lunedì, Agosto 2, 2021

archiveomotossicologia

Omeopatia: parole in (troppa) libertà

OMEOPATIA - "Le parole sono importanti!" urlava Nanni Moretti. Vero. Tanto più se hanno a che fare con la salute. Ecco perché sabato scorso sono tornata a casa "disturbata" dalla presentazione di un vademecum sull'omeopatia al Comune di Pavia. Il manualetto, Medicina omeopatica e cenni di omotossicologia - conoscenze e uso delle medicine non convenzionali, è edito dall'Associazione medica italiana di omotossicologia; alle spese di stampa ci ha pensato Guna, azienda leader in Italia nella produzione e distribuzione di prodotti omeopatici, integratori, fiori di Bach et similia. A un certo punto, l'azienda ha bussato alle porte del Comune di Pavia (l'aveva già fatto, con successo, a Milano e a Palermo), chiedendo il patrocinio a un'iniziativa di diffusione del volume nelle farmacie e nelle biblioteche comunali. Non soldi, quindi, ma un viatico ufficiale e Pavia, con il suo assessore alla sanità e all'ambiente Massimo Valdati, ha detto sì .