CRONACA

Combattere i virus con l’aiuto della fisica

Virus della varicella (CDC/Dr. Erskine Palmer/B.G. Partin)

Per la prima volta è stata misurata l’energia dei virus al momento dell’infezione. Un parametro essenziale che potrebbe permettere di trovare alternative efficienti per sconfiggere le infezioni.

NOTIZIE – La difficoltà a contrastare l’azione dei virus è che hanno una straordinaria capacità di mutare rapidamente. Quindi tutti i metodi biologici e chimici escogitati per prevenire o curare le infezioni virali si scontrano con questo problema.

Il biochimico Alex Evilevitch e colleghi dell’Università di Lund in Svezia e dell’Università di Lione in Francia hanno deciso di usare un altro approccio che si basa sulla misura e la regolazione dell’energia interna dei virus.

In una ricerca precedente Evilevitch aveva già scoperto che i virus raggiungono livelli di energia interna estremamente elevati, corrispondenti alla pressioni esistente a 500 metri di profondità sottomarina. È questa pressione che il virus usa al momento di introdursi nelle cellule del suo ospite che verrà poi forzato a replicare i geni virali all’interno delle proprie cellule.

Con un calorimetro, uno strumento usato in termodinamica per misurare la quantità di calore, gli scienziati hanno misurato la produzione di calore nel momento esatto dell’infezione, cioè quando il virus espelle i suoi geni usando come propellente la sua pressione interna. Hanno anche scoperto che questa pressione dipende dalla quantità d’acqua contenuta all’interno del virus.

Il prossimo passo sarà quindi trovare un modo per controllare l’acqua contenuta nel virus, riusciendo così a bloccare le capacità infettive del virus senza intervenire sulla sua mutevole biochimica.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Journal of Molecular Biology.

6 Commenti

  1. Salve!

    Potreste aggiungere il link alla rivista (oppure i riferimenti bibliografici) in cui e’ stata pubblicata la ricerca?
    Grazie

  2. finalmente anche per un publico più largo questa notizia l’avevo appresa nel ottobre del 2006 a Bergamoscienze…
    che pecato che a diferenza di altre notizie come quelle di gossip per esempio, le notizie di carattere scientifico hanno bisogno di tanti, tanti anni per essere largamente difuse e conosciute…

    1. La notizia riporta una ricerca recentissima, della fine del 2009, che è in pubblicazione sul Journal of Molecular Biology
      Volume 395, Issue 5, 5 February 2010, Pages 1079-1087, quindi è improbabile che fosse stata presentata nel 2006. Sarà stata un ricerca correlata, ma finora nessuno era stato capace di misurare l’energia dei virus durante un’infezione.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: