CRONACA

Bagliori nel buio

NOTIZIE – Di giorno la marea rossa non ha un bell’aspetto: le acque del mare assumono una colorazione marrognola, e nemmeno l’odore è così invitante. Si tratta infatti di miliardi e miliardi di alghe  monocellulari, note con il nome di dinoflagellate, che fioriscono in certi periodi dell’anno e la cui proliferazione talvolta raggiunge picchi tali da renderle visibili ad occhio nudo, anche per causa di un eccesso di nutrienti immesso in mare dagli scarichi umani.

Di notte però la marea rossa può dare uno spettacolo a dir poco magico. Le dinoflagellate infatti hanno la caratteristica di emettere una singolare bioluminescenza, che “accende” di delicati bagliori la superficie marina. Qui sopra potete vedere una galleria di immagini raccolte nei posti più lontani del globo, in cui gli utenti di Flickr raccontano la magia della marea rossa.

Federica Sgorbissa
Federica Sgorbissa è laureata in Psicologia con un dottorato in percezione visiva ottenuto all'Università di Trieste. Dopo l'università, ha ottenuto il Master in comunicazione della scienza della SISSA di Trieste. Da qui varie esperienze lavorative, fra le quali addetta all'ufficio comunicazione del science centre Immaginario Scientifico di Trieste e oggi nell'area comunicazione di SISSA Medialab. Come giornalista free lance collabora con alcune testate come Le Scienze e Mente & Cervello.

5 Commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: