JEKYLL

Italiani campioni di “share”

Come va internet? Guarda l'infografica interattiva realizzata da Silvia Gerola sull’andamento dell’uso della reteJEKYLL – Quanto vale un “mi piace” su Facebook o su Instagram? Sembrerebbe parecchio, almeno dalle nostre parti: mentre negli Stati Uniti la rabbia per l’invasione della privacy mette in crisi la Casa Bianca, da noi un italiano su quattro dice di condividere tutto (o quasi tutto) online. A farla da padrone nel mondo dello share sono però gli abitanti dell’Arabia Saudita, dove gli ossessionati da condivisione sono circa il 60% degli intervistati.

Questi e molti altri dati sono stati presentati il 29 maggio scorso da KPCB, azienda americana, nella sua conferenza annuale dal titolo “Internet Trends”. Obiettivo dell’incontro è mappare lo sviluppo della rete e individuare i mercati emergenti, raccogliendo e presentando alcuni dei dati disponibili sull’uso della rete.

Se Facebook continua a essere il re dei social media, a esplodere nell’ultimo anno è stato l’uso di YouTube. Secondo KPCB, infatti, dopo il boom delle fotografie, che continuano a rappresentare la maggior parte dei dati caricati sul web, ora è arrivato il momento dei video. E presto toccherà agli audio. 

Si calcola che ogni giorno vengano condivise più di 500 milioni di nuove fotografie in rete solo attraverso Flickr, Snapchat, Instagram e Facebook. Snapchat, che permette d’inviare immagini ai propri contatti dando la possibilità di visualizzarle solo per alcuni secondi, ha aumentato il proprio traffico in un anno da circa un milione di immagini al giorno a più di 140 milioni.

Sotto la lente d’ingrandimento non sono solo le applicazioni usate dai navigatori, ma anche i paesi dove negli ultimi quattro anni più sono cresciute le connessioni a internet e le vendite di smartphone. Con un aumento del 250% annuale del numero di utenti internet, l’Iran registra un incremento dell’utilizzo della rete che lo rende un mercato interessante per le aziende del settore, nonostante il numero totale degli utenti sia ancora relativamente basso.

In generale tutti i dati concordano sullo sviluppo esponenziale dell’uso della rete, in particolare nei paesi emergenti come Cina, India e Brasile dove il mercato è in continua espansione.

Guarda l’infografica interattiva realizzata da Silvia Gerola sull’andamento dell’uso della rete >>

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: