IN EVIDENZA

Clima torrido

IL CORRIERE DELLA SERRARajendra Pachauri che da volontariato fa il presidente dell Panel intergovernativo su cambiamenti climatici, e per lavoro quello del TERI, l’istituto di ricerca indiano sulle energie sostenibili, è più crivellato di frecce di San Sebastiano. Nel IV rapporto del suo Panel i fautori del “più inquinamento da CO2” hanno trovato nove errori. Su un totale di quasi tremila pagine e solo nelle note bibliografiche delle parti II e III – quelle non scientifiche – sembrano pochi a noi che riusciamo a lasciarne passare di macroscopici. Ma chiedono lo stesso le dimissioni di Rajendra Pachauri, eppure nel 2002 l’avevano proprio scelto loro per sostituire Bob Watson.

All’allora presidente Bush era più gradito Pachauri per i suoi trascorsi nelle industrie private di carbone, petrolio e trasporti, ma ha avuto la schiena meno flessibile del previsto. E’ questa rigidità che deve pagare e non qualche referenza bibliografica sbagliata e il presunto conflitto d’interessi che non è mai invocato per gli scienziati reali e sedicenti che difendono gli interessi delle industrie private di carbone, petrolio e trasporti.

Se proprio serve un pretesto, ne abbiamo trovato uno. Pachauri ha appena pubblicato Return to Almora, un romanzetto tra il piccante e l’autobiografico, nella tradizione licenziosa della letteratura, scultura, pittura indiana. Per uno che si occupa di clima non sembra proprio capire l’aria che tira.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: