Simpson e Griffin in difesa di Darwin

Stranimondi questa settimana ci riporta dentro l'ironia dei Simpson e dei Griffin che cerca di raccontare i movimenti antievoluzionisti e creazionisti degli Stati Uniti.

geological-time-spiral-767821_640

Secondo l’intelligent design alcune caratteristiche dell’universo e delle cose viventi sono spiegabili meglio attraverso una causa intelligente piuttosto che attraverso la selezione naturale. Crediti immagine: Pixabay

STRANIMONDI – Negli Stati Uniti la teoria dell’evoluzione di Darwin è stata ed è tuttora oggetto di critiche e attacchi da parte di un movimento creazionista che dal Novecento a oggi è sembrato – paradossalmente – in grande evoluzione. Sebbene in un primo momento gli antievoluzionisti si opponessero all’evoluzione darwiniana con argomenti e ipotesi smaccatamente religiose, nel corso dei decenni il loro piano d’azione è cambiato, approdando a un tentativo più sottile capace di mascherare la prospettiva creazionista attraverso argomentazioni scientifiche e dati di fatto empirici. Questo atteggiamento è oggi noto come Intelligent Design, che rappresenta una delle ultime metamorfosi del creazionismo. Movimenti di opinione, una parte consistente della popolazione, musei e parchi creati ad hoc, importanti politici repubblicani (compreso l’ex presidente George Bush Jr e il candidato alle ultime primarie repubblicane, Marco Rubio, poi sconfitto da Donald Trump e Ted Cruz) sono, più o meno esplicitamente, vicini all’Intelligent Design. Ciò non poteva passare inosservato agli sceneggiatori di serie tv a cartoni animati americani quali Simpson e Griffin, che fanno della satira sociale un punto di forza del loro umorismo.

Gli antievoluzionisti e I Simpson

I Simpson hanno dedicato addirittura un intero episodio alla diatriba tra evoluzionisti e antievoluzionisti: si tratta di “Lisa la scettica”, episodio 21 della diciassettesima stagione. La sceneggiatura dell’episodio richiama esattamente i tentativi dei sostenitori dell’Intelligent Design che, a più riprese, hanno tentato di modificare i programmi delle scuole pubbliche affiancando, all’evoluzione darwiniana, anche un’alternativa creazionista, come ad esempio successe nello stato della Louisiana.

La scuola elementare di Springfield, frequentata da Bart e Lisa Simpson, si piega alle pressioni esercitate dalla comunità religiosa della città, capeggiata dal Reverendo Timothy Lovejoy e dall’ultrafondamentalista cristiano Ned Flanders. Quando il preside Seymour Skinner annuncia l’insegnamento del creazionismo Lisa protesta in modo veemente, argomentando colpo su colpo all’annuncio di Skinner, dimostrandosi molto informata sull’attualità del dibattito (forse un po’ troppo, considerando che Lisa è pur sempre una bambina di 8 anni, seppur straordinariamente intelligente), come si può vedere nel video che segue.

Le proteste di Lisa sono ben fondate ma appunto un po’ poco credibili, tuttavia gli sceneggiatori si rifanno inserendo nella sequenza un video esilarante, tipico dello humour dei Simpson. Nelle prime serie i video didattici interpretati dall’attore Troy McClure sono uno dei momenti di più riuscita comicità della serie. Ne è un esempio il video che segue, dove viene “spiegato” che cos’è il DNA, ovvero “la ricetta che Dio usa per crearti”, dice McClure a un bambino. Nel video McClure indossa un cappello da chef con su scritto “God” e improvvisa una ben poco limpida spiegazione su cosa sia il DNA. Anche qui possiamo vedere una sorta di ammiccamento al creazionismo dell’Intelligent Design, che cerca di conciliare aspetti propriamente scientifici con una prospettiva religiosa di fondo, che finisce però per prendere il sopravvento sulla prima. Un po’ come accade nel video di McClure dove la fulminea chiusura del video mostra la pochezza dei contenuti scientifici, mentre rimane ben impresso che è Dio a usare questo fantomatico DNA.

Gli antievoluzionisti e I Griffin

Più secca e diretta la satira dei Griffin, che dedicano alcuni dei loro proverbiali e apparentemente demenziali intermezzi proprio all’antievoluzionismo e all’atteggiamento antiscientifico di una parte dei cittadini statunitensi. Iniziamo da una clip tratta da un episodio della quarta stagione della serie.

Quello che sembra il solito sketch a cavallo fra non-sense e umorismo decisamente greve si anima improvvisamente quando la voce fuori campo di Peter Griffin annuncia che “lo stato del Kansas mi costringe a offrirvi l’alternativa della Chiesa alla teoria dell’evoluzione”. Il riferimento è al dibattito che nei primi anni 2000 si aprì intorno alla decisione dello stato del Kansas di ammettere nelle scuole pubbliche l’insegnamento delle ipotesi critiche nei confronti dell’evoluzione darwiniana, una delle tappe fondamentali della preoccupante crescita dell’antidarwinismo negli Stati Uniti.

In un altro fulminante e divertente sketch tratto dalla quinta stagione gli sceneggiatori dei Griffin prendono di mira esattamente lo spirito antiscientifico di alcuni cittadini statunitensi. La puntata si apre con Peter Griffin che decide di diventare un “redneck” (nell’edizione italiana “mangiapannocchie”). Il termine “redneck” sta a indicare in modo dispregiativo gli abitanti bianchi degli stati meridionali e rurali degli USA, in particolare quelli con atteggiamenti più razzisti e retrogradi. Infatuatosi improvvisamente dell’atteggiamento redneck, Peter Griffin decide di comportarsi in tutto e per tutto come uno di loro. Eccolo quindi davanti alla televisione a guardare la popolare trasmissione televisiva americana di divulgazione scientifica “Cosmo” di Carl Sagan, naturalmente in una versione per “redneck”, ovvero ridoppiata al fine di fornire contenuti scientifici accettati dalla iperconservatrice e ultrareligiosa comunità di riferimento. Ecco allora che la clip, in pochissimi secondi, trae in rassegna tutti i più grossolani convincimenti dei redneck, qui presi di mira per ironizzare anche sui cittadini americani non redneck che però credono e professano convinzioni antiscientifiche.

Secondo questa versione modificata di “Cosmo” l’Universo non ha miliardi di anni, ma solo centinaia e centinaia: è il riferimento alla scrittura biblica secondo la quale la Terra è stata creata solo seimila anni fa e che fa sì che gli ambienti antievoluzionisti della prima ora neghino il tempo profondo evocato dalle scoperte geologiche prima e dalla teoria di Darwin poi. Poi, come è nato l’Universo? La spiegazione di Sagan è piuttosto articolata (e si conclude con “Big Bang”) ma nella versione per redneck il doppiaggio dice “Dio”, pronunciato lungamente in modo da coprire il lungo discorso di Sagan. Il rifiuto delle scoperte di fossili e resti di antichi animali è sottolineato dal “se guardate alle ossa di Gesù” che copre “se guardate alle ossa dei tyrannosaurus rex”. Non a caso per le teorie creazioniste i dinosauri sono un brutto grattacapo. Le datazioni dei resti ossei e dei fossili sono l’ennesima smentita della cronologia biblica che il creazionismo originale sostiene.

Leggi anche: Inventori, negromanti e pirati, l’Italia vista da Bruce Sterling

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

Informazioni su Enrico Bergianti ()
Giornalista pubblicista. Scrive di scienza, sport e serie televisive. Adora l'estate e la bicicletta

9 Commenti su Simpson e Griffin in difesa di Darwin

  1. L’ha ribloggato su bUFOle & Co.e ha commentato:
    Creazionisti…. ciucciatemi il calzino!!!

  2. Però rappresentare l’ evoluzione con una metamorfosi da un animale all’ altro senza neanche accennare al processo di selezione naturale non rende giustizia alla teoria, facendola sembrare non meno fantasiosa del creazionismo (mi riferisco al filmato dei griffin).

  3. Segnalo un GRAVISSIMO ERRORE scientifico 😀 L’episodio 17×21 dei simpson si chiama “Lisa che scimmietta!” Ed è correttamente quello il cui contenuto è segnalato nell’articolo. L’episodio “Lisa la scettica”, invece, è il 9×08, dove Lisa ritrova lo scheletro di un “angelo” e scatenerà una diatriba fra creazionisti e non, che culminerà con la scoperta che si trattava solo di una trovata pubblicitaria per il nuovo centro commerciale.

    Scusate! non ne so un granché di angeli, ma sui Simpson potete darmi un Ph.D. anche domani
    😛

  4. mauro marchionni // 4 maggio 2016 alle 10:42 // Rispondi

    non capisco perchè una teoria scientifica estremamente interessante come l’evoluzione delle speci debba essere imbracciata da un qualche ideologo che, invece di esminarne l’aspetto scientifico, ne fa un baluardo di un qualche stupida ideologia.
    E non mi riferisco, come potrebbe sembrare, solo ai creazionisti ma anche e maggiormente agli “evoluzionisti”.
    Chi si nutre di pane e scienza e non di pane e ideologia sa benissimo che:
    – la geniale intuizione di Darwin, confermata da moltissimi dati sperimentali (senza conferme sperimentali, infatti, ogni teoria è solo aria fritta), non spiega tutti i fenomeni che riscontriamo in natura. Ci sono cose che non si riesce a far rientrare nel concetto di selezione naturale e che dovranno quindi essere spiegate in qualche altro modo.
    – la opposizione di molte società americane al darwinismo non deriva da problematiche scientifiche ma è solo ideologica e, di conseguenza, è cretina esattamente come lo è la posizione opposta
    Se continuiamo a dar retta ai cretini delle opposte fazioni non facciamo altro che perdere il nostro poco e preziosissimo tempo che potremmo invece utilizzare molto più proficuamente per cercare di capire come in effetti stanno le cose anche se chi mangia pane e scienza sa benissimo che qualunque soluzione troveremo non potrà mai essere definitiva.
    Solo gli ideologi, ovvero i cretini, sono convinti di avere soluzioni definitive.
    Vorrei concludere con un dato sperimentale preoccupante: ci sono persone estremamente intelligenti che però sposano una qualche ideologia e, in quel campo, si comportano quindi da perfetti cretini. Faccio l’ingegnere e non lo psicologo ed ho quindi grosse difficoltà a capire queste strane cose e l’unica spiegazione che mi viene in mente è che così a loro CONVENGA ma, ovviamente, non ne posso essere sicuro.
    Sarò grato a chi mi potrà illuminare in proposito. – Grazie.

    • mi sono accorto di non aver usato la funzione “rispondi” per aggiungere il mio commento, quindi la speranza di ottenere una risposta da te si è ridotta a quasi zero. Sbaglio mio! Ma mi piacerebbe conoscere il tuo punto di vista su ciò che ti ho scritto nel commento precedente a questo. 🙂 Buona giornata.

  5. Vorrei rispondere a Mauro, qui sopra, chiedendo prima di tutto di illustrarmi almeno una delle cose che non possiamo spiegare con l’evoluzionismo, perché buttare lì una cosa generica, da uno che pretende tanto bilanciamento dagli scienziati, mi sembra un controsenso. Ovvio che ci sono alcune cose. Ma scegline una, dando per scontato che nei commenti di un blog non si può rispondere incollando un intero libro di biologia, no? io cercherò di fornirti la miglior spiegazione possibile.

    Per il resto: In quale universo una teoria che ha basi scientifiche (non ho detto PROVATA, attenzione, parlo solo di solide basi scientifiche) deve essere equiparata ad una che si basa su un libro tramandato a pizzichi e bocconi, in 4 lingue di cui 2 morte, maltradotto, con parti tramandate oralmente, e che sostiene che un non meglio specificato CREATORE DI TUTTO, per perdonare un peccato commesso da una coppia mai esistita, sia sceso sulla terra, sotto forma di Gesù (ma era sempre lui) e per perdonare i nostri peccati si è fatto prendere e torturare commettendo quello che di fatto è un suicidio?

    Chi sostiene con tenacia l’evouzionismo non può essere chiamato cretino, come chi dice che la terra ha 6 mila anni, vediamo di non prenderci in giro. Il primo è uno che sostiene la verità o ciò che le prove ci dicono essere quella più vicina al concetto di verità. Ed essendo uno scienziato sarà il primo a cambiare idea quando qualcuno gli porterà un fossile di coniglietto direttamente dal Cambriano. Qualcuno lo faccia, e io cambierò idea. Il secondo è un tizio che, nonostante ammetta che ci sono alberi che hanno 8 mila anni, la terra nella quale sono piantati ne ha comunque al massimo 6 mila. In pratica: magia. Ecco spiegato perché non puoi dare dei cretini ad entrambi gli “estremismi”. Dipende da cosa stai sostenendo.

    Dal tuo intervento si evince che sostenere una cosa in modo estremo è sempre sbagliato. Il classico “la verità sta nel mezzo”. O nella moderazione. Ma questo non è affatto vero, e rappresenta fra l’altro un bias piuttosto comune. Un esempio pratico. Libertà di espressione. Va difesa sempre e comunque. Perché? Non funziona così. Tu puoi dire ciò che vuoi nei limiti dei danni che ciò può comportare. La libertà di dire quel cavolo che vogliamo senza conseguenze è il motivo per cui là fuori è pieno di persone che pensa che tu, ingegnere, faccia parte di una lobby segreta per nascondere le scie chimiche con le quali ci contaminate tutti i giorni.

    In questo caso, io sarò sempre un ESTREMISTA. E ciò nonostante, sarò comunque nel giusto (a meno che tu non sia un sciakimista, e allora questa conversazione non avrà avuto senso xD )

  6. mauro marchionni // 6 maggio 2016 alle 16:52 // Rispondi

    Lo ho letto Gingy, lo ho letto.
    1. Se mi dici che “Ovvio che ci sono alcune cose”… ecc è anche altrettanto ovvio che non è utile a nessuno che io ne proponga una, magari anche sbagliata, e mettersi a discutere qui della giustezza o meno di ciò che dico in questo caso particolare. Alcune cose ci sono, come tu dici, e siamo quindi d’accordo su questo punto e possiamo pertanto andare avanti nei ragionamenti (se proprio ti vuoi divertire, ma in altra sede, – magari per mail – prova a dare una spiegazione evoluzionistica a una cosa apparentemente stupida come i peli nelle orecchi o le sopracciglia ….. piccoli particolari presenti nella TOTALITA’ della nostra specie, molto utili per proteggere orecchie dagli insetti e occhi dal sudore …. ma del tutto ininfluenti nella selezione naturale – ovvero la selezione non opera significativamente su chi ha o su chi non ha tali particolari e allora . ..chi li ha messi nella TOTALITA’ della popolazione? Non è strano?- io lo ho chiesto a Dulbecco al CNR e una risposta non ha saputo darmela ….. lui che di geni e genoma ne sa più di qualunque altro)
    2. Se vogliamo fare una scala della “cretineria” concordo con te che il primo gradino del podio spetta sicuramente a quelli che vanno dicendo in giro idiozie come “i fossili li ha messi Iddio per confondere le idee….. ecc. ecc..) et similia, ma non credere che il secondo gradino del podio sia poi così lontano dal primo. Quando in una teoria scientifica c’è anche un solo dato sperimentale che non torna dobbiamo certamente usare tale teoria per quello che di buono essa ci può dare ma dobbiamo avere il massimo rispetto per quelli che ci dicono che qualcosa non va ancora al posto giusto. Ti faccio un esempio: come ingegnere meccanico uso ovviamente la meccanica classica che è il mio strumento di lavoro nel 100% della mia attività ma se qualcuno, un secolo fa, mi avesse fatto notare che il perielio di Mercurio ha una strana (piccolissima) precessione e che, quindi, la prima legge di Newton, che io uso quotidianamente e con estrema efficacia, potrebbe anche essere sbagliata …. sarei stato abbastanza “cretino” ad abbarbicarmi agli insegnamenti, pur maestosi, di Isacco e a rifiutare quindi quelli di Alberto.
    3. Le critiche che fai alla religione cristiana e alla cattolica in particolare sono in gran parte giuste, in parte sono sbagliate ma sicuramente sono poche poiché ce ne sarebbero molte altre da aggiungere e forse ancora più gravi. Anche qui, però, mi sembra che ci sia un errore di impostazione poiché, spero di non sbagliare, mi sembra di cogliere un “astio” verso la religione della cui causa non è questa la sede di discussione ma che, se veramente esistente, ti falsa la visione delle cose facendoti vedere di un certo argomento solo ed esclusivamente i lati negativi – dal tuo dire sembra di capire che la religione sia una cosa solo per i gonzi mentre ciò è vero per le varie “Chiese” ma non per il concetto intimo di religione – prova a leggere la profondissima stima che l’ateo Voltaire aveva per la religione pur bastonando di continuo la Chiesa -. Ti faccio un esempio di visione “parziale” della realtà dovuta a un qualche tipo di “astio”: la mia educazione ricevuta da bambino mi aveva portato a un vero e proprio “astio” contro il comunismo e il marxismo in generale e non mi ero quindi mai permesso di leggere Marx. Poi, una volta, mi sono messo a leggere il capitale e son rimasto sbalordito dalle geniali intuizioni di Carlo (quella, ad es. sul concetto di “Multinazionale” è addirittura sconvolgente se pensi che è stata fatta un secolo e mezzo fa quando c’era solo la posta e il telegrafo). Tutto ciò non vuol dire che io oggi voto comunista, ma vuol dire solo che se parla uno di quella parrocchia …. per lo meno lo sto a sentire (a meno che non parli la Boldrini…. perché quella proprio non la reggo – sarò maschilista?)
    4. Ultima osservazione: frasi del tipo “la verità sta nel mezzo” non sono certo mie e le lascio volentieri a politici, preti, sindacalisti, filosofi e ciarlatani vari. Chi si definisce invece un ramingo esule dell’infinito alla ricerca eterna ed affannata di un qualche barlume di luce ….. sa benissimo che la verità non esiste e non potrà mai esistere. Esiste solo la probabilità che una certa teoria scientifica sia più o meno efficiente nello spiegare i fenomeni; anche però se tale probabilità è molto alta, essa non sarà mai certezza.(non ti sembra stranissimo come personalità di altissimo, direi incommensurabile, livello come Dirac, De Broglie ecc abbiano affermato – e dopo che loro stessi avevano gettato le basi della meccanica quantistica – che ormai la fisica era finita e che si era quindi vicinissimi alla VERITA’? – ma come hanno fatto a raggiungere quelle altissime vette di pensiero senza invece avere capito la base vera della scienza? – siamo pieni di pregiudizi, purtropp,o e volgiamo tutto inquadrare nelle nostre piccole categorie)
    mauro.marchionni@unical.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: