La bufala dei vaccini per sterilizzare la popolazione

Un'altra provocazione anti-vax: un programma occulto dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e di Bill Gates starebbe sterminando gli abitanti del terzo mondo, dalle Filippine al Kenya.

Lo studio raccoglie comunicati della Chiesa cattolica, notizie da giornali, blog e volantini della KCDA sulla sterilità permanente e gli aborti indotti nelle donne keniote immunizzate contro il tetano nel 2013-2015.

IL PARCO DELLE BUFALE – Un mese fa, il movimento mondiale contro le vaccinazioni attribuiva a un complotto di BigPharma la ritrattazione di un articolo che i suoi scienziati prediletti, Chris Shaw e Lucija Tomljenovic avevano pubblicato senza saperne nulla. Forse per riscattarsi, gli autori ne pubblicavano uno ancora più complottista sull’Open Access Research Journal, una rivista fra le meno costose dell’editoria predona.

Questa volta collaborano con

  • il vescovo Stephen Karanja e il dott. Wahome Ngare, presidente il primo e portavoce il secondo della Kenya Catholic Doctors Association (KCDA) che lotta contro la pianificazione delle nascite, l’omosessualità e altre diaboliche invenzioni tra cui i preservativi che infettano gli utenti con l’HIV, e i vaccini;
  • l’amico John Oller Jr, creazionista di tendenza “Terra giovane” poco noto in Italia malgrado la sua teoria sulla diffusione delle lingue dopo il crollo della torre di Babele uscita su Answers in Genesis, e due sue studentesse all’università della Louisiana.

Lo studio raccoglie comunicati della Chiesa cattolica, notizie tratte da giornali, blog e volantini della KCDA sulla sterilità permanente e gli aborti indotti nelle donne keniote immunizzate contro il tetano nel 2013-2015. Sostiene che nel vaccino l’Organizzazione Mondiale della Sanità e Bill Gates avevano fatto aggiungere da Big Pharma un’enorme dose di anticoncezionale (beta-hCG, l’ormone della gravidanza – nota 1) com’era accaduto con altri vaccini nelle Filippine vent’anni prima e come accade ancora oggi nei paesi in via di sviluppo.

Lo dimostrano, sostengono Oller et al., le analisi chimiche di sei fiale del vaccino e quella del sangue di una vaccinata. Erano state trasmesse dai vertici della Chiesa cattolica al governo il quale, non avendo registrato alcun calo di fertilità, le aveva trasmesse all’OMS che aveva subito fatto una verifica. Le analisi del vaccino erano sbagliate (nota 2) e il sangue della

signora St. Michael aveva valori [dell’ormone] normali rispetto a quelli di riferimento per le donne non incinte. Non è stato usato alcun controllo, ma sarebbe stato interessante avere i risultati per l’acqua di rubinetto.

Come altri ormoni, viene eliminato ed è presente in traccia nell’ambiente.

Perché [il beta-hGC] legato alla tossina del tetano produca anticorpi in grado di agire da contraccettivo, sarebbe necessario somministrarne almeno 100-500 microgrammi

vale a dire oltre un litro di vaccino.

Per Chris Shaw, Lucija Tomljenovic e co-autori quella verifica è pura invenzione. Conferma che con l’aiuto di Big Pharma e dell’altrettanto diabolico Gates l’OMS starebbe commettendo in Africa sub-sahariana e altrove un lento e deliberato sterminio. Nonostante la vaccinazione della maggioranza delle keniote in età riproduttiva, dal 2013 al 2016 la popolazione del Kenya è aumentata dell’8%, il ragionamento non fa una piega. O forse una, piccolina. Big Pharma è capace di abusi tremendi pur di aumentare la clientela, si sa, ma pur di eliminarla?

Note 

  1. Dagli anni Novanta si fa davvero ricerca su un vaccino “immunocontraccettivo” basato sul beta-HGC e un frammento di tossina del tetano, perché l’ormone da solo non produce una reazione immunitaria – i propri anticorpi – sufficiente. Negli esperimenti clinici condotti finora, risulta prevenire la gravidanza per periodi molto brevi.
  2. I cinque laboratori di altrettanti ospedali cattolici hanno usato un test per il siero umano, non per i vaccini, e hanno trovato sostanza ignota con valori tra 1 e 4000…

Leggi ancheIl metodo scientifico rivisto dagli Alluminati; Presunta neurotossicità dei vaccini, continua

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

10 Commenti su La bufala dei vaccini per sterilizzare la popolazione

  1. Macchè sterilizzare! È noto che i vaccini vengono usati per moltiplicare l’effetto delle scie comiche, sì da stordire i vaccinati quanto basta perché non si accorgano che la Terra è piatta e ha giusto giusto 6 mila anni…

    OMG, Che storia…!!

  2. mauro marchionni // 27 novembre 2017 alle 22:39 // Rispondi

    come al solito….starnazzamenti a destra e a sinistra tra presunti esperti.
    Io non sono, ovviamente, un esperto (visto che faccio l’ingegnere meccanico) ma mi piacerebbe che un esperto vero rispondesse a questa mia domanda:
    un noto e stimatissimo medico mi disse una volta: “se debbo parlare in pubblico sosterrò sempre e a spada tratta la assoluta necessità e il dovere civico per tutti di vaccinare i bambini. Ma se parlo solo con te, ti dico che i miei figli non li ho mai vaccinati e mai li vaccinerò”
    visto che il suddetto professionista è, ripeto, stimato, competente, onesto e non ha mai dimostrato il minimo attaccamento al denaro, mi sa spiegare qualcuno altrettanto serio che senso ha questo discorso?
    N.B. – ho specificato “altrettanto serio” poichè di talebani/e favorevoli e/o contrari….non se ne può proprio più

    • Pur essendo un biologo e non un esperto, almeno non quello che Lei va cercando, balzatomi agli occhi il suo scritto, credo di avere anch’io la facoltà di contro-commentare le sue parole.

      L’ultima affermazione sul professionista che “non avrebbe attaccamento al denaro”, ce ne può fare venia considerando che siamo in tanti, compreso io, Lei, e una moltitudine impensabile di persone, che non siamo attaccati al denaro, senza che questo ci frutti degli elogi.
      Torniamo allo stimato (da chi?) professionista: Lei definisce un medico che ha una opinione medica pubblica e un’altra avversa privata, come un professionista stimato, competente e onesto?
      Ma Lei conosce, oltre naturalmente alla meccanica, il valore delle parole e del buonsenso?

      • mauro marchionni // 29 novembre 2017 alle 9:29 //

        cari tutti
        sinceramente non ho capito la domanda di Silvio ne i commenti (stranamente acidi) di Cimpy e di Hornbeck.
        Se dico che il medico in questione è “stimatissimo” avrò pure le mie buone ragioni per affermarlo e Cimpy si può quindi risparmiare la penosa battuta del cuggino del cuggino..
        Se dico che il suo parere mi ha fatto pensare…. non capisco perchè qualcuno IN BUONA FEDE e curioso “e delli vizi umani e del valore” rifiuti di sprecare qualche neurone per capire come esattamente stanno le cose.
        Non ho capito poi che c’entra il giuramento di Ippocrate.
        Non ho capito il legame tra lo sbandierato metodo scientifico e il rifiuto di guardare nel cannocchiale di Bellarminiana memoria. Il primo gradino del metodo scientifico è la curiosità senza la quale nessun metodo più o meno scientifico ha ragione di essere.

        quel medico stimatissimo da tutti quelli che conosco (che ovviamente non sono 7,5 miliardi di persone) ha fatto una affermazione sulla quale andrebbe discusso molto seriamente per cercare di capirne il vero senso senza sposare a priori posizioni che, come il vero metodo scientifico insegna, sono e saranno sempre modificabili dalla sperimentazione e dai fatti.

        mi permetto una ultima considerazione: ci sono alcuni umani che sono tormentati “a divenir del mondo esperti…” altri che si accontentano delle prime verità o pseudo verità raggiunte.
        Caro Cimpy…chi sono quelli che hanno mandato avanti l’umanità?

      • @ Silvio Silvietti

        Ma Lei [, Marchionni,] conosce, oltre naturalmente alla meccanica, il valore delle parole e del buonsenso?

        Sul buonsenso non ci farei affidamento.

        Ricordo che, qualche tempo fa, e’ intervento (citando Galileo, Copernico e Tesla)

        https://oggiscienza.it/2017/09/19/etere-cosmico-terapeutico/#comment-49826

        a difesa di venditori di paccottiglia basata su flussi eterici toroidali, circuiti risonanti di energia eterica cosmo-tellurica, microcristalli informatizzati su ordini vibrazionali fortemente armonici e sintropici, matrici di energia cosmica associate alle direzionalita’ del Vastu, ecc.

    • @ Mauro Marchionni

      come al solito… starnazzamenti a destra e a sinistra tra presunti esperti.

      Il fatto che a lei non piaccia questa rubrica, considerando quante volte e’ intervenuto a deplorarla, e’ ormai un fatto accertato.
      Ma il mondo e’ bello perche’ e’ vario e, infatti, a me piace.
      Facciamocene una ragione entrambi.

      Io non sono, ovviamente, un esperto (visto che faccio l’ingegnere meccanico) ma mi piacerebbe che un esperto vero rispondesse a questa mia domanda:
      un noto e stimatissimo medico mi disse una volta: “se debbo parlare in pubblico sosterrò sempre e a spada tratta la assoluta necessità e il dovere civico per tutti di vaccinare i bambini. Ma se parlo solo con te, ti dico che i miei figli non li ho mai vaccinati e mai li vaccinerò”
      visto che il suddetto professionista è, ripeto, stimato, competente, onesto e non ha mai dimostrato il minimo attaccamento al denaro, mi sa spiegare qualcuno altrettanto serio che senso ha questo discorso?

      Di “stimatissimi medici” che credono nelle cose piu’ bislacche e’ pieno il mondo e non ho difficolta’ a crederle. Ma trovo scorretto che lei ce lo riferisca.
      In primo luogo poiche’ non siamo in grado di verificarlo — e quindi, alla faccia del metodo scientifico, ci chiede di crederle sulla parola (sia su quello che le ha detto il medico sia sul fatto che sia “stimatissimo”) — e quindi non siamo in grado di confrontarci col medico e chiedergli conto del suo strabismo vaccinale.
      In secondo luogo poiche’ questo racconto non puo’ che alimentare il complottismo becero basato sull’idea che “i medici ci dicono di vaccinare i nostri figli ma mica vaccinano i loro”.
      In un momento come questo, nel quale gli attivisti no-vax sono riusciti a confondere una percentuale consistente di genitori, mi sembra francamente da irresponsabili.

      Comunque, il senso del discorso dovrebbe chiederlo direttamente allo “stimatissimo medico”.

      Medico che sara’ pure “stimatissimo” ma che faccio fatica a definire “stimabile”. Visto che se e’ convinto che i vaccini siano una cosa positiva, non ha senso non vaccinare i figli. Se invece e’ convinto che siano pericolosi, non dovrebbe sostenere pubblicamente l’obbligo vaccinale.
      Non che io sia un esperto di etica medica, ma mi sembra che lo “stimatissimo medico” di cui parla abbia fatto carta straccia del Giuramento di Ippocrate. Per lo meno nella parte nella quale promette “di curare ogni paziente con eguale scrupolo e impegno, prescindendo da etnia, religione, nazionalità, condizione sociale e ideologia politica e promuovendo l’eliminazione di ogni forma di discriminazione in campo sanitario”.

  3. L’incipit non era male:

    “un noto e stimatissimo medico mi disse una volta”

    Come fosse: “mio Ccuggino m’ha detto che con gli occhi suoi ha visto il Capo di Tutto gli Scienziati in ascensore, e lì quegli gli ha detto, a lui persomalmente e in gran segreto,…”

    Da non perdere!

    😀

  4. ing. Marchionni,

    non capisco perchè qualcuno IN BUONA FEDE e curioso [..] rifiuti di sprecare qualche neurone per capire come esattamente stanno le cose.

    Appunto, non capiamo perché lei ha rifiutato di sprecarne qualcuno chiedendo al medico “il senso del discorso” che le ha fatto ed è quindi l’unico in grado di risponderle.

    Non ho capito poi che c’entra il giuramento di Ippocrate.

    Se lei dice quali parole non le sono chiare nella citazione fatta da E.K.Hornbeck, sono certa che qualcuno gliele spiegherà.

  5. @ Mauro Marchionni

    sinceramente non ho capito la domanda di Silvio

    Se non rileva neppure che le domande sono piu’ di una, non c’e’ da stupirsi che non riesca a capirle.

    Se dico che il medico in questione è “stimatissimo” avrò pure le mie buone ragioni per affermarlo e Cimpy si può quindi risparmiare la penosa battuta del cuggino del cuggino…

    La battuta di Cimpy, al contrario, mi sembrava azzeccata. Ma ci torno piu’ avanti.
    Lei avra’ certamente le sue ragioni per portare acqua al mulino del complottismo anti-vax. Ma non credo che le troverei “buone”.

    Se dico che il suo parere mi ha fatto pensare…

    Il che non mi sembra molto significativo, visto che lei non capisce banali domande altrui.

    non capisco perché qualcuno IN BUONA FEDE e curioso “e delli vizi umani e del valore” rifiuti di sprecare qualche neurone per capire come esattamente stanno le cose.

    Per quanto mi riguarda?
    Sorvolando sul fatto che lei persino *urla* per mettere in dubbio la buona fede dei suoi interlocutori?
    Poiche’ non leggo nel pensiero di persone che non conosco (e’ lei che conosce lo “stimatissimo medico”, non io; io non so neppure di chi si tratta; non so neppure se esiste, a dire il vero) quindi non sono per nulla in grado di “capire come esattamente stanno le cose”.
    Potrei solo presentare delle ipotesi.
    Ma a che scopo?
    A che scopo ragionare sul comportamento di un presunto medico intellettualmente disonesto?
    Come le ho detto, di medici stimatissimi ce ne sono tantissimi al mondo. Centinaia di migliaia; forse milioni, se siamo di manica larga nell’uso del termine “stimatissimo”. Alcuni di loro — per declino cognitivo o anche perche’ questo non intacca la loro professionalita’ — sono fuori come un balcone. Alcuni di loro credono nelle cose piu’ assurde.
    Che, tra tutti questi, lei incontri uno “stimatissimo medico” che possa non credere nell’opportunita’ di vaccinare le persone non mi colpisce piu’ di tanto e, se non e’ lui stesso a motivarlo, non mi interessa neppure.
    Quello che trovo inaccettabile e’ lo strabismo: suggerire pubblicamente le vaccinazioni e negarle ai propri figli. Questo e’ atroce e lei non dovrebbe chiedere a noi di indovinare le ragioni del comportamento ma dovrebbe valutare di denunciarlo all’Ordine dei Medici. Ammesso, e non concesso, che sia vero quanto ci ha raccontato.

    Non ho capito poi che c’entra il giuramento di Ippocrate.

    Lei non capisce tante di quelle cose… quindi, a maggior ragione… per quale motivo, anche se ragionevolmente potessimo, dovremmo sprecare il nostro tempo per rispondere alle sue domande quando, con ogni probabilita’, quelle risposte neppure le capirebbe?

    Non ho capito il legame tra lo sbandierato metodo scientifico e il rifiuto di guardare nel cannocchiale di Bellarminiana memoria.

    Ma quale cannocchiale?
    Lei ci racconta di uno “stimatissimo medico” al quale esistenza dovremmo credere sulla sua parola.
    Poi ci racconta che le avrebbe fatto una confidenza — della quale dovrebbe vergognarsi e che lo qualificherebbe come medico disonesto — alla quale dovremmo credere (ancora una volta) sulla sua parola.

    E proprio difficile capire la battuta di Cimpy?
    Davvero non si e’ reso conto che i suoi interventi sono al livello di “mio Ccuggino m’ha detto”?

    Lei ci chiede di credere sulla sua parola a un comportamento disonesto di un presunto medico — sorvolando opportunamente sul comportamento coerente della stragrande maggioranza dei medici — e parla di nostro rifiuto di guardare nel cannocchiale galileiano?

    Lei ragiona in termini di principio di autorita’, non di metodo galileiano.

    Non c’e’ da stupirsi che rimanga confuso quando Silvietti le chiede se capisce il valore delle parole e del buonsenso.

    Il primo gradino del metodo scientifico è la curiosità senza la quale nessun metodo più o meno scientifico ha ragione di essere.

    Io non li ho numerati, ma certo uno dei gradini e’ il non prendere per oro colato i racconti di chi non capisce le domande piu’ banali.

    quel medico stimatissimo da tutti quelli che conosco (che ovviamente non sono 7,5 miliardi di persone) ha fatto una affermazione sulla quale andrebbe discusso molto seriamente per cercare di capirne il vero senso

    No.
    Quel presunto “medico stimatissimo” (che puo’ rimanere tale solo fino a quando certe sue confidenze private rimangono private) ha (forse) fatto un’affermazione che lei (visto le capacita’ di comprensione che sta dimostrando) puo’ aver benissimo frainteso.
    E, comunque, e’ irrilevante finquando non sappiamo di chi si stratta (in modo da poterne valutare autonomamente l’autorevolezza) e finquando quel presunto medico non conferma personalmente.
    E, anche in quel caso, spetterebbe a lui, non a noi, chiarire il senso.

    senza sposare a priori posizioni che, come il vero metodo scientifico insegna, sono e saranno sempre modificabili dalla sperimentazione e dai fatti.

    Ma quale sperimentazione? Ma quali fatti?
    Lei ci sta chiedendo di ragionare su affermazioni, che non possiamo verificare, di qualcuno che non conosciamo. Affermazioni che, anche se vere e confermate dall’autore, sarebbero comunque irrilevanti al fine di stabilire l’opportunita’ o meno di vaccinare le persone. Affermazioni che, se confermate, andrebbero comunque motivate dall’autore, non da noi.

    Caro Cimpy… chi sono quelli che hanno mandato avanti l’umanità?

    Non si preoccupi che Cimpy, come me, apprezza chi ha “mandato avanti l’umanita’”.
    Ma non per questo siamo disposti a prendere per oro colato le pure e semplici chiacchiere del primo venditore di flussi eterici toroidali di passaggio.

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. La bufala dei vaccini per sterilizzare la popolazione — OggiScienza – PROGETTO SCIENZE
  2. Cinque modi per non torturare la statistica - Ocasapiens - Blog - Repubblica.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: