Epidemia di morbillo in Galles

Crediti immagine: UNICEF SverigeSALUTE – Succede nell’area di Swansea, in Galles. Al 5 aprile scorso erano circa 600 i nuovi casi di morbillo segnalati. I medici della zona dichiarano di aspettarsi circa 20 nuovi casi al giorno ma, sorpresa sorpresa, la percentuale di infezioni nei bambini fra gli 8 e i 16 anni è molto bassa, mentre per quelli sotto gli 8 anni è altissima. Mistero? Assolutamente no. Fra i bambini sotto gli 8 anni in quella zona c’è infatti un ‘altissima percentuale di non vaccinati (per il vaccino trivalente, morbillo-parotite-rosolia). E perché? Perché, specialmente nel Regno Unito ma non solo, da circa un decennio esiste un forte movimento anti-vaccinista innescato dallo studio truffaldino di Andrew Wakefield, ex-medico inglese che ha insinuato che quel vaccino potesse causare l’autismo.

Il risultato è che in UK, ma anche negli Stati Uniti (e anche nel nostro paese esistono delle frange), ci sono genitori che rifiutano di vaccinare i figli contro malattie la cui pericolosità è ben maggiore di quella dei possibili effetti collaterali (provati) del vaccino.

In questi giorni a seguito dell’epidemia, nei presidi medici dell’area di Swansea si sono presentate 1.200 persone per ricevere il vaccino. I medici ritengono che prima di questa ondata di richieste “in zona cesarini” circa 3.800 bambini nell’area non avessero ricevuto il vaccino trivalente, e si aspettano che le richieste crescano nei prossimi giorni.

Basta poco per convincere la gente, vero?

PS: Nel 1998 Andrew Wakefield pubblica su The Lancet un articolo in cui si osservavano 12 bambini autistici. Non lo scrive nell’articolo ma lo insinua a “microfoni aperti” (dei giornalisti) che il vaccino trivalente potrebbe causare l’autismo. Non esistono altri studi che confermino il dato (e sono passati 15 anni e tanti ci hanno provato). Si scopre che Wakefield ha imbrogliato. Lo studio viene ritirato. Wakefield viene condannato per comportamento fraudolento e radiato dall’ordine dei medici inglesi. Altri dati a supporto della bislacca teoria non esistono. Ma il mondo ci vuole credere.

Informazioni su Federica Sgorbissa ()
Federica Sgorbissa è laureata in Psicologia con un dottorato in percezione visiva ottenuto all'Università di Trieste. Dopo l'università, ha ottenuto il Master in comunicazione della scienza della SISSA di Trieste. Da qui varie esperienze lavorative, fra le quali addetta all'ufficio comunicazione del science centre Immaginario Scientifico di Trieste e oggi nell'area comunicazione di SISSA Medialab. Come giornalista free lance collabora con alcune testate come Le Scienze e Mente & Cervello.

20 Commenti su Epidemia di morbillo in Galles

  1. Speriamo bene per quei poveri bambini. Sinceramente non riesco a capire per quale motivo si possa pubblicare uno studio del genere. Mah.

  2. Ma l’autrice e’ il medico condotto a Swansea, Galles ? Perche’ se non riferisce per conoscenza diretta sarebbe dovere etico riferire la fonte. Non per dubitare, per l’amor de cielo, ma per saperne di piu’. E anche perche’ se non si fa cosi’, cosa differenzia questi articoli da quelli dei ciarlatani anti-vaccino ? La conclusione ? no, no.. e’ il metodo (scientifico) che deve essere diverso.
    Grazie

  3. poveri bambini!….mi fate ridere, le malatie esantematiche sono sempre esistite e voi catastrofisti parlate di epidemia a beneficio vostro, ma fatemi il piacere! 🙂

  4. Hai in parte ragione Stefano, di epidemia si parla normalmente quando molti casi di una malattia si succedono come in questo caso senza essere catastrofisti, ma una malattia esantematica contagiosa come il morbillo, se è contagiosa è quindi potenziamete epidemica, nulla di strano! Perchè allora ci sono questi articoli sul web che allarmano su questo, se non per tirare l acqua al proprio mulino!? Se da anni in quella zona sono diminuite le vaccinazioni è perfetamente normale che il morbillo si riprenda (con gli interessi) quello si era perso prima no!? Che c è a stupirsi? Trovate che ci si da allarmarsi!?

    Hanno fatto morti, certo che li hano fatti, se le persone non sono curate adeguatamente dal morbillo potrebbero morire, ma la natura si cura con la natura, cioè medicina tradizionale cinese e l omeopatia unicista ad esempio, non con i farmaci sintomatici dell allopatia, mai curare un morbilo con allopatici che lo sopprimono se non ci si vuole trovare di fronte a una mutazione del male nel futuro di quel bambino!
    I bambini devono essere ben curati con medicine naturali efficaci, altro che vaccini! Quello per me è il punto, io penso che l allopatia non è in grado di curare efficacemente e rapidamente (parlo per esperienza personale sul morbillo) e allora cerca di ricorrere ai vaccini….ho detto cerca….senza considerare gli effetti collaterali, minimizzando o raccontando bugie ai genitori su questi effetti, risarcendo in silenzio molti genitori per la morte o per la malattia dei loro figli dopo la vacciazione, incolpando i medici che remano contro come quel Wakefield….
    Imbrogliare le carte con la natura non funziona mai, il morbillo esisterà sempre, sta nel “manico” la soluzione, se un medico è in grado di curarlo naturalmente o meno, questo conta, niente altro a parere mio.

    • Infatti per vaiolo, poliomielite ecc, i vaccini non son servite a nulla.

      • Federica, non capisco se scherzi o parli sul serio. ??
        Ivabellini (devo usare maschile o femminile), infatti, nessun catastrofismo e nessun allarmismo. Non mi pare affatto un articolo allarmante, non e’ mica Ebola. E’ morbillo. Io lo ho avuto da piccolo, mia figlia e’ vaccinata. Sono al sicuro. Se qualche bambino gallese ci lascia le penne, sono cavoli dei suoi genitori che non lo hanno fatto vaccinare. Ci sono polazioni intere che si sono estinte per il morbillo, cosa vuoi che siano due o tre inglesi di meno. Chi e’ causa del suo mal pianga se’ stesso e fine.
        La notizia dal Galles semplicemente conferma che i vaccini funzionano e che le malattie non scompaiono “perche’ migliorano le condizioni igieniche”. Punto. E siccome siamo circondati da ciarlatani che dicono che i vaccini non fanno nulla, e’ una notizia che per molti potrebbe dovrebbe essere importante.
        Poi se costi/benefici di un particolare vaccino per una particolare malattia con una particolare metodica di somministrazione sono tali da consigliare (o coattare) la vaccinazione di (tutti) i bambini e’ una cosa da vedere caso per caso, con intelligenza e non con passione.
        Mia figlia ha fatto il vaccino contro il morbillo, ma non quello contro la varicella. E’ stata una scelta ragionata.

        Per te la medicina naturale e’ una religione, io non sono un missionario, tientela.

        Certo avere una cura per le malattie virali sarebbe comodo, nulla da obiettare. L’allopata di turno faccia una bella statistica in doppio cieco e campioni controllati, poi la faccia riprodurre da un altro ricercatore in modo indipendente, e poi vediamo. Cosi’ magari invece della Pfizer gudanga la Boiron, che finora vende a peso d’ora acqua colorata senza che nessuno si scandalizzi.

        Ora pero’ non scrivo piu’, che gia’ sono troppo prolisso.

      • Più che scherzare era sarcasmo

      • Stefano usa pure il maschile (sono Ivano) , brevemente:
        Se un gallese ci lascia le penne per il morbillo è perchè non è ben curato come ho già spiegato.
        Questa notizia rivela esattamente quello che ho detto, il morbillo si riprende quello che si era perso e che i medici allopati non sono in grado di curarlo efficacemente, non che i vaccini sono indispensabili.
        Io non ho mai detto che tutti i vaccini fanno nulla, casomai fanno male o nulla se non funzionano e anche se funzionano possono aver indebolto il sistema immunitario (vedi le malattie che i bambini vaccinati si prendono a scuola), è un guadagno???
        Non hai fatto il vaccino per la varicella a tua figlia!? E perchè!?
        La medina naturale è un fatto, non una religione, se uno la ignora non sa cosa si perde.

      • C’è il primo morto. Non avrà preso l’oscillococcinum

      • 😦 grande tristezza, spero sia l’ultimo.

      • se un medico non è capace di usare la natura perchè non sa nulla di omeopatia o di medicina cinese, fa quello che puo per risolvere! Meglio un vaccino, se efficace, piuttosto che fare morire per la propria ignoranza sulla medicina naturale….la formazione della medicina ufficiale e dell agricoltura in occidente è stata impostata con l idea del dominio sulla natura con la chimica, nulla di strano se in passato si è ricorso a vaccini e lo si continua a fare, la mentalità dominante è quella, che ti devo dire!
        Ognuno fa le proprie scelte accettando i possibili risvolti negativi, morte compresa, il problema è quando si vuole far credere che esiste solo il vaccino, l imposizione del vaccino a tutti come unica soluzione perchè questa è una falsità!

  5. beh.. fortunatamente il primo morto non e’ un bambino e comunque non e’ detto che la causa sia stata il morbillo
    http://www.bbc.co.uk/news/uk-wales-22215185
    Mi spiace per Swansea, Galles, UK ma dalla loro storia non c’e’ altro da imparare, di statistice sulle conseguenze del morbillo ce ne sono in abbondanza dai tempi prima della vaccinazione.

  6. @Ivabellini:
    con l’omeopatia o la medicina tradizionale cinese NON si previene il morbillo e NON si guarisce dal morbillo.
    Punto.
    Con il vaccino si previene la contrazione della malattia.
    Non c’è molto da discutere.
    Quando un omeopata o un medico tradizionale cinese porterà dati, statistiche, esperimenti in doppio cieco, una montagna di casi positivi, allora ne potremo discutere, ma fino ad allora è ipocrita e sbagliato fare certe affermazioni.
    Fattene una ragione…

    • balle, le statistiche tienitele, gli esperimenti un medico omeopata pediatra li fa tutti i giorni con i suoi pazienti, quindi se hai bisogno di sapere quello che un omeopata o un medico di medicina cinese fa con le malattie esantematiche, non hai che da chiederglielo. Dire che questi medici non curano quelle malattie, punto, senza conoscere questi medici è pura presunzione….fattene una ragione tu!

  7. e perchè non fanno tante storie per tutti quelli morti di influenza OGNI ANNO? Ma per favore. Ancora state dietro alle multinazionali?

  8. Claudio Casonato // 7 aprile 2014 alle 23:01 // Rispondi

    L’ha ribloggato su bUFOle & Co..

4 Trackbacks / Pingbacks

  1. Lettura per astemi – Ocasapiens - Blog - Repubblica.it
  2. Perche’ essere contro la fuffa e’ un dovere morale: le BALLE sui danni da vaccini | BarneyPanofsky
  3. Giovane donna o vecchia signora? | Vivabio.it
  4. Epidemie di morbillo, Italia al primo posto nell’Ue | Pianetablunews

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: