IL PARCO DELLE BUFALE

Tentazione, cadere in


IL PARCO DELLE BUFALE – Il fisico Riccardo Reitano ha fatto una peer-review della cosmogonia di Ben Boux, famoso per la Nuova umanità e per un “processo di produzione di energia da fonti non convenzionali”, per dirla con il prof. Ferrari, che garantisce “una resa del 250%, una potenza gratuita del 150%!”

Il pregevole risultato si basa sulla teoria bouxiana dell’atomo, in particolare, e dell’universo in generale.  Estratto:

L’universo è elettrico. È composto di un solo componente, a cui sono associate alcune proprietà su più dimensioni, che ne caratterizzano il comportamento. Per parlare in termini esoterici l’universo è composto di Luce, innumerevoli componenti essenziali, e agisce tramite il Verbo, la caratterizzazione delle grandezze efferenti intrinseche. Tutte le manifestazioni della realtà, la materia ed i campi di forze che la accompagnano sono, in pratica, la stessa cosa.

Bella come un’equazione di Dirac, ha pensato la custode folgorata e ora confortata dalla valutazione del prof. Reitano:

Per evitare che altri cadano come me nella tentazione di un sicuro divertimento, riporto solo l’origine della rivelazione come, dicono, lui stesso ha scritto in una lettera a Rubbia.

L’inizio è che “Dio è il creatore, ma insieme è anche il figlio di Dio, ed anche, oggi, l’incarnazione in una ineffabile creatura che dimora in una astronave che stanzia nel sistema solare”.

Non possiamo comunicare direttamente con lui ma “Oggi è presente tra noi e si manifesta come Gyeorgos Ceres Hatonn, comandante della flotta Pleiadeana, oppure come Aton, oppure come Michael Christ”.

Infine, “Come Hatonn, negli anni passati ha inviato una serie di documenti scritti da un collaboratore, qui sulla terra in Usa, e trasmessi via radio dalla astronave Phoenix”.

In seconda battuta, “Esiste un altro autore molto competente in materie scientifiche, Germain, questi è un Maestro asceso, cioè un essere umano del passato che ha raggiunto uno stato di elevazione spirituale tale da permettergli di passare allo stadio successivo dell’esistenza” (…)

Se ha ragione lui e abbiamo notizie di prima mano sulle leggi che governano il mondo direttamente da Colui che le ha create, presto il mio lavoro sarà inutile e mi licenzieranno. Dovrò mendicare un posto nella Flotta Pleiadeana.

La custode ringrazia il prof. Reitano e augura buon viaggio Carnevale anche a lui, ma ritiene che la lettera originale meriti, e ripaghi con ore di giubilo, uno studio approfondito nonché comparato con le teorie dei promotori di e-cat, athanor ecc. pubblicate in questi anni su 22 passi.

Gradirebbe inoltre sapere cos’ha risposto Carlo Rubbia una volta ripreso i sensi.  

(1) Di cui duole segnalare la chiusura provvisoria e sospensione definitiva ma forse temporanea o meno.

Foto: INFN

8 Commenti

  1. o perbacco! tra l’altro seguendo uno dei link che segnali si arriva ad una lunga lettera in cui si dice “Il buon Dio si è preso di recente il disturbo di scriverci di Suo pugno (mediante uno scriba moderno, via radio) la descrizione del creato, dell’universo, della “luce”, dell’energia, della materia, e molto altro. Durante tutta la descrizione ha usato parole semplici e non ha usato nemmeno una formula matematica, ed essendo Lui la massima autorità possibile in materia. Gli possiamo certamente credere ”
    … siccome io non uso la radio, come faccio a far sapere a Dio che se avesse bisogno di me è meglio una mail? Siccome lui tutto può non dovrebbe avere problemi.

  2. @Mauro
    Son contenta che questa versione del creazionismo susciti il tuo interesse, spero che possa essere utile anche agli amici di Pikaia.

  3. @tutti
    La custode precisa che la nota 1 si riferisce a 22 passi e non, ripete NON, all’Umanità nuova e chiede umilmente scusa a Ben Boux e al Comando di Ahstar.

  4. Saluti e auspici da Thartos figlio delle funeste comete parallele al cono di luce eterica governato dal B;niacinico carbossilico olo mentagramma .
    E che diamine voglio il nobel!.

  5. Sylvie
    forse questa storia non meritava la menzione nel Parco delle Bufale. Ai Direttori dei Dipartimenti di matematica o fisica arrivano con una certa frequenza lettere di persone che credono di aver dimostrato teoremi notoriamente indimostrabili, concepito moti perpetui o altri strani marchingegni.
    Quand’ero studente, davanti il mio Dipartimento stazionava un signore con cartelli pieni di formule che attaccava bottone con docenti e studenti per spiegare le sue teorie e ne approfittava per prendere appunti per i successivi cartelli. Fra di noi correva voce, mai confermata e probabilmente falsa, che fosse un ex studente ammattito per colpa del troppo studio.
    Queste cose rientrano più fra le note di costume che fra le bufale, per questo la lettura è piacevole. La bufala è sottile, ha una parvenza di realtà mentre nasconde qualcosa; è concepita per prendere in giro la gente. Il Sig. Boux è aperto, non nasconde nulla, dal ritenersi più intelligente della media alla sua cosmogonia. Chiede, di fatto, un atto di fede; il lettore, Rubbia in questo caso, sceglierà poi se credere o meno.
    In fondo questo Ben Boux mi sta quasi simpatico, come il signore con i cartelli di quando ero studente 🙂

  6. OMG, non ne sapevo niente!!
    Dunque quelli delle scie chimiche non sono il top, devono accontentarsi del secondo posto ex-aequo con quelli convinti che i Maya volassero sulle astronavi/fossero visitati dagli E.T.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: