AMBIENTEULISSE

Caldo caldissimo

Crediti immagine: NOAA

AMBIENTE – Il NOAA, L’amministrazione nazionale per gli oceani e l’atmosfera americana, ha reso pubblici i dati climatici relativi al 2012, da poco finito. Niente di nuovo purtorppo. Dal 1880, il 2012 è stato il decimo anno più caldo, il 36esimo di fila a essere superiore alla media del ventesimo secolo. Gli anni del 21esimo secolo (dal 2000 in poi), tutti e dodici si piazzano entro i 14 più caldi sempre dal 1880. In questo quadro c’è da notare anche che l’anno scorso molte parti del mondo hanno registrato temperature stagionali superiori alla media, ma altre ne hanno mostrate di marcatamente inferiori (e parlando di estremi, l’Artico ha avuto una stagione dello sciogliomento che ha superato ogni record, come precocità, mentre dall’altra parte l’Antartico ha mostrato una estensione massima dei ghiacci superiore alla norma).

Altro dato evidenziato dal NOAA: dal 1880 l’aumento di temperatura medio per decade è stato di 0,06°C fino al 1970. Da allora in poi l’aumento medio per decade è passato a 0,16°C. Qui trovate la survey completa. Qui sotto un’infografica con le anomalie più notevoli dell’anno scorso.

Crediti NOAA

Federica Sgorbissa
Federica Sgorbissa è laureata in Psicologia con un dottorato in percezione visiva ottenuto all'Università di Trieste. Dopo l'università, ha ottenuto il Master in comunicazione della scienza della SISSA di Trieste. Da qui varie esperienze lavorative, fra le quali addetta all'ufficio comunicazione del science centre Immaginario Scientifico di Trieste e oggi nell'area comunicazione di SISSA Medialab. Come giornalista free lance collabora con alcune testate come Le Scienze e Mente & Cervello.

5 Commenti

  1. La temperatura NON è una grandezza fisica.
    E’ l’INDICATORE di una Grandezza Fisica, ed esattamente dell’Energia nella forma del CALORE.
    L’indicatore si misura in Gradi (in varie scale) mentre il Calore si misura in Joule o Kilocalorie.

    Ora una mappa che esprime l’aumento negli anni della temperatura di un corpo non ci dice niente sul contenuto di Calore del corpo; o se quest’ultimo è aumentato o è diminuito, perchè nulla ci dice , la temperatura, sulla DISTRIBUZIONE del CALORE in un corpo. Nel nostro caso nell’AMBIENTE.

    E’ come se noi , osservando una variazione di pressione atmosferica sulla superficie terrestre ci avventurassimo ad affermare che l’ARIA, nel cielo, è aumentata o diminuita.

    Bisognerebbe che dai rilievi di temperatura osservata si ricavassero le rispettive linee isoterme e da esse CALCOLARE se , effettivamente, col tempo, il CALORE (non la temperatura) sta aumentando veramente nel nostro habitat.

    Ma se qualcuno mi chiede se l’anno passato ha fatto più caldo degli anni precedenti, io gli risponderò di sì perchè la memoria della mia percezione sfuma (dimentica) quando si allontana troppo dal presente per lanciarsi verso il passato lontano..

  2. C’è veramente molto poco da “commentare”. Le dichiarazioni da parte di scienziati non al soldo dei vari governi sono concordi nel tracciare una situazione di crisi ambientale globale ormai fuori ogni possibile controllo o recessione. E così, mentre tutti i rappresentanti del potere costituito a livello nazionale e sovrannazionale si trastullano con “masturbazioni mentali” sullo spred, i mercati, la produzione industriale, il prezzo del greggio, ecc., ecc., e nel loro tempo libero -ossia quando non sono intenti a rubare, ad accumulare privilegi, a sfruttare popoli, a fare guerre-si “pavoneggiano” in sterili quanto dispendiosi meeting sulla situazione ambientale e climatica della Terra, caratterizzati da “tutte chiacchiere e distintivo” come diceva Al Capone al suo processo, a noi -ossia al resto dell’Umanità- non resta che rimanere in attesa della prossima fine di questa stupida quanto pazza “civiltà industriale” del c….zo! Nel frattempo “loro”, ossia coloro i quali ci comandano, ci ripetono di “restare calmi” in quanto la fame nel mondo, le carestie, l’inquinamento dell’intero pianeta, l’effetto serra, il cambiamento climatico in atto, la deforestazione dell’Amazzonia e di ogni altra area verde della Terra, la minaccia degli armamenti di distruzione di massa come quelli nucleari e batteriologici sparsi per il mondo, sono solo “stupidaggini” e/o le elucubrazioni di menti disturbate e paranoiche. E poi dicono che solo Berlusconi spara cazzate a raffica come i cannoni di una portaerei.- Umberto Telarico -libero pensatore e ricercatore.

  3. Sarebbe interessante verificare se il calore sia aumentato o meno. Però, credo che l’osservazione fatta da chi ha scritto il primo commento sia del tutto inesatta. L’alzamento della temperatura media di tutto il globo è implicata necessariamente da un aumento di calore presente in atmosfera, calore determinato dall’effetto serra causato dalla CO2. La maggior parte degli ambienti è sottostress, perché non solo la CO2 trattiene il calore con il meccanismo noto, ma anche acidifica leggermente le acque…
    Quindi direi che l’aumento della temperatura media ci dice assolutamente che è aumentato il calore presente nel sistema… Per lo meno, il calore dell’atmosfera 😀

  4. A parte il fatto, adesso che ci penso bene … c’è un inesattezza fisica nel tuo discorso… il calore non è una proprità del corpo, ma una forma di energia scambiata… direi che tu abbia confuso calore con energia del corpo, ti sfido a determinarla…

  5. @LittleGeologist
    Che l’Energia Termica sia solo una fra le varie forme di Energia che l’Uomo conosce ( vedi energia potenziale, energia della materia(einstein)= E=m*c^2) , cinetica, biologica, spirituale, etc etc )fa parte dei FONDAMENTALI di Fisica dell’ultimo secolo e non credo proprio che si possano mettere in dubbio proprio in un blog di SCIENZA (oggi).

    Che l’Energia in tutti i sensi, (senso lato), si misura in Joule non c’è ombra di dubbio. Non si possono mettere in dubbio le Convenzioni di una disciplina (nel nostro caso la Fisica).
    Per ragioni di provenienza storica, l’Energia Termica si misura in Kilocalorie ma c’è una precisa equivalenza fra Joule e Kilocaloria. 1 kilocaloria è uguale a 4,1868 Joule.

    Ma non è questo il punto di divergenza fra noi due., littleGeologist.
    Il punto è la DISTRIBUZIONE dell’Energia Termica ( riscaldamento climatico ?) all’interno di quella parte del pianeta Terra che va dalla superficie terrestre in su, verso lo spazio.(ATMOSFERA TERRESTRE).

    Se io con un Phone mi scaldo l’ascella, butto aria calda sotto il mio braccio e poi ci metto la punta di un termometro, può darsi che io arrivi a leggere un indice di calore (temperatura) di 40 °C.
    MA NON POTRO’ MAI AFFERMARE CHE IO HO LA FEBBRE A 40° C.

    Semplicemente , sotto la mia ascella c’è più concentrazione di calore (di energia termica) rispetto a tutti gli altri punti del mio corpo.

    Llascio al tuo ibero arbitrio e alle tue capacità raziocinanti, riflettere ,adesso, caro LittleGeologist al fenomeno COMPLESSO (vedi meteo) che è la distribuzione dell’Energia Termica all’interno della nostra atmosfera…e anche un pò visto nel corso del tempo…(milioni di anni fa e le varie ERE TERMICHE).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: