martedì, Dicembre 18, 2018
CRONACAINFOGRAFICHEULISSE

Fino alla fine del mondo

Crediti immagine: Laura Pulici

COSTUME E SOCIETÀ – Il 21 dicembre è passato ma non preoccupatevi, se per caso vi foste comperati un kit di sopravvivenza per non farvi trovare impreparati alla fine del mondo, potrebbe non essere stata una spesa inutile. Anche se non lo avete utilizzato lo scorso dicembre, potrebbe tornavi utile per la tempesta solare prevista nel 2013 o per la miniglaciazione dell’anno successivo.

Esperti e archeologi sostengono che i Maya non hanno niente a che fare con la profezia sulla fine del mondo. Il 21 dicembre rappresenta semplicemente la fine di un ciclo e l’inizio di un altro. Insomma l’analogo dei nostri passaggi da un millennio a un altro (vi ricordate il Millennium Bug?). Se avete dubbi, leggete le risposte date dalla NASA ai cittadini più ansiosi.

Guardando alla storia, il mondo doveva essere già finito da parecchi anni, per esempio il 31 dicembre 999 secondo i vangeli apocrifi. Da allora, la fine del mondo è stata annunciata più di 200 volte, tutte smentite dai fatti.

Tra eventi astronomici dalle conseguenze catastrofiche, guerre nucleari e perfino l’arrivo dei Raeliani, la fine della Terra sembra inevitabile. E su questo punto sono d’accordo anche gli astrofisici, secondo cui però la fine del nostro Pianeta potrebbe essere causata dalla morte del sole, dall’esplosione di una supernova vicina o dall’incontro con un buco nero. Minacce, attualmente, molto remote.

5 Commenti

  1. Che il 21 dicembre finisse il calendario Maya è assodato. Che fosse prevista la fine del mondo era perlopiù inventato.
    Ma il punto è: cosa succede ogni 5126 anni? Ogni periodo del calendario ha un suo perchè astronomico: un giorno dura 24 ore perchè tanto ci mette la Terra a girare su sè stessa, un mese dura circa 28 giorni perchè tanto dura un “giorno lunare”, e così via.
    Cos’è che dura 5126 anni? Cosa è successo di astronomico il 21 dicembre 2012, di cui non ci siamo nemmeno accorti?!?

    Comunque, c’è un problema: potremmo aver sbagliato di un anno! C’è la faccenda che non tutti considerano l’anno 0 come esistente, alcuni astronomi o storici dicono che dall 1 a.C. si passa all’1 d.C., non allo 0…e questo vorrebbe dire che l’evento astronomico con periodo di 5126 anni si verificherebbe il PROSSIMO 21 dicembre, quello del 2013!
    Cioè, ogni 5126 anni il Sole “fa il botto”??
    Chissà.
    Vedremo. 😉

  2. P.S.
    Come “data finale” manca il 2045, l’anno della Singolarità, quando un PC da tavolo avrà la capacità di elaborazione di 7 miliardi di cervelli umani.
    Allora sì che succederà un casino.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: