eventi

Torna il Festival della Scienza di Genova

Dal 25 ottobre al 4 novembre una ventata di appuntamenti scientifici per le vie della Superba

EVENTI – Il Festival della Scienza ritorna a Genova dal 25 ottobre al 4 novembre con una serie di imperdibili appuntamenti all’insegna della ricerca e della scoperta scientifica. Ben 266 momenti importanti scanditi in 128 incontri, 82 laboratori, 28 mostre, 13 spettacoli e 15 eventi speciali, che vedranno protagonisti 366 scienziati e personalità illustri provenienti dall’Italia e dal mondo. Il tema centrale dell’edizione 2018 è Cambiamenti: climatici, matematici, fisici, ambientali e tecnologici. Ma anche cambiamenti relativi alla cura, alla medicina e alle innovazioni destinate a persone con disabilità, in grado di cambiare e migliorare definitivamente la qualità di vita.

Tra i grandi ospiti, il matematico Alessio Figalli, medaglia Fields 2018; Elisa Resconi, la fisica che indaga i messaggi dell’Universo studiando i neutrini; il noto immunologo Roberto Burioni in compagnia del giornalista Enrico Mentana, in un dialogo su fake news e pericoli per la salute. E ancora, Luca Perri, divulgatore scientifico a caccia di Astrobufale; Chef Rubio, l’eclettico cuoco e protagonista televisivo impegnato in un progetto video realizzato in Guatemala in collaborazione con IFAD – il Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo – proiettato in anteprima per l’Italia al Festival della Scienza e volto a indagare gli impatti dei cambiamenti climatici sulla produzione agricola e sulla nostra alimentazione.

Anche quest’anno il grande evento scientifico rinnova la tradizione del Paese ospite, accogliendo eminenti scienziati provenienti da Israele e dedicando la corrente edizione al Paese del Medio Oriente che ha fatto dei cambiamenti la sua ragione di esistere, servendosi della scienza come linguaggio universale per superare le barriere geopolitiche e sociali. Tra gli ospiti israeliani: Yizhar Ofer, neuroscienziato del Dipartimento di Neurobiologia del Weizmann Institute of Science, che descriverà gli approcci usati per progettare nuovi strumenti optogenetici basati sulle rodopsine di canale; Liran Shlush, medico e ricercatore del Dipartimento di Immunologia dell’Istituto Weizmann, che ha studiato la leucemia mieloide acuta con un nuovo approccio, guardando alla genealogia cellulare e approdando, così, a una nuova concezione dello sviluppo della leucemia; Menny Barzilay, esperto di sicurezza informatica a livello mondiale, che guiderà il pubblico nell’era oscura della privacy digitale, un’epoca estremamente pericolosa e, al tempo stesso, molto affascinante.

Ma non è tutto: tra gli appuntamenti imperdibili, anche l’incontro a due voci con Giorgio Paolucci, direttore di SESAME, il centro di ricerca noto come il “CERN del Medio Oriente” con sede in Giordania, e il noto fumettista Zerocalcare, di ritorno da un viaggio tra Turchia, Iraq e Siria con il pluripremiato reportage a fumetti Kobane calling e protagonista di una visita al Sincrotrone Elettra di Trieste, promossa da Comics&Science ed esitata in un racconto a fumetti di divulgazione scientifica pubblicato sulla rivista del CNR. Il programma completo del Festival della Scienza è disponibile al seguente link: www.festivalscienza.it

Segui Milly Barba su Twitter

Leggi anche: Sei obiettivi per il progetto Health 2020

Milly Barba
Comunicatrice scientifica, social media manager e speaker radiofonica. Curo la rubrica #SenzaBarriere dedicata al tema disabilità.

1 Commento

  1. CI saremo anche noi con la mostra fotografica della nostra eccezionale circumnavgazione a vela delle Svalbard, Polarquest2018,a Porta Siberia e la presentazione di uno dei progetti scientifici a bordo, il rivelatore di muoni cosmici PolarquEEEst, il 4 novembre ore 11 a Palazzo Ducale, con Luisa Cifareli

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: