mercoledì, Dicembre 19, 2018
IL PARCO DELLE BUFALE

Il Copernicola della Foresta Nera

N.Tesla

IL PARCO DELLE BUFALE – Su Le Scienze, Paolo Attivissimo notava che gli scienziati geniali e incompresi si richiamano volentieri a Nikola Tesla. Che stiano cercando di vendere una bovin bobina?

Il collega fa un esempio italiano, non si tratta di una specialità locale. Come un “Fermi dell’Abruzzo” o un “Galileo” di via dell’Elettricista (Bologna), anche il prof. dott. ing. Konstantin Meyl – docente di fisica alla Scuola superiore di tecnologia di Furtwangen, titolare del First Transfer Centre of Scalar Wave Technology e detto in Germania il “Copernico della Foresta Nera” – produce energia alternativa.

Diversamente da loro però, è riuscito a pubblicare due articoli in riviste di biologia. In “DNA and cell resonance: magnetic waves enable cell communication”, spiega che all’andata, le onde elettro-magnetiche emesse dal DNA si propagano nella “direzione del vettore del campo magnetico” e al ritorno in quella del vettore delle onde scalari da lui stesso teorizzate e mosse dalla “potenza dei neutrini superluminali”.

L’articolo è stato ritrattato da DNA & Cell Biology senza alcuna spiegazione, si apprende da Retraction Watch, ma una versione lievemente diversa è tuttora consultabile in open access sul Journal of Cell Communication and Signaling. Il prof. Ulrich Berger, specialista di teoria dei giochi all’Università di Vienna e presidente dell’equivalente austriaco del CICAP, prevede che sarà ritrattata presto in quanto è “dissennata”.

Deve esserci un malinteso. Dal 2011 il prof. Meyl rivoluziona la genetica perché nel 1990

ha scoperto un errore fondamentale nelle equazioni di Maxwell

(non proprio) e

dopo averlo corretto, è stato in grado di derivare con eleganza i risultati di Tesla e di spiegare molti altri effetti fisici non spiegati dalla scienza.

È stato anche in grado di derivare alcuni prodotti. Con 3.600 euro potete comprare un kit e costruire

una linea di trasmissione d’energia come quella di Tesla.

Alcune derivazioni vengono via con meno:

Vi interessa la trasmissione di energia senza fili (senza cavo di terra) con una bobina di Tesla? Oppure come Tesla, volete tenere accesa fuori una lampada fluorescente senza collegamento alla rete?

Vi basta un generatore di radio-frequenze da 800 o 1.400 euro. Se siete omeopati, vi serve un’apparecchio da 7.888 o 9.860 euro per modulare di fino le onde scalari. La loro “risonanza”, ricorderanno i lettori, ha già trovato applicazioni terapeutiche nelle scatolette ucraine della multinazionale Steriwave che guariscono cento patologie tra cui le ghiandole mammarie. Riteniamo pertanto imminente una Teoria Omeopatica del Tutto che unirà la teoria di Meyl a quelle dei proff. Del Giudice-Preparata e Degli Antoni-Srivastava-Valenzi.

p.s. Il prof. Berger ha un blog anti-bufale. Ai lettori che sanno il tedesco, questo post o questo faranno venire in mente analogie italiane.

6 Commenti

  1. Se fosse vero che i morti si rigirano nella tomba ogni volta che vengono nominati a vanvera ormai le ossa di Tesla, a forza di rigirarsi ogni volta che un fuffaro nomina l’inventore, si debbono essere completamente polverizzate…

    1. Se avvolgi le ossa di Tesla con una bobina bifilare,applichi grossi magneti al neodimio sulla tomba e lo lasci rivoltare in pace avreai free energy a volontà…..Sappi che i lavori del prof. Meyl sono ampiamente riprodotti in laboratorio soprattutto la trasmissione di potenza su un unico filo sottile in alta tensione e frequenza , ma suscitano poco interesse perché non convenzionali. Fenomeni come la sono luminescenza e la fusione fredda sono ormai studiati riprodotti e scalabili solo che ai potenti piace più condire le tue amate bufale con la diossina che farci star meglio, prova è che la macchina elettrica è nata prima di quella a benzina e come city car va benissimo ma te devi spendere 3 euro di benzina per andare a lavorare e non 80 cents di corrente. Poi spiegami perché l’infortunio in iter vale se ti pianti in macchina e no se ti stirano in bici? Devi Andare a petrolio! Punto. Ciao ciao e buona caprese al pcb con contorno di policliclici aromatici.

  2. @Robo
    Qualche migliaio, ma servirebbe un censimento serio (si fa per dire).

    Professori: qualcuno non lo è, ma dice di esserlo. Strano come quelli che si ribellano alla “scienza mainstream” fanno di tutto per ammantarsene.

    @Madscientist
    anche Galileo, Fermi, Marconi ed Einstein. Marie Curie mai. Che siano un po’ misogini?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: