.

Per tutti gli interessati, ci sono misure protettive che si possono prendere con l’omeopatia.

I rimedi-chiave usati nella ricerca o storicamente per prevenire o trattare gli avvelenamenti da radiazioni comprendono i seguenti

(Sul sito della rivista il disastro è più contenuto, le correnti oltre che aeree sono marine per meglio raggiungere la clientela australiana, e la frase che precede è sostituita da: “A Homeopathy Plus, abbiamo limitato i nostri suggerimenti ai rimedi i cui effetti sono supportati da ricerche e/o confermati da successi clinici riferiti da medici che si sono occupati di esposizione alle radiazioni durante le Grandi Guerre Mondiali.”)

  1. Cadmium iodatum
  2. Cadmium sulph.
  3. Fosforo
  4. Strontium carbonicum
  5. Raggi X

In caso di esposizione, uno di questi può essere assunto come risposta di emergenza tre volte al giorno alla potenza 30C. Non superate le 6 dosi al giorno senza consultare il vostro omeopata.

La custode si scusa, ma non se l’è sentita di mettere in cima al post un’immagine amena.

6 Commenti

  1. La mia tiroide ringrazia.
    Forse non ho capito bene, ma allora quando è successo il disastro di Chernobyl mi sarebbe bastato -e non solo a me-, farmi una bella dose di raggi x per salvare la mia tiroide? Mi sembra alquanto bizzarro.

    1. @blackdukess
      Ma no, che hai capito, avresti dovuto prendere una diluizione almeno 300CH, in pratica farti scrivere una cartolina autografa da una persona con un cronografo con i puntini luminosi (radioattivi!) al polso e rileggerla 6 volte al giorno, senza assumere pomodoro durante la cura. 😎

    2. @blackdukess
      Attenzione, raggi X diluiti alla trentesima potenza!
      Siccome è materialmente impossibile diluire delle radiazioni, saccarosio industriale al 100%…

      1. Grazie Sylvie , il mio era un sarcasmo leggero…. credo che in fondo ci sia poco da fare, ci avvelenano lentamente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: