CRONACA

Un vaccino contro i bachi (del computer)

Un software “intelligente” imparara difendere i calcolatori dai bachi di sistema e diffonde questa protezione a un’intera comunità di computer

NOTIZIE – Dimmunix è stato definito da George Candea, il suo autore, un vero e proprio “sistema immunitario” per  computer. Il programma è infatti in grado di imparare a riconoscere un errore nel sistema operativo o nei software e impedire che si manifesti successivamente. Nella sua ultima versione – recentemente messa online sul sito della Scuola Politecnica Federale di Losanna (EPFL), in Svizzera – Dimmunix si avvale anche della tecnica del cloud-computing, in cui diversi computer messi online formano una rete di elaborazione che velocizza il calcolo.

Come spiega Candea, che alla EPFL è direttore dei Dependable Systems Labs, spiega che Dimmunix inizia ad agire quando un baco si manifesta la prima volta, salvandone una “firma” , osservando le reazioni del computer, e mantenendo una traccia di tutto. Quando un altro baco simile sta per rimanifestarsi il programma usa queste tracce per riconoscerlo e alterare automaticamente l’esecuzione del programma in modo che questo continui a girare senza ostacoli. In pratica il nostro browser grazie a dimmunix può imparare a evitare un secondo blocco quando un errore, per esempio associato a un plug-in, si manifesta nuovamente.

Proprio per questo Dimmunix è come un sistema immunitario biologico: come questo si “sensibilizza” al primo manifestarsi di un agente patogeno, che impara a riconoscere e a contrastare in occasione di “attacchi” futuri. Ancora di più, l’ultima versione che lavora “in rete”, assomiglia a un vaccino: tutti i computer delle rete possono infatti approfittare dell’immunità acquistata anche da un solo membro della comunità.

Federica Sgorbissa
Federica Sgorbissa è laureata in Psicologia con un dottorato in percezione visiva ottenuto all'Università di Trieste. Dopo l'università, ha ottenuto il Master in comunicazione della scienza della SISSA di Trieste. Da qui varie esperienze lavorative, fra le quali addetta all'ufficio comunicazione del science centre Immaginario Scientifico di Trieste e oggi nell'area comunicazione di SISSA Medialab. Come giornalista free lance collabora con alcune testate come Le Scienze e Mente & Cervello.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: