mercoledì, Dicembre 2, 2020
DOMESTICIRUBRICHE

Feromoni sintetici: la chiave per una convivenza cane-gatto?

I feromoni di sintesi possono aiutare a prevenire liti e disagio tra animali che condividono gli stessi ambienti domestici. Per una vita in casa più serena.

Cane e gatto sono due animali dalle abitudini piuttosto diverse. C’è chi sostiene che il detto “essere come cane e gatto” sia solo un modo di dire, l’espressione di uno stereotipo, niente più di una leggenda metropolitana. Tant’è che le nostre case sono piene di storie di affetto interspecifico, ma ce ne sono altrettante dove la convivenza tra le due specie, invece, sembra essere davvero complessa. A volte del tutto impossibile. Sarà anche un modo di dire, insomma, ma c’è del vero.

Recenti dati inglesi hanno indicato che i problemi di convivenza in casa tra cane e gatto sono la seconda causa di restituzione di animali ai rifugi. Per l’Italia non abbiamo numeri su cui fare affidamento, però sappiamo non solo che il numero di cani e gatti nelle famiglie è salito a circa 15 milioni di individui, ma anche che le famiglie con più specie di animali sono in forte aumento.

Ed è così che le diverse modalità comunicative, le peculiarità specie-specifiche nel vivere la socialità, le abitudini uniche di ogni specie, rendono spesso stressante la convivenza tra cani e gatti. Non sempre ce ne accorgiamo, soprattutto se il fastidio è quello del gatto, piuttosto “diplomatico” nell’esprimere piccoli (e grandi ) disagi: “Molto spesso i proprietari di gatti – ci ricorda l’etologo Angelo Gazzano – non si accorgono del loro stato di malessere fino a quando la questione non diventa evidente: il gatto comincia a fare la pipì fuori dalla lettiera, esprime disagio attraverso marcature urinarie in casa, o addirittura arriva ad autolesionarsi, leccandosi compulsivamente la pancia o le zampe fino a togliersi il pelo o ferirsi”.

Cosa possiamo fare?

Un gruppo di ricercatori della University of Lincoln ha indagato sull’uso di feromoni di sintesi per cani e gatti all’interno delle case, scoprendo che i due maggiori prodotti presenti sul mercato mondiale – Feliway Friends (per il gatto) e Adaptil (per il cane) – potrebbero diventare una vera e propria chiave per una famiglia pelosa felice e rilassata.

Nel corso degli ultimi anni, è stato studiato l’effetto dei feromoni di sintesi nel trattamento di patologie stress correlate  (come la cistite idiopatica felina), che però non hanno condotto a dati significativi. Poco sappiamo anche dell’effettivo valore dei feromoni all’interno di cliniche veterinarie per soggetti ospedalizzati, ma “sebbene siamo tutti consapevoli delle tensioni percepite tra cani e gatti, riteniamo che questo sia il primo studio nel suo genere a esplorare l’uso di prodotti a base di feromoni per migliorare il rapporto quando le due specie vivono nella stessa famiglia”, ha spiegato il professor Mills, professore di medicina comportamentale veterinaria presso la Lincoln’s School of Life Sciences.

Per misurare l’effetto di ciascuno dei due prodotti i ricercatori hanno testato l’uso dei diffusori di feromoni in un periodo di 6 settimane, con 17 partecipanti in ciascun gruppo. I proprietari dovevano riferire settimanalmente sulla frequenza di dieci interazioni indesiderabili specifiche e sette interazioni desiderabili specifiche tra i loro coinquilini a quattro zampe.

I risultati ottenuti dal team di ricerca indicano chiaramente che entrambi i prodotti hanno avuto un impatto positivo sulle interazioni tra cani e gatti che vivono nella stessa casa, portando a una notevole diminuzione delle interazioni indesiderate: il cane che insegue il gatto, il gatto che si nasconde dal cane, il gatto e il cane che si fissano l’un l’altro o il cane che abbaia al gatto. In particolare, a partire dalla seconda settimana, i proprietari di cani che hanno utilizzato Adaptil, hanno potuto riscontrare l’aumento di alcuni comportamenti desiderabili, come il saluto amichevole del cane al gatto o il desiderio di trascorrere del tempo in relax nella stessa stanza.

In conclusione, entrambi i prodotti sembrano migliorare la qualità del rapporto e sarebbe utile approfondire la ricerca attraverso un trial con placebo e l’uso combinato di Adaptil e Feliway nella stessa casa.

I limiti dello studio

– I numeri. Allo studio hanno partecipato due gruppi: 17 cani e 17 gatti, per un totale, piuttosto esiguo, di 34 individui.

– Ceva Animal Health, azienda produttrice di Adaptil e Feliway, ha fornito gratuitamente entrambi i prodotti per lo studio, seppur senza richiedere di essere coinvolta in altra maniera nell’esperimento e senza alcuna restrizione di utilizzo. A conclusione dello studio si è offerta di pagare affinché lo studio fosse reso pubblico ad accesso gratuito.

Gli autori hanno comunque dichiarato di non avere conflitti di interessi, avendo condotto la ricerca in assenza di accordi commerciali o finanziari con l’azienda produttrice.


Leggi anche: Randagio, il cane di cui sappiamo ancora poco

Articolo pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non opere derivate 2.5 Italia.   

Fotografia: Pixabay

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sara Stulle
Libera professionista dal 2000, sono scrittrice, copywriter, esperta di scrittura per i social media, content manager e giornalista. Seriamente. Progettista grafica, meno seriamente, e progettista di allestimenti per esposizioni, solo se un po' sopra le righe. Scrivo sempre. Scrivo di tutto. Amo la scrittura di mente aperta. Pratico il refuso come stile di vita (ma solo nel tempo libero). Oggi, insieme a mio marito, gestisco Sblab, il nostro strambo studio di comunicazione, progettazione architettonica e visual design. Vivo felicemente con Beppe, otto gatti, due cani, quattro tartarughe, due conigli e la gallina Moira.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: