mercoledì, Aprile 8, 2020

archiveAgenzia italiana del farmaco

‘Non ho nulla da perdere a provarlo’

È questo il pensiero che accomuna migliaia di malati posti di fronte a nuove cure sperimentali e potenzialmente ‘miracolose’. Malati afflitti da condizioni debilitanti per le quali cure definitive ancora non ci sono, e quelle convenzionali a volte non costituiscono che un sollievo temporaneo.