eventi

EVENTI – Al via OrvietoScienza

Dal 27 al 28 febbraio per raccontare la fisica ai più giovani, dall'infinitamente grande all'infinitamente piccolo

fn20153124100223EVENTI – Democrito aveva ragione? Questa è la domanda che si pone l’edizione 2015 di Orvieto Scienza, che si apre domani, 27 febbraio e si concluderà sabato nella città umbra e che ogni anno racconta la scienza a centinaia di ragazzi delle scuole superiori. La protagonista indiscussa di quest’anno è dunque la fisica, anzi la fisica dell’infinitamente piccolo, la fisica delle particelle, a partire dai famosi atomi di Democrito, quelli che tutti i ragazzi studiano durante il terzo anno di liceo, che oggi sono stati soppiantati da una serie di particelle ancora più elementari fra cui il famoso bosone di Higgs. Una ricerca insomma dei quello che gli antichi greci chiamavano Arché, il principio primo e ultimo, l’essere eterno e immutabile, dall’antichità appunto, fino alla scienza contemporanea, in grado di studiare la fisica delle particelle e di capire che quando si parla di infinitamente piccolo in realtà si sta parlando anche di infinitamente grande, dell’origine dell’universo e della sua formazione.
A Orvieto infatti vi sarà molta fisica delle particelle, da Fermi a LHC, ma anche molta astrofisica con interessanti interventi come quelli di Antonio Masiero, Vice Presidente dell’INFN, su energia e materia oscura, di Paolo Giubellino e Marco Del Mastro, entrambi di stanza al CERN di Ginevra e di Fernando Ferroni, presidente INFN. In moderazione la giornalista scientifica Valentina Murelli. Si racconteranno le frontiere che si stanno esplorando al CERN di Ginevra ma si parlerà anche del contributo della fisica alle altre discipline, come all’economia o ai beni culturali.

E ancora laboratori per i più giovani e due concorsi banditi in memoria di Romeo Bassoli, per anni a capo dell’Ufficio Comunicazione dell’INFN e recentemente scomparso, Le migliori parole e immagini in esposizione saranno premiate nei due concorsi Uno scatto di scienza (miglior foto) e #dilloagalileo (miglior articolo).

Per maggiori informazioni sul programma cliccare qui.

@CristinaDaRold

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

Cristina Da Rold
Giornalista freelance e consulente nell'ambito della comunicazione digitale. Soprattutto in rete e soprattutto data-driven. Lavoro per la maggior parte su temi legati a salute, sanità, epidemiologia con particolare attenzione ai determinanti sociali della salute, alla prevenzione e al mancato accesso alle cure. Dal 2015 sono consulente social media per l'Ufficio italiano dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. Il mio blog: www.cristinadarold.com Twitter: @CristinaDaRold

1 Commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: