IL PARCO DELLE BUFALE

Dall’Acqua Kaqun® all’Acqua suprema®

Dopo la settimana dedicata all'omeopatia è giusto ricordare i contributi dell'acqua magnetizzata all'agricoltura e alla produzione del vino.

File:Langhe.jpg
foto di Phalaenopsis Aphrodite, Wikimedia Creative Commons

IL PARCO DELLE BUFALE – La Stampa del 27 marzo narra la scoperta del millennio, o meglio dei millenni trascorsi dall’inizio dell’agricoltura:

Antonella Mariotti ha intervistato il fisico Paolo Trivero dell’Università del Piemonte Orientale, autore di una relazione per ora inedita sull’Acqua suprema che da un lato allungherebbe i grappoli di pinot nero e dall’altro ne rimpicciolirebbe gli acini.

Il sito Acqua suprema è ricco di promesse e parco di informazioni, rivela solo che il filtro CANAM in nanocarbonio strutturato elimina tutte le sostanze tossiche, anche il deuterio. Per fortuna quattro studenti dell’Istituto Penna di Asti, a seguito di alcuni esperimenti in proprio, hanno messo su You Tube il video di uno dei convegni che la loro scuola organizza sul tema.

Quel giorno a Codogné, sono intervenuti testimonial prestigiosi:

  • il tecnico Riccardo Canepari che ha provato l’Acqua suprema® sui  filari di Pinot nero nel vigneto visitato dal prof. Proveri, notando di suo una riduzione della peranospora, una muffa prosciugata dall’aria che circola meglio fra gli acini rimpiccioliti;
  • Renato Perissio, preside dell’istituto Penna di Asti, lieto che sia all’avanguardia dell’innovazione tecnologica e scientifica e che ha imbottigliato il Barbera insieme agli studenti;
  • il direttore commerciale di un’azienda brasiliana di fitofarmaci, più efficaci se diluiti in Acqua suprema® e un signore che ne aveva sentito parlare.

La parte scientifica viene illustrata da Alessandro BertolissiPer non fare pubblicità al produttore, chiama il dispositivo “tubo K”. Meno discreto, l’Istituto Penna ne riproduce la foto sul volantino e tutti possono leggere il marchio (nota 1).

A volte il signor Bertolissi si definisce fisico tout court, a volte

fisico sanitario, biotecnologo, omeopata, naturopata […], direttore della Nes Medica S.r.l. che distribuisce in Italia apparecchiature di medicina quantistica e di biorisonanza, provvedendo alla formazione degli utilizzatori.

Tra le apparecchiature spiccano il Metatron Hunter acquistato da una clinica alternativa italiana, il trattamento delle emozioni Scio-Eductor (nota 2), la panciera, la sciarpa, il gambale e il materassino Biowaver “attivatore di onde biogeniche (generatrici di vita)”, e i “bioregolatori peptidici My Real Way

per la prevenzione delle patologie degenerative e altre malattie,

delle panacee russe che non generano vita ma la salvano. Bertolissi è anche “responsabile e docente della Scio Italia” che vende apparecchiature concorrenti, e della Kaqun Italia che vende un’acqua elettro-magnetizzata altrettanto suprema, se non di più

L’acqua Kaqun aiuta il mantenimento dello stato di salute. Determina il miglioramento delle prestazioni psicofisiche negli sportivi, nei soggetti sottoposti a stress, surmenage, sforzi fisici e mentali e, non per ultimo, ha effetti sorprendenti sulla luminosità e la morbidezza della pelle grazie alla sua azione antinvecchiamento. L’acqua Kaqun riduce l’infiammazione e influenza positivamente il sistema immunitario.

(Lo dimostra la “ricerca scientifica” di Ivan Szalkai, direttore dell’Ayurveda Research Laboratory all’università ungherese di Debrecen.)

Il multi-imprenditore sorvola su chi gli ha fornito il tubo. Con molte digressioni e una sintassi insolita riassume in 30 minuti la genesi dell’Acqua suprema “biologica” e “strutturata” a partire

dalle scoperte dei principali studiosi a livello mondiale che non si consente di usare a beneficio di tutti

per colpa di un complotto delle multinazionali che controllano il mercato con la complicità dei “bollettini scientifici” e altri.

Innanzitutto “tiene a precisare” che si può ricavare energia dall’acqua invece che “dal gas, dalla benzina e dal petrolio”. Lo hanno dimostrato Fleischmann e Pons nonché i suoi stessi docenti, “Giuliano Preparata ed Emilio Del Giudice del Politecnico di Milano” (nota 2). I loro esperimenti sono stati

riprodotti in Australia, in Germania, in Giappone, in Cina,

e si comincia a saperlo anche in Italia a dispetto del complotto di cui sopra. In ordine di apparizione, cita poi

  • Jacques Benveniste, scopritore della memoria dell’acqua sulla quale si basa tutta la scienza dell’omeopatia, derisa e combattuta dalle BigPharma americane che controllano il mercato mondiale, ma si comincia a sapere ecc.
  • Masaro Emoto che con un “altoparlante ha scoperto la musica dell’acqua”, l’ha congelata, ha visto che si può dare una forma al suo messaggio perché i fiocchi di neve ottenuti suonando musica classica (nota 3) sembrano uguali a quelli normali, ma “microscopi speciali rivelano sottili differenze”;
  • [Gerald] Pollack secondo il quale l’acqua vive “in stati coerenti delle microenergie dell’ossigeno e dell’idrogeno”. Aggregando le molecole nel modo giusto, [Pollack] “ha prodotto super-concentrazioni super-coerenti e… super-radianti dell’acqua  e ne estrae super-energia”;
  • “Un professore coreano che dirigeva un istituto di ricerca dell’Università di Los Angeles” dove “ha scoperto l’acqua esagonale, fatta a mini-cluster”, il cui nome sfugge al signor Bertolissi (nota 4).

Non erano che nani sulle spalle di un gigante:

una guardia forestale tedesca, [Viktor] Schauberger

All’inizio del Novecento aveva osservato che nei torrenti le trote riuscivano a restare immobili sfruttando le “implosioni” e i conseguenti “vortici” della corrente.

Tutta la dinamica dei fluidi odierna si basa sulle ricerche fatte degli studiosi incuriositi da questa scoperta fondamentale e dagli eredi di Schauberger.

In effetti, cercano tuttora di vendere versioni aggiornate del suo tubo. Prima di congiungerlo a quello per l’irrigazione però, occorre “creare l’acqua K” filtrando l’acqua comune. Probabilmente attraverso il CANAM a carbonio nanostrutturato. Diventa suprema, spiega Bertolissi, grazie a un “percorso spiraliforme che la divide ioni negativi e positivi”, la miniclusterizza, le restituisce la memoria, la magnetizza e quindi la rende biologica. Perciò dai suoi esperimenti risulta aumentare “del 20%” la resa delle piante e la sua qualità.

Note

1Acqua suprema®

2– Preparata e Del Giudice insegnavano all’Università statale di Milano.

3 – All’acqua non piace l’Heavy Metal, le fa produrre schegge impazzite.

4 – Si riferisce probabilmente a Mu Shik Jhon, che non sembra aver insegnato a Los Angeles, al quale si rifanno molti ai venditori di acqua “dinamizzata”. Fra altre truffe, ha ispirato Big Blue Limited e Vitalizer Plus.

Leggi anche: Maglieria intima e copribottiglie..., Acqua cruda non Ogm

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

6 Commenti

  1. Questi sì, che sono dei veri ricercatori.

    Non come un venditore di materassi che ho sentito parlare di “raggi biogenetici”, e di come solo loro vendevano una copertina fatta con una fibra nanotecnologica studiata dal “CNR, che è a Pisa.”.

    Non si finisce mai di imparare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: