POLITICA

Un segnale sbagliato

POLITICA – Il governo del Lazio ha deciso di abrogare la legge regionale n. 22 del 18 aprile 1988 che sovvenziona l’Osservatorio Astronomico di Campo Catino con 40-50 mila euro all’anno. Diretto dall’avvocato Mario Di Sora, l’osservatorio produce dati che servono ai centri di ricerca italiani e stranieri per monitorare gli asteroidi la cui orbita rischia di incrociare quella terrestre. È famoso perché i suoi volontari hanno fatto scoperte – 35 corpi celesti minori, 6 pianeti extrasolari, il diametro di Caronte misurato in collaborazione e su richiesta della NASA – che hanno pubblicato su riviste come Science, Nature o l’Astrophysical Journal.

Dalle ricerche e dagli esperimenti che hanno condotto sull’inquinamento luminoso, un altro settore in cui sono stati all’avanguardia, è nata la legge regionale del 2003 adottata in altre parti d’Italia e del mondo. Per esempio ha fatto sì che per l’illuminazione stradale, la sola città di Frosinone spendesse ogni anno 230 mila euro in meno di Biella che pure ha il 40% di lampade in meno.

Ridurre i finanziamenti pubblici in tempi di deficit si capisce, ma azzerarli nel caso di una struttura scientifica – l’unica della provincia di Frosinone, tra l’altro – poco costosa e produttiva anche di vantaggi per la collettività, sembra ingiusto e un cattivo esempio. Smentisce le promesse di razionalizzare la spesa pubblica, di “tagliare i rami secchi” per meglio “sostenere l’innovazione” e “valorizzare il merito”. Resta la possibilità che si sia trattato di un errore. Dopo tentativi vani per accertarlo, abbiamo scritto a presidente@regione.lazio.it

Se altri lo fanno, forse riusciremo a ottenere una risposta.

3 Commenti

  1. Speravo molto sul 3 Millennio,doveva essere il tempo di affrontare i vari argomenti in maniera più moderna.Ora si tirano fuori dal cassetto ritrovamenti di ammassi di galassie già trovati 20,40,50 anni fà che sono talmente vecchi,che per essersi formati ci sarebbero voluti da 60 a 100 miliardi di anni:Bastano questi dati per capire che il Fiat Lux è stato superato.

    1. @giovanni7
      non capisco il nesso tra le sue considerazioni e il risparmio nel Lazio sulle bollette della luce. Lei abita a Biella per caso?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: