AMBIENTEINFOGRAFICHEULISSE

L’energia che viene dal sole

AMBIENTE – Occhi puntati sul fotovoltaico. Tra le energie verdi, quella prodotta dal sole continua a crescere. Secondo i dati presentati al SolarExpo di Verona, l’Italia con oltre 9.000 MW installati è stato il primo Paese nel 2011 in termini di nuova capacità di energia fotovoltaica connessa alla rete, superando anche la crescita della Germania che detiene il primato in Europa.

Oggi il fotovoltaico contribuisce per il 31% alla produzione di energia da fonti rinnovabili: gli oltre 340mila impianti presenti nel nostro Paese producono circa 11 TWh/anno di energia elettrica.

In Europa, l’Italia è il terzo Paese per produzione di energia fotovoltaica: con 298mila Tep si colloca dopo la Germania (1, 4 milioni di Tep) e la Spagna (1 milione di Tep). Tra i consumi finali, invece, la quota delle energie verdi non arriva al 9%, restando al di sotto delle media dei Paesi dell’Unione Europea (11,7%). Dal 2000 al 2011, però, il mercato italiano delle rinnovabili è cresciuto del 125% e il 75% di questo aumento si è verificato solo negli ultimi 4 anni.

Secondo gli obiettivi fissati per il 2020, la quota di energia verde dovrebbe raggiungere il 17%. E il fotovoltaico potrebbe fare la parte del leone, visto che le previsioni stimano una crescita dal 200 al 400% del mercato dell’energia solare per i prossimi 5 anni. Se ne parla anche agli European Solar Days, la più importante campagna di informazione su scala nazionale ed europea finalizzata alla promozione dell’utilizzo dell’energia solare, in corso in tutta Italia fino al 13 maggio.

Crediti immagine: Laura Pulici

5 Commenti

  1. 298.000 Tep ci sono costati € 6,5 miliardi,pari, se non ho sbagliato i conti, a circa € 3000 a barile!

    Se è con queste politiche energetiche che volgiamo recuperare competitività, alla larga!

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: