giovedì, Aprile 2, 2020

archivebiografia

CULTURALIBRI

LIBRI – Emma Wedgwood Darwin

“Bella, intelligente, ricca, con una casa fatta per viverci bene e un’indole felice, Emma Woodhouse sembrava riunire alcuni dei beni più preziosi della vita”. Proprio come la protagonista del romanzo di Jane Austen, Emma Wedgwood (la più piccola di casa) sembrava non avere da desiderare niente più di quello che già la vita le offriva. La vivacità della sua indole, combinata all’illuminata educazione e alla liberalità della sua famiglia, le avrebbero tuttavia riservato un’esistenza movimentata fin dai primi anni della sua giovinezza, ben diversa da quella dell’omonima eroina letteraria.”
CULTURALIBRI

Feynman: scienziato a fumetti

LIBRI - “Tutto il tempo non sa se diventare uno scienziato o un comico.” È quello che la madre di Richard Feynman (1918-1988) racconta agli amici nel libro a lui dedicato, un fumetto che racconta la straordinaria vita dello scienziato americano. Dalla sua vita privata, gli appuntamenti con le ragazze, al rapporto con i suoi colleghi fisici, con i suoi amici, fino alle lezioni di disegno e di bonghi, al suo importante contributo in elettrodinamica quantistica e al premio Nobel. Dagli scherzi da matricole al college fino al suo lavoro a Los Alamos, all'interno del progetto Manhattan, tra la fisica e la scassinatura per diletto delle cassaforti che contenevano importanti segreti militari
CULTURALIBRI

Einstein aveva ragione

LIBRI - Mezzo secolo di impegno per la pace Ascolta l'intervista a Pietro Greco: [audio https://oggiscienza.files.wordpress.com/2012/11/eistein-aveva-ragione.mp3] “Einstein è diventato un mito: è forse lo scienziato più conosciuto di tutti i tempi e quasi il simbolo stesso della scienza. Oltre che un genio nella fisica, è stata una persona che ci ha insegnato molto, soprattutto per quanto riguarda i rapporti tra scienza e società. È stato allo stesso tempo un personaggio scomodo: osannato dalle masse e tenuto d'occhio dalla polizia, tanto da quella tedesca quando era in Germania quanto dall'FBI che ha compilato alcune migliaia di pagine sul “sovversivo Einstein”. Accusato di essere comunista negli Stati Uniti e un amico dei capitalisti in Unione Sovietica, non è mai stato un uomo accomodante con il potere: è stato sempre libero, tanto da rinunciare alla presidenza di Israele quando gli è stata proposta." È quanto ci racconta Pietro Greco, giornalista scientifico e scrittore, intervistato sul sul libro “Einstein aveva ragione, mezzo secolo di impegno per la pace”. Dall'infanzia fino alla scomparsa del grande scienziato, questa biografia, edita Scienza Express, ci racconta la vita dello scienziato accennando sì alle grandi rivoluzioni scientifiche ma approfondendo soprattutto i suoi sogni e il suo impegno all'interno della società in un periodo storico, quello caratterizzato dalle due guerre mondiali, nel quale la scienza ha portato tanti, e spesso terribili, cambiamenti

Di Caprio sarà Alan Turing

[Alan Turing] ARTE, MUSICA E SPETTACOLI - Se avessi dovvuto pensare a un attore adatto alla parte, credo che Leonardo Di Caprio non mi sarebbe mai venuto in mente. Ci vedrei qualcuno di più tormentato, tipo Edward Northorn, o anche Christian Bale. In ogni caso la notizia è questa: Di Caprio interpretrà Alan turing in un film che verrà prodotto dalla Warner Bros. Mi vengono già i brividi a immaginare come verrà interpretata la storia (drammatica) del geniale matematico britannico, non ce la vedo proprio questa storia nel classico filmone holliwoodiano, ma tant'è. La notizia mi ha colpito soprattutto perché la storia di Turing è una di quelle che colpiscono davvero, che fanno venire rabbia. Tuning è nato nel 1912, ed è morto suicida alla sola età di 42 anni e molti pensano che il suo suicidio non fu per nulla causale o un semplice "momento di debolezz2, fu piuttosto conseguenza di anni di persecuzioni sistematiche da parte dell'allora governo inglese (di recente Gordon Brown il premier britannico ha chiesto ufficialmente scusa per quanto commmesso allora ai danni dello scienziato)