L’evoluzione del sistema immunitario

Lampreda marinaLa lampreda marina, secondo gli scienziati della Emory University di Atlanta, può aiutarci a capire l’origine del nostro sistema immunitario

Un mostro marino potrebbe essere la chiave per comprendere una delle invenzioni più importanti della Natura: il sistema immunitario. Fino a oggi gli scienziati aveva creduto che la lampreda marina, un animale piuttosto primitivo che parassita i vertebrati più grandi succhiandone il sangue, avesse un sistema immunitario piuttosto rozzo, ma una nuova ricerca condotta da Max Cooper della Emory University di Atlanta, pubblicata su Nature, ha dimostrato che questo animale ha la sua particolare versione delle cellule T e B, il “nucleo” della risposta immunitaria negli esseri umani.

Lampreda schemaQuesti linfociti, che sono una classe particolare di globuli bianchi che difendono l’organismo dagli agenti patogeni come i batteri, sono stati trovati soltanto nei vertebrati dotati di mascella. La lampreda però fa parte della superclasse dei vertebrati senza mascella e si credeva avesse evoluto strategie immunitarie a se stanti.

Questa scoperta secondo gli immunologi potrebbe aiutarci a capire come sia nato originariamente il sistema immunitario.

Federica Sgorbissa
Federica Sgorbissa è laureata in Psicologia con un dottorato in percezione visiva ottenuto all'Università di Trieste. Dopo l'università, ha ottenuto il Master in comunicazione della scienza della SISSA di Trieste. Da qui varie esperienze lavorative, fra le quali addetta all'ufficio comunicazione del science centre Immaginario Scientifico di Trieste e oggi nell'area comunicazione di SISSA Medialab. Come giornalista free lance collabora con alcune testate come Le Scienze e Mente & Cervello.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: