mercoledì, Dicembre 19, 2018
ULISSE

Grazie, signora (un’altra)

RV Falkor Image

NOTIZIE – Wendy Schmidt, che dirige la fondazione creata insieme al marito Eric Schmidt (di Google), ha varato il Wendy Schmidt Ocean Health X Prize. Prima aveva varato, alla lettera, la R/V Falkor dopo averla trasformata da rottame arrugginito in nave di ricerca high tech.

Capire meglio gli effetti dell’acidità crescente degli oceani dovuta alle emissioni di CO2, è piuttosto urgente. Non era mai successo nella storia della nostra specie, e di molte altre, che cambiasse così rapidamente il loro pH, servono sensori nuovi per misurarne gli effetti. Ma gli oceani sono un bene comune, non di un singolo paese. Come spesso accade in questi casi, i fondi per la ricerca di base non sono una priorità per i governi, men che meno per le industrie che sfruttano risorse marine.

Ci ha pensato la filantropia americana, con due premi da $ 1 milione ciascuno. Potrebbero interessare parecchi partecipanti alla conferenza di fisica della materia, in corso al Politecnico di Milano, alleati con ricercatori di altre discipline perché si gioca a squadre. Le informazioni per partecipare si trovano sul sito del Wendy Schmidt Ocean Health X Prize, che è pure uno strumento didattico – come tutti i siti della fondazione Schmidt. (1)

Wendy ed Eric Schmidt sono anche i fondatori dell’Ocean Institute, di Climate Central e altre iniziative per l’ambiente globale. Con l’Oil Clean Up Ocean Challenge, hanno già finanziato con $ 1,4 milioni progetti per rimediare ai riversamenti di petrolio in mare. I progetti vincenti si possono consultare per farsi venire in mente delle idee.

(1)Ne posso testimoniare dopo una recente prova con la notizia dei batteri trovati nella cacca di panda – di per sé affascinante a una certa età – che potrebbero rendere più efficiente la produzione di biocarburanti. Due pargoli altrui hanno sfinito di domande la scrivente, che non osa pensare a quelle che i genitori le faranno tra poco…

 Crediti immagine: Schmidt Ocean Institute

1 Commento

  1. Cara Custode, che bello se dalla cacca di Panda l’uomo riuscisse a trarre veramente le risorse per risparmiare terre coltivate, migliorare l’eroi dei biocombustibili, e salvare, in definitiva, foreste ed habitats. Li stiamo per estinguere. Dio, se c’è, si sta facendo grasse risate. Saluti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: