IL PARCO DELLE BUFALE

Facevano esplodere i criceti con la mente – II

Il PARCO DELLE BUFALE – Per aiutare grandi e piccini a fare sogni horr d’oro durante le feste,  la Bef custode narra a puntate la ricerca in psicotronica nota come progetto StarGate, certamen forse la più ambiziosa nella storia della scienza.

StarGate è il nome dato dal 1994 all’insieme studi finanziati con circa 300 milioni di dollari dai servizi segreti civili e militari statunitensi tra il 1970 e il 2005, chiamati variamente “Desiderio di  gondola”, “Fiamma da grigliata” o “Colpo di Sole”. Dal 1972 in poi, la CIA reclutò 23 medium e veggenti molto affidabili, stando alle inserzioni che pubblicavano nei giornali, la cui autovalutazione venne confermata dagli esperimenti dello Stanford Research Institute. Malgrado la certificazione degli iscritti all’albo della Società americana per la ricerca psicologica e sul paranormale, la maggioranza risultò priva di energia psicotronica rinnovabile e dovette essere esclusa dal servizio operativo.

Alcuni però hanno fatto storia. Tra i superdotati di tele-visione, c’era senz’altro il poliziotto Pat Price che fissava fotografie di qualche località sovietica e la ridisegnava come sarebbero state nel futuro prossimo, con edifici in costruzione, cantieri e gru, molte gru. Gli venivano bene, ce n’erano dappertutto.

L’altro era il reverendo Swann della Chiesa di Scientologia, la cui percezione extrasensoriale era stata certificata anch’essa da esperti di indubbia competenza in quanto iscritti all’albo ecc. Nel 1975, la CIA lo mandò a operare nel Laboratorio di Scienze Cognitive del signor Edwin May, poi nella Science Applications International Corporation, quando il signor May ne divenne un dipendente. Nel 1993 quest’ultimo rinunciò ai servizi del reverendo Swann perché  aveva rivelato a dirigenti dell’azienda alcuni segreti di stato sui propri contatti con extra-terrestri.

Nel frattempo l’Esercito non stava a pettinar bambole. Lasceremo la CIA rubare i nostri cadetti più psicotronici, come Ed Dames? si eran chiesti i servizi segreti militari di Fort Meade. (Il giovane Dames, formato da reverendo Swann, avrebbe poi rivelato  attività sospette nell’isola sommersa di Atlantide e su Marte, e previsto gli arrivi di UFO grazie ai suoi contati con extra-terrestri.)

Giammai, l’Esercito poteva permettersi di spendere il necessario, di più se la spesa era gestita dal Maggior Generale Albert Stubblebine III, responsabile responsabile dell’Army and Intelligence Security Command.

Il Maggior Generale Stubblebine sapeva che ogni vero uomo (bianco e nazionalista) era provvisto di energia psicotronica in a abbondanza, occorreva soltanto insegnargli a liberarla e a focalizzarla. Per i comandanti dei suoi battaglioni e i medium più brillanti che sottraeva alla CIA, organizzò un allenamento intensivo, non soltanto  in tele-visione.

Ottenne risultati eccezionali. Fine della seconda puntata.

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   
Crediti immagine: terrorista siriano, foto di Peter Maas

4 Commenti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: