E se l’Ordine dei medici facesse ordine in casa sua?

La Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri ha annunciato che "appronterà un gruppo di studio ad hoc, con l'obiettivo di contrastare i ciarlatani". Per ora le sue intenzioni di contrastarli sono rimaste prive di effetti.

Giuseppe Vasi. Ciarlatani e commedianti. In “Delle magnificenze di Roma antica e moderna”, Roma, 1752

ATTUALITÀ – Dopo decenni di denunce anche via stampa e le troppe vittime di questa estate, l’Ordine dei medici sembra essersi accorto che i ciarlatani uccidono pazienti che la medicina poteva salvare.

Dopo mesi di dichiarazioni dispiaciute e 3 o 4 provvedimenti di sospensione o radiazione/anno su una media di 3000 segnalazioni di abusi, la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici e degli Odontoiatri (FNOMCeO)

appronterà un gruppo di studio ad hoc, con l’obiettivo di contrastare i ciarlatani, proprio sul web dove ‘navigano’ quasi incontrastati e le loro teorie moltiplicano i seguaci,

ha annunciato il dott. Luigi Conte, segretario generale della FNOMCeO. Ritiene probabile, infatti, che un “sito anti-bufale

possa rivelarsi molto utile. Dare informazioni ed ‘alert’ su situazioni a rischio potrebbe essere molto utile. Anche per informare gli stessi camici bianchi sulle ‘false cure’ che girano in rete e non solo, e di cui spesso sanno poco. In questo campo, per esempio, la funzione del medico di famiglia, per informare ed orientare i pazienti, è davvero importante.

Lo si è appreso il 4 settembre dal sito dottnet.it, così fieramente disinformato da sostenere che il metodo Di Bella “era un multi-trattamento” sul finire del Novecento. Così gloriosamente disinformato da ignorare che in giugno l’Ordine della Provincia di Bologna sponsorizzava una conferenza della Fondazione Di Bella con la partecipazione del dott. Di Bella Jr e altri “ciarlatani” iscritti all’Ordine anch’essi.

Altrettanto sponsorizzati e certificati dagli Ordini provinciali sono le centinaia di corsi su pratiche inutili o dannose, tenuti da baristi, estetiste, ragionieri, insieme a medici dell’Ordine e pure docenti come il dott. Domenico Mastrangelo dell’Università e dell’Ordine di Siena che nega il nesso causale tra HIV e Aids.

Per non parlare dei master universitari in bizzarri ibridi di medicine pseudo-orientali, naturopatiche e quantistiche; della distribuzione di zucchero sintetico però omeopatico nelle zone terremotate, gratuita nel senso di a spese di tutti noi; della tolleranza mostrata nei confronti della medicina tachionica poi abbinata a psicoterapia quantistica del dott. Massimo Corbucci, tuttora dell’Ordine di Viterbo. E dell’omeopatia hameriana della dott. Germana Durando, tuttora dell’Ordine di Torino nonostante due omicidi.

Per una sospensione ne servono almeno tre?

Sì, certo, l’Ordine di Torino ha denunciato per primo la truffa di Davide Vannoni che, guarda caso, non era un iscritto.

Altri iscritti dalle attività inquietanti a richiesta. Se poi il dott. Longo convincesse l’Ordine dei Medici psichiatri a cadere dal pero, le sarebbero grati come minimo 300 bambini autistici usati come cavie per contribuire a un raggiro letale, ma con un fatturato sul milione di euro/mese.

Ben venga un sito anti-bufale affidato a persone oneste, competenti, pronte di riflessi e con un’idea “delle false cure che girano in rete” su riviste e blog di aspiranti omicidicomplici. Provviste di una rassegna stampa e televisiva per avere un’idea delle strane credenze in biologia e fisiologia che alcuni iscritti predicano all’opinione pubblica, e per rintracciarne la fonte nella réclame di ciarlatani italiani o stranieri.

Ciarlatani, con e senza laurea, ma con merci da vendere: libri, acqua dinamizzata, pensieri positivi, adesivi biofotonici, scatolette di plastica, gingilli di vetro o insulti urlati.

Non c’è da inventare la ruota, esistono già migliaia di siti dedicati al debunking. Fatti per un pubblico attento come MedBunker del dott. Salvo Di Grazia, per dei pazienti come Hiv-forum gestito da Dora, per tutti come il popolare Butac diretto da maicolengel, specializzato solo in fact-checking, buon senso e ironia.

Per i “camici bianchi”, i modelli potrebbero essere Science-based medicine o wiki come Psiram. Tutti gli autori sarebbero felici di essere linkati, tradotti, corretti, aggiornati e di ricambiare. Ci sperano tuttora.

Anche se…

In data imprecisata, il dott.”Rocco Maurizio” sic?  “della Consulta Deontologica Nazionale FNOMCeO” ha scritto sul sito della Federazione:

la notizia che la FNOMCeO ha deciso di sanzionare i medici che sconsigliano le vaccinazioni ha destato sui media notevole interesse. Questa decisione è storica per il nostro ordine professionale, non mi risulta che mai in passato siano state prese decisioni pubbliche così eclatanti.

Senza un link, la Federazione deve ancora scoprirne l’esistenza. Visto il tempo impiegato per scoprire nei media cartacei che alcuni iscritti sconsigliano le vaccinazioni, ci vorranno altri 15 anni a partire da data imprecisata?

Nei giornali, la decisione ha destato applausi per il coraggio tardivo e, in rete, le proteste di iscritti “dissidenti” che rivendicano il diritto di compromettere l’immunità collettiva.

Sul sito FNOMCeO non risulta che i “dissidenti” siano stati sanzionati.

Risultano invece due pavidi paragrafi sulle frodi di Andrew Wakefield che, dopo il tentativo fallito di lucrare sui brevetti per vaccini singoli al posto del trivalente, si è trasformato nel leader dell’anti-vaccinismo mondiale, con un seguito di star del cinema, cantanti, politici e parlamentari anche in Italia.

Da cacciatrice di bufale più allegre, che si occupa di ciarlatani solo perché infuriata dall’irresponsabilità delle istituzioni – da Ministeri, Istituto Superiore di Sanità, Agenzia Italiana del Farmaco (1) in giù – e dall’omertà degli universitari nonostante i morti e gli abusi commessi sui malati dai loro colleghi, vorrei che l’eventuale futuro incerto sito con un titolo rubato dalla Federazione a Tom Jefferson – stando al megafono preferito dai ciarlatani – diventasse una realtà.

Prima di credere che dopo decenni di tacito consenso la Federazione uscirà un giorno dal mutismo però, da contribuente vorrei anche vedere un cammello.

Per favore.

(1) Il Trigno M – per esempio – è tuttora venduto on line come terapia antitumorale. D’altronde “l’intervento” dell’ISS è consistito nel mandare una smentita delle sue presunte proprietà a un paio di siti specializzati e a far togliere dalla homepage della ditta produttrice il link alla versione promozionale di uno studio in vitro commissionato a una ricercatrice dell’ISS.

D’altronde la ditta BioGroup va trattata con i guanti. Vende rimedi di comprovata inefficacia ed è la “partner” scelta dall’ISS per sviluppare il presunto farmaco e sfruttarne il brevetto. Semmai il brevetto verrà concesso dopo un esperimento sui topi che l’ISS intende finanziare, nonostante i dati in vitro non siano stati pubblicati dopo revisione, e nemmeno su una rivista truffaldina a spese nostre.

D’altronde le altre autorità che tutelano la salute dei cittadini hanno ignorato le segnalazioni, ça va sans dire.

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

8 Commenti su E se l’Ordine dei medici facesse ordine in casa sua?

  1. I ciarlatani vanno perseguiti ma fare di tutt’erba un fascio e’ un errore. Corbucci non e’ un ciarlatano. Come non era un ciarlatano tesla che e’ stato e credo ancora oggi condannato all’oblio dalla scienza ufficiale per le sue scoperte, che hanno rivoluzionato il mondo moderno. Credo uno dei piu’ grandi geni di tutti i tempi, ma che dava fastidio alla scienza ufficiale ed ai petrolieri… La tecnologia e’ piena di “matti”, nel corso dei secoli che poi avevano ragione… Galileo docet.

    • @ Salvatore Di Cesare

      non era un ciarlatano tesla che e’ stato e credo ancora oggi condannato all’oblio dalla scienza ufficiale per le sue scoperte, che hanno rivoluzionato il mondo moderno

      Non mi sembra che Tesla sia mai stato definito “ciarlatano”; non da nessuno che conosco, almeno. Infatti non mi risulta che nessuno abbia mai messo in dubbio che credesse il quello che sosteneva.
      Non e’ che usiamo definizioni diverse del termine “ciarlatano”?
      E certamente non e’ vero che e’ stato condannato all’oblio dalla scienza ufficiale. Hanno persino dato il suo nome a un’unita’ di misura del Sistema Internazionale. Se questo e’ condannare all’oblio, sarei felice di essere condannato anch’io.
      Certo e’ che e’ vissuto a lungo e, come spesso capita, la senilita’ ha colpito duro. Se lei ritiene che non accettare come verita’ rivelate certe sue affermazioni senili abbia corrisposto a emarginarlo, allora ci siamo: e’ stato emarginato. Ma condannato all’oblio, proprio no.
      E nessuno nega che il suo lavoro (e quello di parecchi altri della sua generazione) abbia rivoluzionato il mondo moderno.

      La tecnologia e’ piena di “matti”, nel corso dei secoli che poi avevano ragione… Galileo docet.

      Non credo proprio che Galileo fosse considerato “matto”, ai suoi tempi.
      Aveva ragione (sulla questione eliocentrismo/geocentrismo) ma la cosa era ormai metabolizzata dagli scienziati del tempo: il De revolutionibus orbium coelestium di Copernico e’ stato pubblicato nel 1543; parecchi decenni prima di Galileo.
      Erano i teologi che non riuscivano ad accettarlo, se non come artifizio matematico per fare piu’ facilmente i calcoli. Ma questa e’ un’altra storia.
      Per quanto riguarda i matti e la tecnologia… puo’ capitare che un “matto” risulti poi aver ragione. E quando succede, la cosa viene riconosciuta. Ma dire che “la [storia della] tecnologia e’ piena di ‘matti'” e’ sicuramente un’esagerazione.
      Quello che e’ certo e’ che la storia della tecnologia e’ piena di “matti” che, alla prova dei fatti, sono risultati davvero matti (quando non si e’ scoperto che erano imbroglioni).
      E l’esperienza ci dice quindi che se ci ritroviamo davanti un “matto” che propone cose folli… be’… per parafrasare Groucho Marx… parla come un matto, si muove come un matto e costruisce cose che solo un matto potrebbe ideare; ma non lasciatevi ingannare: e’ davvero matto.

  2. Li si aspetta al varco: dall’omeopatia ai tanti “quantici”, di ciarlatani l’Ordine – come tutto il resto del mondo, neppure laureati compresi – è pieno. Vedremo se almeno con gli iscritti qualcosa riuscirà a fare.
    Scettico? Sì, con i rappresentanti di qualsiasi Ordine, quando un certo permissivismo sembri frutto del giro d’affari o del nome altisonante del proponente, amico dell’amico dell’amico di potere di turno….

  3. Eh già ciarlatani, siamo invasi e non vediamo oltre la punta del naso.
    Inizierei con una pulizia profonda a partire dal proprio giardino di casa di questi assassini che innondano il web con ciarlatanerie.
    Iniziamo da questo ciarlatano, che oltre a proporre cure omeopatiche assassine, si fa della gran pubblicità proprio qui tra gli “ESPERTI” del Dblog di Repubblica:
    “http://d.repubblica.it/esperti/”
    “http://omeopata-d.blogautore.repubblica.it/2016/01/11/reflusso-gastroesofageo/”

    “Dott. Giampiero Ciccotosto

    Associazione Sistema Helios – omeopatia

    http://www.sistemahelios.it

    La presenza di questo “signore” scredita tutto l’onesto lavoro che Ocasapiens sta facendo in qualità di “ESPERTA” di bufale.

    • @ Ciarlatano

      Eh già ciarlatani, siamo invasi e non vediamo oltre la punta del naso.

      Ci sta quindi dicendo che siamo miopi?

      Inizierei con una pulizia profonda a partire dal proprio giardino di casa di questi assassini che innondano il web con ciarlatanerie.

      Quindi ora afferma che noi vediamo i ciarlatani fuori dal giardino di casa ma non quelli nel giardino di casa?
      Ovvero che siamo ipermetropi?

      Si decida, perbacco!
      Siamo miopi o ipermetropi?
      Che tipo di lenti devo commissionare al mio ottico?

      Iniziamo da questo ciarlatano, che oltre a proporre cure omeopatiche assassine, si fa della gran pubblicità proprio qui tra gli “ESPERTI” del Dblog di Repubblica: […]
      La presenza di questo “signore” scredita tutto l’onesto lavoro che Ocasapiens sta facendo in qualità di “ESPERTA” di bufale.

      Le piacerebbe, vero?
      Peccato che lei confonda il “giardino condominiale” con il “giardino di casa”.
      Mi fa venire in mente che, molti anni fa, conoscevo un medico che aveva lo studio in un edificio dove aveva la sede una Sala del Regno dei Testimoni di Geova. Presumo sappia che quest’ultima confessione religiosa e’ assolutamente contraria alle trasfusioni di sangue.
      Lei ritiene che questo screditasse “tutto l’onesto lavoro” di quel medico?
      A me non sembra. Io l’avrei criticato perche’ fumava in pubblico, dando un pessimo esempio. Ma immagino che lei avrebbe percepito maggior discredito dalla vicinanza con i Testimoni di Geova.
      E visto che ci siamo, potrebbe chiarire: quale sarebbe la “distanza” che Oca Sapiens dovrebbe avere, da un qualsiasi ciarlatano, per non veder screditato il suo onesto lavoro?
      Verrebbe screditata anche se avesse un blog con un dominio che termina con “.it”, come anche vari ciarlatani? O verrebbe screditata per il fatto di condividere internet con i ciarlatani? O sarebbe sufficiente l’appartenenza alla medesima specie, per screditarla?

      Se le possono servire, posso improvvisare altri accostamenti assurdi per cercare di screditare qualcuno.
      Ad esempio, una classica reductio ad Hitlerum: visto che Hitler possedeva un cane pastore tedesco, potrebbe accusare tutti i possessori di pastore tedesco di essere antisemiti.
      O un piu’ generico reductio ad nazium: potrebbe accusare tutti gli appassionati della musica di Wagner di voler invadere la Polonia.
      O, magari, potrebbe accusare Woody Allen di essere uno sconsiderato, visto che ha prodotto delle battute che io gli avrei poi copiato.
      Altre stupidaggini a richiesta.

  4. Salvatore Di Cesare,
    Corbucci non e’ un ciarlatano

    vende false cure in rete, quindi lo è stando alla definizione data dal presidente della FOMCeO..

    fare di tutt’erba un fascio e’ un errore
    infatti me ne guardo bene e cito singoli medici che hanno danneggiato o ucciso i propri pazienti,.

    <em<tesla che e’ stato e credo ancora oggi condannato all’oblio dalla scienza ufficiale
    Non è così. Proprio la “scienza ufficiale”, oltre a dargli medaglie, premi e onorificenze varie quando era vivo, ha dato il suo nome a un’unità di misura. Un riconoscimento che chiunque sia andato scuola ricorda e che il suo rivale Edison non ha avuto..
    E non ha mai dato fastidio ai petrolieri. Per quelli americani era il genio che aveva inventato la candela di accensione, tant’è che i Rockefeller gli hanno fatto una statua.

    Ciarlatano,
    Lei ha scoperto l’omeopata meno consultato d’Italia. Con 1 articolo in 2 anni si vede che la pubblicità non ha funzionato e il giardino s’è pulito da solo. Comunque non è il giardino di oca sapiens che non è la direttrice di D-Repubblica, ma “l’esperta di bufale” di Oggi Scienza.

    proporre cure omeopatiche assassine

    Questo è falso. Il dott. Ciccotosto non ha nulla a che spartire con “l’omeopatia hameriana della dott. Germana Durando, tuttora dell’Ordine di Torino nonostante due omicidi”.
    Visto il nick che si è scelto, forse le conviene verificare se per caso c’è una differenza tra ciarlatano e assassino.
    .

  5. sono passati circa 10 mesi dall’annuncio. A qualcuno risulta che la FNOMCEO abbia fatto qualcosa?
    A me non risulta.

5 Trackbacks / Pingbacks

  1. publicitacom.wordpress.com Ordine dei medici facesse ordine in casa sua « Titolo sito
  2. Ce n'est qu'un début - Ocasapiens - Blog - Repubblica.it
  3. L'Ordine dei ciarlatani™ - Ocasapiens - Blog - Repubblica.it
  4. Da Kigali in poi - Ocasapiens - Blog - Repubblica.it
  5. La Valle d’Aosta prova ad azzerare la spesa sanitaria – OggiScienza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: